NEWS

La Jaguar XE sarà presentata a settembre

15 luglio 2014

Annunciando per l'8 settembre la presentazione della XE, la Jaguar ha diffuso nuove informazioni tecniche.

La Jaguar XE sarà presentata a settembre
SCELTE RAFFINATE - La data è stata fissata: la Jaguar XE, la berlina sportiva che proverà a fermare lo strapotere tedesco, sarà presentata in anteprima mondiale a Londra il prossimo 8 settembre. Stando alle prime informazioni diffuse dall’azienda inglese, la XE sembrerebbe avere tutte le carte in regola per conquistare i clienti di Mercedes C, BMW Serie 3 e Audi A4. L’architettura in alluminio e l’inedita famiglia di motori Ingenium a quattro cilindri benzina o diesel non saranno le uniche innovazioni introdotte dalla XE che, stando a quanto promette la Jaguar, assicurerà una dinamica di marcia al vertice della classe. Il perché è presto detto: sospensioni anteriori derivate dalla sportiva F-Type, posteriori di tipo “Integral Link”, servosterzo elettrico e trazione posteriore a controllo elettronico sono gli assi nella manica. 
 

La Jaguar ha diffuso l'immagine del frontale della nuova XE.
 
I DETTAGLI - “Le Jaguar sono rinomate per il loro equilibrio e per la guida di alta qualità. La Jaguar XE sarà il culmine di ciò che l’azienda ha imparato nel corso degli anni”, ha detto Mike Cross, colui che in seno alla case inglese si occupa della dinamica del veicolo. Le sospensioni anteriori a quadrilatero, montate su un telaio ausiliario, promettono massimi livelli di maneggevolezza e tenuta di strada; quelle posteriori (con la maggior parte delle componenti in alluminio) forniscono una rigidità torsionale e laterale maggiore rispetto al più convenzionale multi-link, garantendo una guida agile e raffinata, secondo la casa. La XE sarà la prima Jaguar a montare l’ultima generazione del servosterzo elettrico a smorzamento variabile, leggero in manovra e capace di adattarsi alle impostazioni date dal guidatore attraverso il selettore delle modalità di guida Jaguar Drive Control. Ultimo, ma non meno importante, il controllo di trazione “All Surface Progress Control”, un non ben precisato sistema di stabilità e trazione, che fornisce la trazione ottimale alle ruote posteriori anche sui fondi più scivolosi.


Aggiungi un commento
Ritratto di Robx58
15 luglio 2014 - 13:48
12
di cui parla l'articolo sono tali per Jaguar ovviamente, perchè le tre tedesche già le adottano, almeno Bmw, è ovvio se si vuole entrare nel settore " premium " bisogna adottare degli accorgimenti che auto di caratura inferiore non hanno, per l'appunto il sistema sospensivo, sterzo e trazione, è qui la differenza in qualità di dinamica di marcia, di maneggevolezza e tenuta di strada e ovviamente di prezzo.
Ritratto di Flavio Pancione
15 luglio 2014 - 14:01
7
se tutto ciò sarà efficace e azzeccano l'auto sarà una vera concorrente della Serie 3. E sinceramente lo spero, la concorrenza fa sempre bene. Per ora le "solite" serie 3 e classe C vengono sempre appaiate e considerate simili, tutt'altro invece, se le si conosce e le si guida per un bel po , paiono assai diverse. Sono auto che insieme con la Lexus IS (con le dovute differnze ) considero ai vertici della categoria , anche se tutte diverse tra loro.. Jaguar ha un bel compito, ma difficile, spero nella riuscita.
Ritratto di Robx58
15 luglio 2014 - 15:24
12
Me lo auguro, la Jaguar sta lentamente migliorando e ampliando le sue vetture, e come te dici la concorrenza è sempre un bene, però non basta azzeccare la linea e adottare un buon pianale con annessi gli organi indispensabili ( sospensioni, motore, cambio ecc...) e come giustamente affermi, all'apparenza vengono considerate uguali auto come serie 3 o classe C quando in fondo per motivi di caratteristiche costruttive e di ordine strutturale nonché di tradizione, le auto non si somigliano affatto nei comportamenti di guida ognuna ricalca la tecnica peculiare del marchio che rappresenta. A questa logica non si sottrae nessuna auto, quindi anche questa Jaguar che spero sia migliore di XF qualitativamente parlando ( auto bellissima ) dia la possibilità di apprezzare il Made in England, e speriamo si aggiunga a breve anche l'Alfa Romeo con la "Giulia" per il Made in Italy.
Ritratto di Flavio Pancione
15 luglio 2014 - 17:06
7
speriamo soprattutto in un'Italiana del genere, più presto possibile
Ritratto di Flavio Pancione
15 luglio 2014 - 13:54
7
a mio parere sarà bellissima. Stanno comunque creando un'aspettativa altissima, per cui è vietato deludere. Le componenti tecniche sono comunque molto interessanti, ai vertici della categoria, come le sospensioni con componenti in alluminio che utilizza anche Bmw, e soprattutto il telaio che però ha da dimostrare quanto pesa in toto con l'auto. Quante storie però per l'Integral link, una sospensioni non di certo più nobile di un multilink a cinque bracci, piuttosto è di rilievo l'avantreno. Finalmente un'auto interessante, diversa dalle ultime novità noiose di suv, crossover e giocattolini vari.
Ritratto di Chromeo
15 luglio 2014 - 15:19
Tra un po di anni, la concorrenza ai marchi Tedeschi sarà spietata
Ritratto di pluriflex
17 luglio 2014 - 11:37
SE PENSANO DI FARE UNA VETTURA COME LA X TYPE, CHE PIU' CHE UNA JAGUAR ASSOMIGLIAVA AD UNA FORD (VEDI COMPONENTISTICA) HAN SBAGLIATO TUTTO. DEVE ESSERE UNA VETTURA CHE VA' BENE SIA DA NUOVA CHE QUANDO E' UN PO' CHE LA USI. PERCHE' LA GENTE COMPERA UNA VETTURA NON PER CAMBIARLA DOPO DUE ANNI, PERCHE' DOPO INIZIA A DETORIARSI