NEWS

La Honda CR-V si aggiorna

Pubblicato 04 febbraio 2021

La Honda introduce piccole migliorie per la suv media CR-V che interessano il comfort, l’assetto e i materiali. C’è anche un nuovo allestimento.

La Honda CR-V si aggiorna

MODEL YEAR - La Honda CR-V è una suv di medie dimensioni (è lunga 460 cm) dalle linee moderne, che eccelle per spazio e praticità. La casa ne annuncia alcune migliorie oltre all’introduzione dell’allestimento Sport Line.

IBRIDO INVARIATO - L’aggiornamento della Honda CR-V per il 2021 riguarda la versione ibrida che, pur mantenendo le medesime caratteristiche tecniche, sposa la sigla già adottata sulla Jazz, ossia e:HEV. Il sistema ibrido è composto da un motore a benzina a ciclo Atkinson di 2 litri con 145 CV e da due motori elettrici alimentati da una batteria agli ioni di litio, per una potenza complessiva di 184 CV; il tutto abbinato a una trasmissione a rapporto fisso. Queste le prestazioni: scatto da 0 a 100 km/h in 8,6 secondi (8,9 per la versione AWD) e 180 km/h di velocità massima.

ARRIVA LA SPORT LINE - La gamma 2021 della Honda CR-V porta al debutto l’allestimento Sport Line disponibile nei due colori Crystal Black Pearl o Platinum White Pearl (nelle foto). Include dettagli cromati scuri sul frontale e sul posteriore, fari e fanali fumé, calotte degli specchietti in nero lucido, vetri posteriori oscurati (abbinabili all’allestimento dall’allestimento Elegance), specifici cerchi in lega da 18”, e interni con finiture nere Piano Black e rivestimenti Dark Wood nella plancia. L’abitacolo può inoltre contare sulla ricarica senza fili per gli smartphone (presente sull’allestimento premium Executive).

LA IBRIDA È PIÙ ALTA - Tra le modifiche della Honda CR-V 2021 c’è anche l’assetto rivisto. Le sospensioni sono state ritarate per massimizzare il comfort e, grazie a un incremento del 36% del diametro della colonna di sterzo, che ora misura 30 mm, è stato ottimizzato anche il trasferimento delle vibrazioni al volante. La versione ibrida e:HEV è disponibile con due o quattro ruote motrici. In entrambi i casi è aumentata l’altezza da terra, che passa a 20 cm per la versione 4x4, e a 19 per la 4x2.

PICCOLI INTERVENTI DENTRO - Nell’abitacolo della Honda CR-V sono stati aggiornati alcuni materiali che, secondo la casa, sono più piacevoli al tatto (l’effetto radica è stato sostituito da una finitura silver sulla console, sui pannelli delle portiere e sul cruscotto). Invariato lo schermo di 7” del sistema multimediale così come il quadro strumenti, che mantiene il medesimo polliciaggio. Completa la dotazione dei dispositivi di assistenza alla guida integrati nel pacchetto Honda Sensing che, tra le altre cose, include il cruise control adattativo, il monitoraggio dell’angolo cieco e il riconoscimento della segnaletica stradale.

Honda CR-V
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
73
38
29
33
33
VOTO MEDIO
3,4
3.41262
206




