NEWS

Hyundai Kona: prima immagine del frontale

28 aprile 2017

La Hyundai Kona dovrebbe arrivare nelle concessionarie entro fine 2017, ma nel frattempo la casa anticipa la forma di fari e mascherina.

Hyundai Kona: prima immagine del frontale

LINEE AGGRESSIVE - Quest'estate sarà svelata la suv Hyundai Kona, modello concorrente di Honda HR-V, Mazda CX-3 e Fiat 500X che rinnoverà in parte lo stile della marca. Le novità sono visibili fin dall’anteriore, come si può osservare dall’anticipazione diffusa oggi, che mette in evidenza i sottili fari diurni a led, separati rispetto ai fari principali posti più in basso nello scudo anteriore, e la mascherina a forma di diamante, ispirata a quella introdotta di recente sulla i30. Le venature sul cofano aumenteranno l’impressione di sportività, che dovrebbe ritrovarsi anche nel resto della carrozzeria: come conferma la stessa casa coreana, a dispetto della lunghezza, che stimiamo nell’ordine dei 430 cm, la Hyundai Kona avrà un aspetto dinamico e aggressivo.

Nelle foto spia di MotorTrend sono visibili la carrozzeria e gli interni della Hyundai Kona ancora camuffati.

SOTTO C'È LA I30 - Da punto di vista meccanico, la Hyundai Kona dovrebbe condividere la base costruttiva ed i motori con la Hyundai i30, ovvero i recenti 3 cilindri 1.0 da 120 CV e 4 cilindri 1.4 da 140 CV, entrambi turbo, e il diesel 1.6 da 110 o 136 CV con l'opzione del cambio automatico a doppia frizione su alcune versioni. Il nome Kona proviene da un distretto dell'Isola di Hawaii ed è stato scelto per esprimere lo spirito accattivante dell’auto.

Aggiungi un commento
Ritratto di FedericoBentyaga
28 aprile 2017 - 20:49
Mi ricordo ancora di quando mio padre mi parlava delle prime "asiatiche" importate in Italia...Superaccessoriate ma dai ricambi introvabili, e con un design criticabile: oggi invece l'industria automobilistica nipponica e non solo può essere considerata una tra le migliori, sia per il design (vedasi Toyota, Subaru, Nissan, Infiniti,Hyundai, Kia e Lexus, solo per citarne alcuni), sia per qualità, sia per l'affidabilità: e poi questa Kona, sia per l'anteriore che per i muletti, mi sembra una bella macchina...
Ritratto di car_expert
28 aprile 2017 - 21:35
le giapponesi sono sempre state le migliori, ma di certo non nel design, anche se ultimamente sono migliorate sotto questo punto di vista. le auto a cui forse ti riferivi sono le coreane, che si sono sviluppate molto negli ultimi 15 anni.
Ritratto di ConteBerengario
29 aprile 2017 - 18:12
Esatto. Aggiungerei anche negli interni. La maggior parte delle Jap sono molto brutte dentro anche se hanno migliorato molto, Subaru a parte).
Ritratto di Hondista99
28 aprile 2017 - 21:54
Condivido il tuo pensiero, ma non mi venire a dire che il design Toyota o Subaru è bello... Piuttosto Mazda...
Ritratto di FedericoBentyaga
29 aprile 2017 - 12:15
L'unica Subaru che apprezzo è la BRZ, che poi è una Toyota GT86: poi sono gusti...Infine ho proprio dimenticato di nominare Mazda, che con le varie 2,3 e 6 sta davvero proponendo dei design ben riusciti, quasi al livello delle tedesche...
Ritratto di Edoardo98
29 aprile 2017 - 19:58
5
Hanno copiato Citroen il che non è un bene in questo caso
Ritratto di mike53
1 maggio 2017 - 09:36
Non capisco dove sia il problema.... Neanche avessero copiato dalla UAZ o da sottomarche inguardabili! Boh....
Ritratto di Dulce58
30 aprile 2017 - 17:47
Chissà se la prossima i10,la faranno un po più alta.Ho sempre sostenuto che la Hyundai,dalla prima Atos,ha perso un occasione d'oro per proporre una Panda in versione coreana.Bastava rimodellare la prima serie,che si sarebbe avvicinata parecchi alla Panda.Peccato...PS,scusate il fuori tema.
Ritratto di alexlato2010
1 maggio 2017 - 09:44
Troppo Citroen... Il frontale è praticamente una copia di quello della nuova C3. Eppure l'i30 è abbastanza originale; spero che non diventi il family feeling delle nuove Hyundai
Ritratto di ugo latrofa
3 maggio 2017 - 11:27
discettare sulla linea delle auto moderne, specie se Suv, mi sembra quasi superfluo, perchè sono tutte molto simili, essendo per altro il design quasi obbligato. Quando si arriva a discutere sulla qualità estetica di semplici elementi quali fari, mascherine, luci posteriori, vuol veramente dire che siamo arrivati al post design. Concettualmente significa che si è raggiunto un livello tale di perfezionamento per cui si disegna su un binario, o quasi. Se volete avere riscontro di questo fatto, non avventuratevi a dare voi giudizi estetici, visto che vi studiate l'estetica anche sulle singole viti, ma fate fare il confronto a vostra moglie. La mia che ha una Qashqai, vede le Hyundai, le Kia e altre e le trova molto simili, a ragione. D'altra parte, se da tutti i modelli togliessimo gli elementi distintivi di un marchio, forse i giudizi estetici, anche dei più informati, probabilmente cambierebbero. La logica di un prodotto come, l'auto, più che maturo, se si considera che funziona con gli stessi principii e la stessa meccanica delle prime auto dell'800, dice che ormai siamo all'omologazione massima possibile e che, a fare la differenza sono solo elementi complementari e non sostanziali in un veicolo, che deve essere sicuro, solido con una durevolezza non eccessiva per consentire un turn over che mantenga in vita chi le costruisce. Le plastiche, le mascherine le luci anteriori e posteriori, i cerchi ecc. sono importanti solo a segnare differenze nella suggestione e non alla sostanza, differenze che poi, altrettanto naturalmente, si ribaltano in maniera sostanziosa sul prezzo d'acquisto. Ma un suv Mercedes o BMW, può avere un valore intrinseco doppio rispetto ad una Hyundai o consimili?