NEWS

Ghosn: “Venderemo 500.000 elettriche nel 2012”

27 maggio 2010

Il presidente dell'alleanza Renaul Nissan “contrattacca” dopo le critiche sul suo piano di costruire e vendere mezzo milione di auto elettriche entro il 2012.

CE LA FAREMO - Dagli Usa, dove si trovava per la cerimonia di inizio lavori della fabbrica di batterie per auto elettriche del suo gruppo, che sarà operativa entro il 2012, Carlos Ghosn (in foto) si difende dagli scettici, che nei giorni scorsi avevano dubitato che l'alleanza Renaul Nissan da lui guidata potesse arrivare a vendere tante auto elettriche tra soli due anni: “capisco che quando si va verso una nuova tecnologia come questa alcuni analisti e addetti ai lavori si comportino stupidamente; 500.000 sono solo lo 0,8-0,9% del mercato” ha dichiarato all'agenzia Bloomberg.

NELLE MANI DELLA LEAF - Questi dati differiscono di molto rispetto alle previsioni di vendita degli altri costruttori: la GM prevede 45.000 Volt (l'elettrica che usa anche un motore termico per estendere l'autonomia) entro il 2012 e la Tesla ipotizza 20.000 Model S, la berlina elettrica in vendita l'anno prossimo. L'alleanza Renault Nissan metterà in vendita, entro fine anno, la Leaf oltre che in Giappone anche in Usa e Europa dove, grazie incentivi governativi, costerà rispettivamente 25.000 dollari e 30.000 euro. Stando ai dati comunicati dalla casa giapponese, per il 2010, la Leaf sarebbe già “sold out”: avendo raccolto 19.000 ordini avrebbe saturato la capacità produttiva per quest'anno e le prenotazioni in Europa partiranno a luglio.

SCETTICISMO - Non è d'accordo James Hall titolare dell'agenzia di consulenza in campo automobilistico 2953 Analytics, che interpellato dall'agenzia Bloomberg ha detto: “Gli obiettivi di Ghosn non sono realistici, le auto elettriche sono costose, servono diverse ore per ricaricarle e l'autonomia è troppo limitata (circa 160 km), almeno per la maggior parte degli americani”. La Renault Nissan risponde dicendo di avere già ordini per 115.000 auto elettriche in Israele e Danimarca e che, dal 2012, anche il suo marchio di lusso Infiniti avrà una sua elettrica.

Aggiungi un commento
Ritratto di bravehearth
27 maggio 2010 - 11:05
mi sembra un'esagerazione. Il 2012 è alle porte e non ci sono ancora le infrastrutture per le auto elettriche
Ritratto di Dinozzo
27 maggio 2010 - 11:49
Giusto che il Dr. Ghosn fissi un piano vendinte, ma che almeno sia reallizzabile.... poi bisogna vedere i costi, perchè se le auto elettriche costano tanto come la Toyota Prius, ne venderà 5...
Ritratto di giò
27 maggio 2010 - 13:06
Previsioni di vendita a parte, Ghosn mostra di credere fermamente nell'auto elettrica. Buon per lui. Altre case puntano più sulle ibride plug-in (che permettono di caricare le batterie anche attraverso la presa di casa) e alcune puntano ancora sull'idrogeno. La sensazione, però, è che una soluzione definitiva e davero efficace per liberarsi dai vincoli del petrolio sia ancora lontana. Staremo a vedere (e aspettiamo che anche la Fiat si faccia vedere).
Ritratto di giodal66
21 giugno 2010 - 06:44
La domanda è: come fanno gli utenti di Danimarca e Israele a spendere tanto per un'auto da usare solo in città (o nei pressi), che ha un'autonomia di 160 km? Sono auto per il servizio pubblico, o in quei paesi hanno tanti soldini più di noi? Personalmente, per una "seconda" auto, posso spendere al MASSIMO 10000 euro.