Honda Tomo: un’auto per amico

13 febbraio 2019

Dallo IED di Torino una proposta di stile insieme alla Honda, che immagina un’auto “tuttofare” per i giovani.

Honda Tomo: un’auto per amico

TRE FACCE - È lunga 400 cm, come le utilitarie, ma ricorda vagamente una coupé e ha un cassone al pari dei pick-up. Racchiude tre auto in una il prototipo Tomo, un’originale vettura commissionata dal centro stile della Honda agli studenti del master biennale in Design dei Trasporti dell’Istituto Europeo di Design (IED) di Torino, che per il secondo anno consecutivo mostrerà al Salone dell’automobile di Ginevra (7-17 marzo) una proposta di stile ispirata da una grande casa automobilistica (nel 2018 fu la Hyundai). I tredici partecipanti al master hanno ricevuto le indicazioni dalla Honda lo scorso 30 maggio, quando una delegazione di stilisti ha chiesto di immaginare il mezzo di trasporto ideale per i giovani da qui a sei anni.

UN AMICO PER TUTTI I GIORNI - Dopo mesi di studi, e varie selezioni (da tredici progetti si è passati a quattro, infine a uno), gli studenti si sono messi al lavoro sulla Tomo, un’auto dalla lunghezza contenuta ma dall’aspetto grintoso e con un cassone per caricare biciclette o attrezzatura sportiva. L’idea alla base del progetto è venuta al messicano Ricardo Alejandro Campos Ortega, che ha immaginato la Tomo come un’auto ideale per ogni contesto, dalla guida di tutti i giorni ai weekend fuori porta, tanto è vero che il termine tomo significa amico in giapponese, prova che questo originale “mix” di stili accompagna sempre il suo conducente in ogni avventura. Il motore della Tomo è elettrico, mentre all’interno (che sarà svelato a Ginevra) si troveranno comandi e schermi ispirati agli smartphone.

PERCORSO COMPLETO - Lo IED è una scuola privata con sette sedi in Italia, che organizza corsi di laurea triennali, master e corsi di formazione. Fra questi c’è il Master biennale in Transportation Design, che insegna a studenti con varie formazioni (non solo ingegneri e designer, ma anche architetti) a progettare l’esterno e l’interno di una nuova auto: rientrano nel programma di studi corsi sulle tecniche di disegno, la grafica 3D e la storia del design automobilistico.





Aggiungi un commento
Ritratto di Er sentenza
13 febbraio 2019 - 12:35
"scuola privata che insegna a progettare l'esterno e l'interno di un auto". Tradotto, un gruppo di figli di papa', fuori corso, che si diverte a scarabocchiare disegni di fantasia. Almeno cosi sembra, vedendo i risultati di cui si fanno vanto
Ritratto di Giuliopedrali
13 febbraio 2019 - 12:52
L'auto è piuttosto carina però niente di così originale, tra l'altro ultimamente non trovo chissà che design in Honda che è pur sempre il terzo costruttore nipponico.
Ritratto di Hondista99
14 febbraio 2019 - 01:14
E' chiaro che con questi progetti elettrici la Honda si stia rivolgendo anche agli europei (a differenza di quanto faccia di solito) visto che le citycar si vendono qui e in Asia mentre nel loro mercato principale, gli USA, a una citycar nemmeno ci pensano. Quindi hanno preferito perdere un po' di originalità per avvicinarsi ai gusti del vecchio continente.
Ritratto di Santhiago
13 febbraio 2019 - 16:14
Solo io non vedo il cassone da pick up?
Ritratto di Luke_66
13 febbraio 2019 - 16:37
4
seconda foto
Ritratto di Santhiago
13 febbraio 2019 - 20:14
Ah si, grazie
Ritratto di Sepp0
13 febbraio 2019 - 17:00
Carina. Peccato, ancora una volta, per i cerchi troppo piccoli. Se restano più di 5 mm di pneumatico visibili, per me è no.
Ritratto di sandman972
13 febbraio 2019 - 18:38
Praticamente hanno preso una Honda Urban EV, gli hanno alzato la linea di cintura in modo da impedire la visibilità laterale, gli hanno fatto un pianale da minipickup (ci staranno due valigie) ed hanno tagliato i fari con una striscia a led azzurra orizzontale. Geni!
Ritratto di Dr.Torque
14 febbraio 2019 - 09:23
Nel cassone ci sta forse un triciclo, ma piccolo.