NEWS

Guerra alle auto e moto troppo rumorose

Pubblicato 02 settembre 2019

In Francia si sperimenta un dispositivo in grado di individuare, ed eventualmente sanzionare, i veicoli più rumorosi.

Guerra alle auto e moto troppo rumorose

INQUINAMENTO ACUSTICO - A tutti, anche agli appassionati di motori, sarà capitato almeno una volta di maledire quella moto o quella macchina “smarmittata” che passano sotto casa e disturbano il meritato riposo. I possessori di veicoli "fracassoni" potrebbero presto trovare pane per i loro denti, infatti a Parigi, la Bruitparif, l'organizzazione ambientale senza scopo di lucro responsabile del monitoraggio del rumore ambientale nell'agglomerato nella capitale francese, sta per avviare una sperimentazione che nel prossimo futuro potrebbe permettere anche l’emissione di multe a tutti coloro che superano i limiti sonori previsti.

PARTITA LA SPERIMENTAZIONE - Il dispositivo in grado di monitorare l’impatto acustico si chiama “Meduse” (nella foto, brevettato dalla Bruitparif nel 2016) ed è già stato utilizzato con successo a luglio nel comune di Saint-Forget. Meduse consente, attraverso dei microfoni disposti a tetraedro, di localizzare la sorgente sonora, e, congiuntamente, grazie all’implementazione di sensori ottici, di riprendere il mezzo autore del rumore. In futuro potrebbe poi essere integrato con un lettore di targhe automatizzato in grado di sanzionare i veicoli a motore eccessivamente rumorosi sia a causa della forte velocità, ma anche per la presenza di terminali di scarico non autorizzati.

POI ANCHE LE MULTE - Questo dispositivo è inoltre in grado di produrre una sorta di “mappa del rumore” (i livelli sonori sono rappresentati sotto forma di esagoni o punti, colorati in base all’intensità dei livelli sonori misurati) che può essere analizzata per capire quali sono le fonti rumorose più impattanti, oltre che per costruire un database dei livelli di rumore generati dalle varie tipologie di veicoli in diversi contesti di traffico e conoscere così i livelli effettivi rilasciati dalle macchine in circolazione. Entro la fine di settembre verranno installati cinque Meduse lungo la strada della valle del Chevreuse, a Parigi e a Villeneuve-le-Roi. Per far scattare le multe però bisognerà attendere l’approvazione di una nuova norma, che avverrà in autunno.





Aggiungi un commento
Ritratto di Edoardo98
2 settembre 2019 - 19:20
5
Ma non hanno cose più importanti a cui pensare? È così bello sentire il rombo dei motori
Ritratto di Fdet_
2 settembre 2019 - 21:17
Si, bellissimo. Soprattutto se passano di notte mentre riposi, o mentre studi per un esame universitario. Va là. Se ad uno piace il sound non deve costringere tutto il quartiere a sopportare i db, quasi sempre maggiorati, del suo scarico. Ben vengano provvedimenti del genere.
Ritratto di Mbutu
2 settembre 2019 - 19:53
E poi voglio vederli i Minus habens che levano il db killer alla moto....
Ritratto di _NightHawk_
2 settembre 2019 - 20:56
Stiamo tremando
Ritratto di deutsch
3 settembre 2019 - 11:00
4
fai prima a contare quelli che lo lasciano, e sai qual'è il colmo, che per andare in pista sono obbligati a montare i db killer. poi ci sono quelli che levano pure il catalizzatore
Ritratto di Manuela Masetti
3 settembre 2019 - 07:39
Non si potrebbero invece studiare e rendere meno rumorose le marmitte o i dispositivi di scarico? Sempre e solo di multe dobbiamo parlare e pagare ?
Ritratto di Mbutu
3 settembre 2019 - 10:55
Ma guarda che è già così. I silenziatori ci sono e sono studiati per ridurre il rumore. Il problema è nella manutenzione e nella manomissione degli stessi.
Ritratto di deutsch
3 settembre 2019 - 10:57
4
gli scarichi sono rumorosi perchè l'utente lo modifica, rendendono fuori norma, per fargli fare più runmore
Ritratto di Asburgico
3 settembre 2019 - 08:58
E quelli col t macs e la acrapocic come faranno a compensare la loro micropenìa?
Ritratto di nik66
3 settembre 2019 - 10:11
c'è una bella diferenza tra il rombo di potenza (quello di serie, non quello di marmitta modificata di una saxo con 50 cv che vuole far credere di averne 300) e quello di marmitta rotta o sfondata
Pagine