NEWS

Perché gli italiani preferiscono le straniere?

29 dicembre 2010

Sei auto su dieci vendute in Italia sono di marca estera. Le principali ragioni sono: rapporto qualità/prezzo, linea gradevole e prezzo competitivo. I modelli italiani sono i preferiti solo tra le citycar e utilitarie, dove emergono le Fiat Panda, 500 e Punto Evo.

PIACE STRANIERA - Nel 2010, nel 54,7% dei casi, gli automobilisti italiani hanno preferito acquistare un'auto di marca estera piuttosto che nazionale. A rivelarlo è il XVIII Rapporto Aci-Censis, secondo il quale il 42,2% ha accordato la propria preferenza a un modello “made in Italy” e solo il 3,1% ne possiede una di entrambe le provenienze.

AUTO ITALIANE - Come rileva lo studio, le ragioni che hanno determinato l’acquisto di un'auto nazionale dipendono essenzialmente dal risparmio e dall’italianità del prodotto. Il 29,0% degli automobilisti ha scelto, infatti, un auto nostrana per il prezzo competitivo, il buon rapporto costo/qualità (22,0%), le condizioni di pagamento vantaggiose (15,5%) ed i bassi costi di manutenzione (14,3%). Un buon 19,8% ha acquistato un'auto italiana perché ripone fiducia nella qualità dei nostri prodotti (19,8%), decisamente di più di chi dichiara di farlo per orgoglio nazionale (7,1%). Infine, solo il 16,8%,  l'ha fatto perché ritiene che le nostre auto abbiano una linea gradevole.
 

Le ragioni che hanno determinato l'acquisto di un'auto italiana nel 2010*
Ragione Percentuale**
Il prezzo competitivo 29,0
Il buon rapporto qualità/prezzo 22,0
La fiducia nella qualità del made in Italy 19,8
La linea gradevole 16,8
Le condizioni di pagamento vantaggiose 15,6
I bassi costi di manutenzione 14,3
La buona assistenza alla vendita 8,6
L'orgoglio nazionale 7,1
I buoni servizi post-vendita 5,0
Gli elevati standard di sicurezza 2,0
Il basso impatto ambientale 1,1

 
*La rilevazione si è conclusa nell’ottobre 2010
**Il totale non è uguale a 100 perchè erano possibili più risposte


AUTO ESTERE
- Le principali ragioni di coloro che comprano straniero sono il buon rapporto fra qualità e prezzo del prodotto (41,1%) e il costo competitivo (31,1%). Detto questo, però, in questo caso gli automobilisti tendono a dare maggiore importanza ad ulteriori elementi, quali gli standard di sicurezza (9,0%) e la tutela dell’ambiente (9,7%), poco considerati da chi sceglie un'auto italiana (rispettivamente 2,0% e 1,1%).
 

Le ragioni che hanno determinato l'acquisto di un'auto straniera nel 2010*
Ragione Percentuale**
Il buon rapporto qualità/prezzo 41,1
Il prezzo competitivo 31,1
La linea gradevole 28,8
Il basso impatto ambientale 9,7
Gli elevati standard di sicurezza 9,0
La buona assistenza alla vendita 8,6
Le condizioni di pagamento vantaggiose 7,4
I buoni servizi post-vendita 5,6
I bassi costi di manutenzione 5,4
La sfiducia nella qualità del made in Italy 4,6

 
*La rilevazione si è conclusa nell’ottobre 2010
**Il totale non è uguale a 100 perchè erano possibili più risposte


BENE SOLO LE PICCOLE
- Per constatare come il mercato italiano sia "invaso" dalle auto straniere, basta osservare i dati delle immatricolazioni elaborati dall'Unrae. Nei primi undici mesi del 2010, solo nella categorie delle citycar e utilitarie troviamo come modelli più venduti quelli di marca italiana: sono rispettivamente la Fiat Panda (128.560 auto) e la Punto Evo (144.850). Tra i primi tre modelli più venduti c'è anche la Fiat 500 (64.832) che precede la Smart Fortwo (24.808), mentre tra le utilitarie, alle spalle della Punto Evo, ci sono la Ford Fiesta (92.428 auto) e la Citroën C3 (56.318): la Lancia Ypsilon, ormai prossima al pensionamento, è al 6° posto con 42.751 auto, mentre l'Alfa Romeo MiTo al 10° con 24.318.

