NEWS

Giugiaro: nuovi dettagli sui prototipi Volkswagen

23 febbraio 2011

Le due concept car, che verranno svelate a Ginevra ma le cui foto sono trapelate ieri, sono due prototipi funzionanti, frutto più di uno studio sullo sfruttamento degli spazi interni che sullo stile.

SONO PRONTE PER LA STRADA - AlVolante.it è riuscito a raccogliere ulteriori informazioni sui due prototipi di Giugiaro che vi abbiamo mostrato ieri (leggi qui) e che hanno scatenato reazioni contrastanti fra i visitatori del nostro sito. Le due auto, una citycar a cinque porte e una piccola coupé, sono perfettamente funzionanti, quindi non vuoti “manichini” da esposizione. Inoltre, lo stand di Giugiaro al Salone di Ginevra, dove verranno esposte, sarà integrato in quello del gruppo Volkswagen, accanto all’area riservata ai modelli Seat (ricordiamo che l’Italdesign è stata acquistata dalla casa tedesca nel maggio 2010, leggi qui la news).

 

volkswagen_giugiaro_concept_coupe_crop_2.jpg
La cosiddetta linea di cintura (quella che segna la base dei finestrini) è molto bassa per dare luminosità all'abitacolo.


UN “PUNGOLO” PER LA VW
- Con queste proposte, Giorgetto Giugiaro ha seguito un percorso parallelo e indipendente rispetto al design “ufficiale” della casa, alla ricerca di soluzioni innovative. Infatti, le linee riprendono solo in parte quelle delle ultime auto di Wolfsburg: per esempio, la mascherina che unisce i fari (tratto distintivo di tutti i modelli più recenti della casa) è sì presente, ma assottigliata, con le luci ridotte a una sorta di lama. Al design “muscoloso” proposto negli ultimi anni dalla maggior parte della case automobilistiche, Giugiaro ha preferito linee tese e pannelli quasi piatti. Una ricerca di semplicità piuttosto che di emozione, che nell’abitacolo si associa alla massima razionalità. Nella tre porte, la consolle è fortemente inclinata verso il guidatore, mentre nella citycar si nota una “mensola” alla base del parabrezza che corre lungo tutta la plancia e integra monitor e strumenti (visibili da tutti gli occupanti). Inoltre, entrambe le auto dispongono di vani fra i sedili anteriori (nascosti nel tunnel centrale o, sulla cinque porte, in quello che pare essere un ampio bracciolo).
 

volkswagen_giugiaro_concept_coupe_crop_3.jpgvolkswagen_giugiaro_concept_coupe_crop_4.jpg
A sinistra la citycar, a destra la tre porte.

EFFETTO-VETRINA - Interessante anche la plancia sporgente al centro, ma rientrante ai lati (foto qui sopra): caratteristica che, oltre a garantire più spazio, dovrebbe facilitare l’accesso a bordo. Per rendere luminoso l’abitacolo, Giugiaro ha fatto ricorso non soltanto all’ampio tetto in vetro, ma anche al “taglio basso” della base dei finestrini: altra scelta in controtendenza rispetto al design attuale, che punta invece su fiancate alte per enfatizzare la sportività (oltre che per garantire maggiore protezione agli occupanti, come impongono i crash test).



Aggiungi un commento
Ritratto di Claus90
23 febbraio 2011 - 16:39
Veramente brutte però una cosa è vederle in cartolina un'altra da vicino. L'auto a tre porte è veramente una grande punto cicciona
Ritratto di FG
23 febbraio 2011 - 16:53
Mi ripeto: per me quelli della 3 porte erano degli studi per la nuova Grande Punto, che Giugiaro ha riciclato per i tedeschi... stessi specchietti, stesso montante posteriore...
Ritratto di giuggio
23 febbraio 2011 - 17:43
mi pare strano. Secondo te, Giugiaro studia una Punto completamente nuova e propone alla fiat di riciclare i vecchi specchi? Ma dove s'è mai vista una cosa del genere? Quando arriva un modello nuovo, gli specchi sono sempre diversi da quello vecchio. Direi che forse Giugiaro ha disegnato un prototipo e, per non doversi inventare anche gli specchietti, ci ha appiccicato quelli della Grande Punto (ammesso che siano quelli). E il montante posteriore non riesco a capire in cosa somiglia a quello della Punto. Boh...
Ritratto di Mister Grr
23 febbraio 2011 - 17:02
è che questi saranno esercizi di "sfruttamento di spazi" senza che vengano prodotti in serie?
Ritratto di FG
23 febbraio 2011 - 17:11
l'articolo dice che giugiaro li ha pensati e li ha proposti alla volkswagen. Poi saranno i tedeschi che devono decidere se metterli in produzione e su quale modello...
Ritratto di ricky74
23 febbraio 2011 - 17:24
però è apprezzabile la ricerca di soluzioni nuove, lontane dagli stereotipi attuali (quante berline si somigliano tra loro. E vogliamo parlare delle suv? vedi ix35 e kuga... poi si tratta pur sempre di prototipi, che andranno adattati nella produzione in serie. Se mai ci sarà...
Ritratto di Montanelli
23 febbraio 2011 - 17:29
Per una volta che ai saloni fanno vedere qualcosa di concreto.... non sono male, sebbene il grigio della carrozzeria non credo le doni molto.
Ritratto di ricky74
23 febbraio 2011 - 17:44
si tratta di proposte di Giugiaro. Che poi la volkswagen si decida a produrle e tutto da vedere. credo che molto dipenderà anche dalle reazioni del pubblico a ginevra. è quello che conta: le auto vanno viste dal vivo
Ritratto di Sprint105
23 febbraio 2011 - 17:56
questi prototipi non mi dispiacciano affatto e li trovo più piacevoli e anche pratici (per quanto si intuisca dalle foto) di tante macchine per famiglia che vedo circolare oggi
Ritratto di danielebellomini
23 febbraio 2011 - 20:47
Sto seguendo passo dopo passo l'evolversi dello stile ww dettato da walter de Silva. Non mi sembra possibile che la futura scirocco o meglio ancora la golf 7 possano presentarsi cosi' lontani dagli stilemi attuali. Soprattutto la golf 7, secondo quanto detto recentemente dallo stesso de Silva, e' gia' stata definita nei dettagli e, secondo quanto ricostruito da piu' parti non e' per niente simile alle concept di Giugiaro.
Pagine