Aggiungi un commento
Ritratto di alphia
4 febbraio 2021 - 10:39
Qualcuno che riesce a spiegarsi perché in Usa hanno tanto successo e qui non le considera nessuno ? La linea, il cambio cvt, cambiano tanto i prezzi fra noi e loro, o cosa ?
Ritratto di Check_mate
4 febbraio 2021 - 10:59
1
Penso puramente per l'appeal del brand, chi vuole un SUV di quelle dimensioni o va sul Tiguan o sul RAV4 a seconda dell'uso che vuole farne. O ancora le coreane che, in 15 anni, sono riuscite a fare quello che Honda e Mitsubishi non hanno mai fatto un Europa a livello di immagine.
Ritratto di ELAN
4 febbraio 2021 - 11:16
1
Cosa intendi per immagine? ...Pubblicità? Hyundai si è fatta conoscere come marchio low cost con motori subito pronti e cuciti per gli europei (1.6 CRDI).. poi è migliorata ma basta entrare nel CR-V e nel Tucson appena uscito di produzione per capire che i coreani "stanno arrivando". Forse col nuovo Tucson sono arrivati, aspettando il nuovo CR-V e la nuova CX-5.
Ritratto di Check_mate
4 febbraio 2021 - 11:29
1
Beh se per ogni CR-V venduto da Honda hanno venduto, fino all'anno scorso, circa 4 Sportage o Tucson, sicuramente le coreane hanno spinto molto lato presenza sul territorio e, quindi, anche pubblicità, certo. Concessionari Honda ne vedo proprio pochi, quindi incide anche quello. Ma più in generale, immedesimandomi in un acquirente tipo, su quella categoria mi verrebbe in mente prima di tutto la RAV4 e poi tutto il resto. Poi, ma questa è un'opinione mia, questa versione di CRV non mi intriga per nulla: i fari posteriori non mi piacciono, davanti è abbastanza anonima. Poi, ora che anche la Tucson è ibrida, penso seriamente che se vedranno lei e la Rav4 più, quando uscirà, la nuova Sportage.
Ritratto di Sepp0
5 febbraio 2021 - 11:25
Non è solo questione di spinta pubblicitaria, CR-V e Rav4 sono quasi segmento D, essendo lunghe 460cm (circa 15cm in più della vecchia Tucson). Anche i listini sono diversi, CR-V base (che non credo prenda nessuno) costa 30k, Rav4 parte da 36 mila euro, Sportage base costa 25 mila euro in meno e la vecchia Tucson eravamo lì.
Ritratto di alex_rm
4 febbraio 2021 - 14:39
Hyunday ha iniziato a vendere molto sul mercato italiano quando iniziò a montare i Diesel della VM
Ritratto di NicolaPicchi
4 febbraio 2021 - 15:27
1
Ho una Santa Fe da tre anni e forse, finalmente riesco a liberarmene. Mai avuto grossi problemi al motore, e' un 2.2 a gasolio, ma i tantissimi disturbi dell'auto che ho avuto dal giorno che era nuova, e sono stati tanti ,a mio giudizio arrivano dal software dei sistemi. (Mai riuscito a memorizzare la posizione dei sedili, ad esempio) E con questo 'segreto digitale", i tecnici della casa ti intortano come vogliono e procastinano sempre un po più in la,il problema. Altri disturbi mi sono arrivati dalla costruzione e dalla qualità dei materiali. Bulloni tirati fino a rlsultare spanati e plastiche che se le pieghi per rimuoverle te ne resta in mano due pezzi. Oppure cavi misurati al millimetro che non puoi nemmeno sostituire lo spinotto perché se ne tagli un cm, non ci arrivano più. La Hyundai anni fa ha avuto un solo merito. Quello di essersi venduta bene con pubblicità ovunque e i sette anni di garanzia. E scontando sul reso , l'impossibile ,affinché i polli abboccassero. Tra i polli mi ci metto anch io, purtroppo. E in prima fila. La Honda dell'articolo, presumo ,anzi ne sono sicuro,sia ben altra cosa visto che arriva dal Giappone, ma non ci vuole troppo ad esser meglio dei tanti marchi coreani. Per ciò che mi riguarda mai più SUV ne' tantomeno auto coreane. Poi voi,pensatevela come volete. Io ho già dato abbastanza! NicolaPicchi.
Ritratto di Check_mate
4 febbraio 2021 - 17:58
1
Purtroppo è una esperienza più che negativa e mi dispiace leggerla, ma un caso non fa statistica. Le Honda magari garantiscono pure una grado di affidabilità più elevato, ma non siamo qui certo a discuterlo, anzi. Si parlava, appunto, di quanto e come si vendono le case automobilistiche..
Ritratto di Marcello7
5 febbraio 2021 - 11:32
Mi sembra stranissimo. Il gruppo hyundai kia è risultato per tre anni di fila il più affidabile al mondo scavalcando sua maestà toyota. Io ho avuto mlte auto e con hyundai e kia mai avuto mezzo problema, così come avvenuto con toyota. Forse perché superati i 150.000 km le vendo.
Ritratto di ELAN
6 febbraio 2021 - 15:23
1
Autorefetenzilità abbonda, oggettività scarseggia.
Pagine