ITALIANE INDIETRO - Tra le berline a cinque porte, con 48.107 unità la Volkwagen Golf (nella foto in alto) si conferma la preferita dagli italiani: la Fiat Bravo è solo al 5° posto con 23.853 auto, la Lancia Delta è al 9° con 15.965 e precede l'Alfa Romeo Giulietta (13.191 auto), in vendita però solo dalla primavera. L'Audi a A4 (17.873 auto) è la più venduta tra le berline di medie dimensioni, oltre il doppio della prima italiana, la Fiat Croma (7.363 unità), mentre l'Alfa Romeo 159 non compare tra i primi 10 modelli più venduti.

TEDESCHE PADRONE
- Nel cosiddetto “segmento D”, che per l'Unrae raggruppa le berline e le suv grandi, al primo posto c'è la Mercedes Classe E (6.510 auto) e nessuna traccia di modelli italiani che, invece, con le Maserati GranTurismo e le Ferrari 458 Italia e California compaiono nella “top ten” del “segmento F”, quello che identifica le auto di lusso e sportive, dominato dalla Porsche 911(da gennaio a novembre ne sono state immatricolate 1.040 unità).

Aggiungi un commento
Ritratto di Stef-Ferrarista
29 dicembre 2010 - 15:05
...semplice!...basta confrontare i listini di fiat e volkswagen (solo per fare un esempio) e rendersi conto che la vw polo viene offerta ad un prezzo inferiore rispetto alla punto evo, però la prima offre una qualità di categoria superiore, una linea bella, ed è piena di tecnologia....mentre la punto evo ha una linea bruttissima e delle dotazioni di serie scarsissime...
Ritratto di massigem
29 dicembre 2010 - 15:26
Insomma la polo costa carissima e non ha niente di piu di una punto evo, nella versione higthline non ha neppure la radio ma vi rendete conto?? dov'è tutta questa qualita io non l'ho vista sulla polo internamente la punto evo è piu gradevole.
Ritratto di wiliams
29 dicembre 2010 - 15:36
Non capisco cosa centri la GRANDE PUNTO,che trà l altro quì in ITALIA vende abbastanza bene.Se leggi bene l articolo le auto italiane primeggiano proprio nel segmento delle CTYCAR,dove PANDA,GRANDE PUNTO e 500 la fanno da padrona.Quindi il tuo discorso G.PUNTO orrenda e scadente, mentre invece VW POLO bellissima e tecnologicamente avanzata, non vale una cicca.Se questa G.PUNTO è così orrenda perchè se ne vedono così tante in giro?Non venermi a raccontare perchè costa poco!!!Visto che hai appena scritto che la PUNTO EVO costa di più della "bellissima" POLO.Detto questo, le auto italiane non figurano proprio in quei segmenti dove storicamente non è mai stata competitiva,praticamente dalle berline a tre volumi in sù,in alcuni casi non è nemmeno più presente da un bel po,come nel segmento delle ammiraglie,per non parlare poi dei SUV...........dove non cè mai stata!!!!!!!
Ritratto di Stef-Ferrarista
29 dicembre 2010 - 16:23
Allora iniziamo a precisare che nel mio commento ho parlato di punto evo e non di grande punto...poi ti dico che la punto evo solo in italia riesce a tenere testa alla polo (e questo non lo dico io, ma sono i dati a parlare...vw polo seconda auto più venduta in europa...subito dopo la golf!!) in Italia si vende la punto evo solo perché c'è gente ottusa "affezionata" al marchio italiano...e non ha capito ancora che la fiat sta indietro anni luce rispetto ai "colossi" mondiali. . .
Ritratto di wiliams
29 dicembre 2010 - 16:42
Ma cosa stai dicendo STEF-FERRARISTA!!!!!!!!!La FIAT è indietro anni luce rispetto ai "colossi" mondiali?Ma fammi il piacere..........smettila di dire falsità.In ITALIA la PUNTO EVO vende perchè cè ancora gente ottusa affezionata al marchio italiano?HAHAHAHAHAHA.......ma smettila!!!!!!Cosa intendi quando dici che la FIAT è indietro anni luce?Su cosa sarebbe così indietro?Fammi qualche esempio,dimostramelo.
Ritratto di OrgoglioItaliano
29 dicembre 2010 - 17:13
