NEWS

Gruppo PSA: presto fusioni con altri costruttori?

19 marzo 2019

In un’intervista, Robert Peugeot, esponente della famiglia azionista, conferma che questa supporterà fusioni o acquisizioni di altri gruppi: in molti hanno pensato alla FCA.

Gruppo PSA: presto fusioni con altri costruttori?

AZIONI VIRTUOSE - In Borsa le azioni del gruppo FCA stanno realizzando ottime performance. A fine pomeriggio a Piazza Affari, erano quotate 13,38 euro, pari al oltre il 5% più del giorno prima. A Wall Street, a fine mattinata, la quotazione era di 15,19 dollari, cioè in aumento del 4,51%. Un trend quindi forte e diffuso. A imprimere tale spinta al rialzo è stata una dichiarazione di Robert Peugeot (uomo di punta della famiglia azionista del gruppo PSA) il quale ha detto che dopo aver sostenuto l’acquisizione della Opel, sarebbe senz’altro ben disposto a fare la stessa cosa in altre operazioni di fusioni con altri costruttori. In molti hanno interpretato le parole di Robert Peugeot come una implicita ammissione di un interesse concreto per il gruppo FCA, di cui peraltro si parla da tempo.

VOCE INSISTENTE. AUTOREVOLMENTE - Ancora recentemente non erano mancate autorevoli ammissioni in tal senso, come quella dell’amministratore delegato della PSA, Carlos Tavares, che aveva confermato la validità dell’ipotesi, anche se aveva precisato che però non c’era alcuna trattativa in atto. E d’altra parte le indiscrezioni internazionali parlano di interessi PSA non solo per la FCA ma anche per altre case, dalla Jaguar Land Rover fino addirittura alla General Motors. Tutto ciò sempre in una logica che comprende le ipotesi di acquisizione come quelle di fusione o comunque di stretti imparentamenti.

ELEMENTI DI COMPLEMENTARIETÀ - A dare forza all’ipotesi di accordo PSA-FCA c’è il quadro delle rispettive zone di influenza. Da un lato i marchi PSA, Peugeot, Citroën, DS e Opel, stanno andando bene in Europa, dall’altro il gruppo FCA opera robustamente in Nord America, e in particolarmente detiene il marchio Jeep che ha un quadro di azione globale. Oltre che a questa considerazione di mercato, la vicenda si presta a tante altre considerazioni. C’è per esempio chi sottolinea che al gruppo FCA farebbe comodo il know how della PSA in materia di veicoli elettrici. Altro possibile tema di analisi è il fatto che un elemento importante dell’assetto del gruppo PSA è la presenza nell’azionariato di governo del capitale statale francese e di quello della cinese Dongfeng. Una realtà che potrebbe incontrare la contrarietà del pensiero dominante oggi negli Usa, basato sul forte spirito nazionale. Dire se e quando queste voci e speculazioni troveranno conferma concreta è impossibile. Si tratta infatti di vicende che quando si verificano sono avvolte dal segreto totale sino al raggiungimento dell’accordo finale. Non resta perciò che attendere per vedere.



Aggiungi un commento
Ritratto di news
19 marzo 2019 - 19:57
cioe...psa compra fca? ma in quale film di fantascienza l'avete visto....hahahaha...piacerebbe ai francesi....FCa e in tutto il mondo PSA e solo min Europa....ad FCA non serve a nulla...come disse Marchionne....PSA non e' l'alleato giusto.
Ritratto di impala
19 marzo 2019 - 21:31
Per i Francesi la storia e gia tutta fatta .... Tavares fa il furbetto in attesa dell momento giusto per passare all attaco ... per loro, lui, compra l'intero gruppo FCA : Jeep e Chrysler vanno bene per fare in modo che la peugeot puo tornare in America, per loro la Fiat diventera la nuova dacia . I Francesi si vedono gia a casa
Ritratto di VEIIDS
19 marzo 2019 - 22:11
La famiglia Agnelli e la famiglia Peugeot hanno da sempre ottimi rapporti. Ora che per gli Agnelli le auto sono solo una parte dei loro investimenti (circa il 25%) potrebbero decidere di andare finalmente a nozze dato che lo stato francese pare voglia uscire a breve dall'azionariato di PSA.
Ritratto di news
19 marzo 2019 - 22:16
25%?...tu non sai quello che scrivi....gli Agnelli con Marchionne si sono liberati di tutto assicurazioni banche..ecc...il loro investimento e' solo su FCA - CASE NEW HOLLAND- FERRARI. E UNA RIASSICURAZIONE (MARGINALE)...AGGIORNATI PRIMA DI SCRIVERE IDIOZIE.
Ritratto di Rieccomi
19 marzo 2019 - 22:35
Fuma meno. Non hai idea di cosa parli. Agnelli con exor hanno un gruppo enorme. Potrebbero permettersi di acquisire la maggioranza di GM, altro che PSA. Al contrario, la famiglia Peugeot non ha la stessa capacità. Non andranno oltre una alleanza, se mai accadrà qualcosa.
Ritratto di VEIIDS
19 marzo 2019 - 23:19
PartnerRe una riassicurazione pagata 7 miliardi di € (tra le prime dieci al mondo) viene etichettata come marginale. CNH Industrial e Ferrari poi non mi sembrano le due aziendine che vuoi far credere dato che valgono complessivamente 37 miliardi di €. Infine ti posso consigliare un bravo psichiatra per risolvere i tuoi problemi.
Ritratto di news
20 marzo 2019 - 11:11
appunto mi stai dando ragione.
Ritratto di q8
19 marzo 2019 - 20:01
Se la comprano per fare soldi non alleanze
Ritratto di news
19 marzo 2019 - 20:39
q8....purtroppo x i francesi di psa sono arrivati in ritardo...Marchionne nel 2009 acquisendo craysler ha sistemato fiat....il resto solo chiacchiere...
Ritratto di alexlato2010
25 marzo 2019 - 21:49
Sistemato Fiat? Ti sembra che Fiat sia in buona salute? Ti sembra che l'Alfa e la Lancia siano in buona salute? Io credo proprio di no. E non mi parlate di rilancio dell'Alfa Romeo, che ha 3 modelli in listino contro BMW che ne ha più di 25 considerate le varianti. Fiat ormai vende solo da noi e in America Latina. In Europa è stata superata da Skoda... E pensare che fino a 20 anni fa il "mitico" gruppo Fiat con tutti i marchi attivi, quindi anche Autobianchi e Innocenti, era il primo gruppo in Europa e tra i primi al mondo... Che tristezza! Altro che sistemato! Con tutto il rispetto per Sergio Marchionne, che ha certamente messo i conti apposto, però ha fatto errori madornali nella gestione dei vari marchi. Svendete Lancia a qualche marchio cinese! Sicuramente sarà in grado di rilanciare sul serio, come Geely e Volvo ad esempio.
Pagine