Nuova Hyundai i10: l'abbiamo già guidata

7 agosto 2013

Della precedente conserva solo il nome: sfoggia una linea più accattivante e si presenta più bassa e larga, oltre che meglio rifinita.

Nuova Hyundai i10: l'abbiamo già guidata
ARRIVERÀ A NOVEMBRE - Dal vivo la si potrà vedere al Salone di Francoforte, fra poco più di un mese, ma la Hyundai ha già diramato le prime foto ufficiali della nuova generazione della Hyundai  i10: la parentela con i più recenti modelli della casa è palese (la casa chiama questo stile “Fluidic Sculpture”) e la nuova citycar ha linee ben più aggressive e personali del modello che manda in pensione, nonostante la carrozzeria sia solo a cinque porte. Dell'attuale Hyundai  i10, il nuovo modello non conserva praticamente nulla: è più lunga di 8 cm (in totale, 367), più bassa (di 5 cm) e più larga (di 6). Vista dal vivo pare ben più “piantata a terra”, grazie anche alla nervatura sulla fiancata che la fa sembrare ancora più larga e larga. A crescere (di circa il 10%) è anche il baule, che arriva a 252 litri. La nuova Hyundai i10 sarà nelle concessionarie a novembre, disponibile con due motori a benzina: un tre cilindri 1.0 da 65 CV (anche a Gpl, ma solo da inizio 2014) e un quattro cilindri 1.2 da 87 cavalli.
 
 
ESP E SEI AIRBAG PER TUTTE - Tutte le Hyundai  i10 avranno di serie Esp, sei airbag e i sensori di pressione per i pneumatici, mentre la garanzia sarà di cinque anni a chilometraggio illimitato e altrettanti di soccorso stradale e controlli gratuiti. Per poterla vedere da vicino siamo volati in Turchia, alla fabbrica Hyundai di Izmit che già “sforna” le i20 per l’Europa: da ottobre, da queste linee usciranno anche le nuove i10. Saliti a bordo, si nota subito che in quattro non si sta stretti (la vettura è comunque omologata per cinque): anche se il guidatore è alto, dietro c’è sufficiente spazio per le ginocchia (solo chi è alto almeno 190 cm potrà arrivare a toccare il soffitto con la testa). Buona anche la praticità: nei pannelli delle porte ci sono quattro vani che possono ospitare una bottiglia da un litro ciascuno, mentre il baule è regolare nelle forme (è profondo 53 cm e alto 48) e dotato di una cappelliera che si solleva col portellone.
 
 
PLANCIA IN QUATTRO COLORI - Dell’abitacolo (la Hyundai  i10 da noi vista era nell’allestimento più ricco, sottolineato anche dalle numerose cromature dentro e fuori) si apprezzano le discrete finiture: non ci sono zone con metallo a vista e la plastica della plancia, sebbene rigida, presenta un effetto satinato gradevole al tatto e all’occhio. Inoltre, la plancia stessa ha un ampio inserto colorato (a scelta tra rosso, blu, beige e uno squillante arancio). Le bocchette d’aerazione circolari danno un’idea di solidità quando si azionano e non mancano dettagli curati come le cinture regolabili in altezza, il retro dello schienale del divano rivestito e il vano nella consolle con coperchio a movimento controllato. Fra gli accessori, inoltre, ne figurano alcuni poco diffusi nelle citycar: il cruise control, la chiave elettronica, il “clima” automatico, il tetto in vetro apribile e il volante in pelle riscaldabile (al pari dei i sedili). 
 
 
PRIMI METRI ALLA GUIDA - Abbiamo potuto guidare in anteprima due nuove Hyundai i10, ancora camuffate, in un percorso chiuso attorno allo stabilimento: non abbastanza per un primo contatto completo, ma sufficiente almeno per un primo giudizio. La posizione di guida è ok: il sedile (piuttosto profilato) è regolabile in altezza mentre la leva del cambio, in posizione elevata, si raggiunge agevolmente. Il cruscotto, moderno ma senza “eccessi”, è dotato di termometro dell’acqua ma il computer di bordo non è generoso di informazioni: fornisce solo l’autonomia residua e due contachilometri parziali. La prima Hyundai  i10 su cui siamo saliti (foto qui sopra) era una 1.0 da 65 CV: il tre cilindri è piuttosto silenzioso, vibra poco e non c’è bisogno di “tirargli il collo”. Fino a 3000 giri ha infatti il giusto “tiro” per una citycar, mentre dopo questa soglia diventa un po’ rumoroso e conviene quindi passare al rapporto successivo. Il 1.2, invece, pur essendo regolare nell’erogazione, dà la sensazione di essere un po’ meno vivace ai bassi regimi e quindi meno gradevole nel traffico pesante. In entrambe, pedale della frizione leggero e cambio (manuale a cinque marce) preciso negli innesti e non contrastato. Per i dati ufficiali su prestazioni e consumo, vi rimandiamo al primo contatto completo, in autunno.
Hyundai i10
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
62
89
49
21
34
VOTO MEDIO
3,5
3.486275
255
Aggiungi un commento
Ritratto di Peppe
7 agosto 2013 - 00:31
Ma è praticamente una Kia Picanto ricarrozzata?? Le proporzioni sono identiche, ed anche molti particolari estetici. Al primo impatto nel complesso non mi piace affatto, specie nel frontale, mentre è bella la fiancata, decisamente più filante rispetto a quello della rivale #1 (Panda)
Ritratto di MAXTONE
7 agosto 2013 - 11:43
Fiancata Clio (pure il profilo sotto le porte...ma lol), soliti fari dell'ultimo corso Citroen, griglia presa dallo stesso spacciatore della Subaru (la riconoscete? è quella della BRZ), e per i cerchi si torna alla douce France (Citroen ancora, stesso identico disegno e fattura di quelli della C3), in coda invece la reminiscenza di un lontano passato ma ancora tremendamente reale: I fari della Yaris 1 del 1999.
Ritratto di juvefc87
7 agosto 2013 - 14:10
ammetto somiglianza con andatura vetri laterali e protezioni plastica di alto simili alla clio, il resto compresa la calandra è tipico hyundai
Ritratto di Jinzo
7 agosto 2013 - 16:09
è una rolls royce dopo un fronatale col freccia rossa
Ritratto di Ciro1594
7 agosto 2013 - 16:26
2
ed in più con i fari posteriori della nuova sandero!
Ritratto di samunissan
10 agosto 2013 - 16:27
secondo me è una kia picanto mal riuscita....
Ritratto di Peppe
7 agosto 2013 - 00:31
Ma è praticamente una Kia Picanto ricarrozzata?? Le proporzioni sono identiche, ed anche molti particolari estetici. Al primo impatto nel complesso non mi piace affatto, specie nel frontale, mentre è bella la fiancata, decisamente più filante rispetto a quello della rivale #1 (Panda)
Ritratto di curlywurly
7 agosto 2013 - 00:48
Praticamente sarà il CONTRARIO, visto che questa è nuova e la Kia è vecchia...
Ritratto di tureggia
7 agosto 2013 - 07:42
Fateci caso, lo stile ricorda molto le ford e sostituendo lo stemma frontale, potrebbe addirittura sembrare una nuova ford.
Ritratto di Sam1989
7 agosto 2013 - 08:00
Wow! E' proprio bella! Particolari fini e curata nei dettagli, ottima citycar, sicuramente meglio della Wolkswagen Up anche se venderà di + quella perché è Wolkswagen. La disposizione delle luci dietro sembrano quelle della Dacia Sandero. Bravi in Hyundai!
Pagine