Scusa ma come fai dire certe cose??Capisco che ti piace di più la Polo ma non puoi uscirtene dicendo che coloro che comprano la Punto Evo sono tutti ottusi!!Se ragioniamo in questo modo ti dico allora che la tua amata Polo esteticamente fa ridere e se la consideri bella non capisci niente di stile!!La Punto Evo vende perchè è un'ottima auto e se la Fiat investisse nei segmenti superiori(seriamente),secondo me potrebbe far piangere qualche costruttore tedesco.
Ritratto di wiliams
29 dicembre 2010 - 17:32
Quoto tutto.
Ritratto di Gianfranco84
29 dicembre 2010 - 18:37
Da come ho capito lei non capisce niente di auto,parliamo solo di Fiat Punto e Volkswagen Polo,la Polo montava fono all'anno scorso motori diesel 1.4 3 cilindri iniettore-pompa"questo motore è rumoroso e poco sportivo",la Fiat Punto monta dal 2003 il motore 1.3 Multijet da 69-75-95-105cv questi sono i livelli di potenza erogati dall'ottimo motore Fiat"molto brillante,parsimonioso,silenzioso,affidabile,costi di gestione contenuti", il grupla Volkswagen ha abbandonato la sua tecnologia iniettore-pompa in favore della tecnologia Fiat common-rail,Fiat inventò il common-rail negli anni 90' "la prima auto dotata di tecnologia common-rail fù la bellissima Alfa Romeo 156 nel 1997,tutte le auto del mondo"tedeschi,giapponesi,coreani,francesi,americani,indiani,cinesi"per i motori diesel usano la tecnologia Fiat"common-rail",le dirò di più il gruppo Fiat vende i suoi motori meno evoluti e semplificati a cinesi,americani,tedeschi,indiani,etc., i 1.3,1.9,2.0 Multijet by Fiat vengono montati sù:Saab,Cadillac,Opel,Ford,Suzuki,Tata,e tanti altri,per quanto riguarda il pianale della Fiat 500/Panda è uno dei migliori in circolazione,pensi che da questo pianale escono Panda/500/nuova Lancia Ipsylon,Ford KA,la Ford Ka esce dalla stezza fabrica dalla quale escono i modelli Fiat e dispone di interni,materiali,motori Fiat.La bellissima Alfa Romeo Giulietta dispone di un'ottimo pianale"inedito MacPherson in parte in alluminio all'anteriore e spospensione posteriore Multilink.La Giulietta secondo la rivista tedesca auto-bild ha una tenuta di strada superiore alla Bmw serie 1,la Giulietta ha doti dinamiche a Golf e Audi A3,la Giulietta è il punto di riferimento della categoria,l'Alfa Romeo a novembre ha segnata un +25,8% un record di vendite,sè non sà nulla di auto è inutile che scriva.
Ritratto di Elfonero
29 dicembre 2010 - 18:53
sull'ultima parte..bmw serie1 e audi a3 sono ormai auto datate, che non tolgono la lode alla giulietta per aver fatto meglio come tenuta di strada dato che era sempre possibile fare peggio o uguale, però il vero confronto andrà fatto con i nuovi modelli che usciranno tra poco, sia della serie1 che della a3..se anche loro miglioreranno è chiaro che ci sarà un drastico ridimensionamento della posizione dell'alfa..
Ritratto di Al86
29 dicembre 2010 - 19:10
La FIat ha delle buone auto in listino (Panda, 500, Bravo/Delta e Giulietta), il problema è che ha uno sfavorevole rapporto qualità/prezzo, nel senso la qualità è buona ma il prezzo è troppo alto, tu citi il fatto che la Ford Ka esce con le stesse componenti e dallo stesso impianto della 500, giusto, ma allora perché la Ka costa circa 1000€ in meno (nelle versioni base, che poi la base della ka è più "ricca" della base della 500)? La Giulietta è nel complesso un'ottima auto (esteticamente non mi piace, ma è un'altra storia), ma rispetto alla 147 che sostituisce ha una base meno raffinata, ma sono comunque riusciti a mantenere un'ottima tenuta di strada e la Giulietta è comunque una delle Fiat (inteso come gruppo) da prendere in considerazione (anche se non è una vera Alfa Romeo, ma questo è chiedere troppo a chi l'Alfa non l'ha mai voluta), comunque una piccola precisazione, il pianale della Giulietta non è inedito, ma è un'evoluzione di quello della Bravo/Delta opportunamente rivisto
Pagine