NEWS

Le ibride e elettriche della FCA nel nuovo negozio del papà di Eataly 

Pubblicato 04 maggio 2020

Si chiama Green Pea, verrà aperto a Torino da Oscar Farinetti e venderà solo beni o servizi a basso impatto ambientale.

Le ibride e elettriche della FCA nel nuovo negozio del papà di Eataly 

GIÙ L’INQUINAMENTO - Per molti consumatori, il rispetto dell’ambiente è un valore aggiunto nei prodotti che acquistano, siano essi alimenti, capi d’abbigliamento o vetture. C’è questa “filosofia” dietro il nuovo progetto di Oscar Farinetti, l’imprenditore noto per aver fondato la celebre catena di supermercati Eataly (vende generi alimentari di origine italiana): è chiamato Green Pea, dovrebbe aprire a Torino dopo l’estate e si occuperà non solo di ristorazione “green”, ma anche della vendita di mobili, arredi e vestiti a basso impatto ambientale. Uno dei cinque livelli sarà riservato alle automobili meno inquinanti della FCA, con la quale è stato stretto un accordo. 

MANGI E FAI IL PIENO - Fra i modelli esposti, come ha anticipato Farinetti nel corso di un’intervista a Il Corriere della Sera, ci saranno la Fiat 500 elettrica (le cui consegne partiranno dall’estate) e le Jeep Renegade e Compass PHEV, dotate del sistema ibrido con batterie ricaricabili dall’esterno, oltre ai modelli alimentati a metano. All’esterno di Green Pea saranno installate 26 colonnine per la ricarica delle batterie, frutto di un accordo con Enel X, in modo da incentivare la diffusione delle mobilità elettrica.





Aggiungi un commento
Ritratto di BioHazard
4 maggio 2020 - 22:07
L'ho visto una volta a febbraio per un convegno al Lingotto e sembra davvero figo
Ritratto di Claus90
4 maggio 2020 - 22:49
Oscar Farinetti è un genio, ha la ma stima anche non conoscendoci, potrebbero nominarlo cavaliere del lavoro.
Ritratto di nsx
5 maggio 2020 - 10:06
Oscar Farinetti quello che non distingueva la mortadella comprata in uno dei peggiori discount con quella comprata in uno scintillante e luccicante superstore Eataly
Ritratto di Giuliopedrali
6 maggio 2020 - 10:50
Bravo ma perchè legarsi a Fiat e a Jeep ancora peggio, e non a brand davvero "ecologici" almeno in apparenza.
Ritratto di Giulio Menzo
6 maggio 2020 - 12:03
2
Io ci sono stato l'anno scorso e mi è sembrato molto carino