NEWS

Com’è la Kia EV6 dal vivo

Pubblicato 19 maggio 2021

Abbiamo visto in anteprima la nuova crossover elettrica Kia EV6: vanta personalità forte, proporzioni sportive e un abitacolo ampio e ricco di tecnologia (ma con qualche plastica rigida di troppo).

Com’è la Kia EV6 dal vivo

DEBUTTO A SETTEMBRE - Della Kia EV6 abbiamo già parlato approfonditamente qui e qui, ma ora abbiamo potuto osservare dal vivo il primo esemplare giunto in Italia; il lancio del modello presso tutta la rete di vendita è previsto per il mese di settembre del 2021, e circa un anno dopo arriverà anche la più sportiva versione GT da ben 585 cavalli, per la quale comunque esiste già un prezzo (69.500 euro). L’esemplare di pre-serie che ci è stato presentato era invece il modello meno potente (ma comunque con 229 cavalli, per uno “0-100” dichiarato di 7,5 secondi) e con un solo motore posteriore (gli altri ne hanno uno anche davanti, che garantisce la trazione integrale). Il listino è di 49.500 euro, ma senza considerare i sostanziosi ecoincentivi statali. Che sono invece integrati nell’offerta che prevede un anticipo di 9.300 euro, seguito da 36 rate mensili da 299 euro e un eventuale saldo finale; inclusi anche due anni di Rc auto.


  
CROSSOVER SPORTIVA - Vista dal vivo, la Kia EV6 si conferma dotata di una personalità decisa. Merito di elementi particolari, come le sottili luci posteriori che contornano tutto il profilo della coda, o le maniglie delle porte a filo della carrozzeria, che migliorano l’aerodinamica e lo stile (ma sono comode solo se fuoriescono da sole, come previsto nel pacchetto Comfort da 2.250 euro). L’elemento che balza più all’occhio, comunque, sono le proporzioni: l’impressione (nonostante la distanza minima da terra di 17 cm, più vicina a quella di una suv piuttosto che di una berlina) è di una vettura sportiva, slanciata e aggressiva. L’effetto è accentuato dalle ruote poste agli angoli della carrozzeria, dal cofano anteriore molto corto e inclinato, dal lunotto quasi orizzontale e dai finestrini relativamente piccoli. 

SCHERMI RAPIDI E PLASTICHE RIGIDE - L’abitacolo della Kia EV6, facilmente accessibile, prevede una plancia sottile con due display di 12,3” affiancati in un unico supporto; quello centrale serve per il sistema multimediale e ci è parso pronto nella risposta; subito sotto ci sono i pomelli e i comandi a sfioramento per il “clima” (e per l’infotainment), molto reattivi. Lo stile è moderno, con bocchette sottili, luci d’ambiente e parte alta rivestita in una sorta di tessuto gradevole alla vista, ma in generale ci sono molte plastiche rigide, dall’aspetto un po’ economico per un’auto di questa categoria. 

SEDILI GRAN COMFORT - Giudizio molto positivo per i sedili della Kia EV6, che sono piuttosto morbidi, oltre che ampi e confortevoli; il divano, ben imbottito per tutta la sua notevole larghezza e con schienale regolabile nell’inclinazione, va bene per tre adulti, anche perché il pavimento è perfettamente piatto e c’è spazio in abbondanza per le gambe. Non ci si aspetti di trovare gli stessi centimetri di una suv fra la testa e il soffitto, ma non è un vero problema, dato che bisogna essere di altezza molto superiore alla media (un metro e novanta cm) per sfiorare il rivestimento con i capelli. Dà un po’ noia solo il pavimento rialzato, a causa dell’ingombro della batteria sottostante: capita con molte elettriche, e fa viaggiare chi siede dietro a ginocchia alte (oltre a limitare la possibilità di infilare i piedi sotto i sedili anteriori).

Le tasche nelle porte non sono enormi, ma hanno un rivestimento in feltro antirumore, e tutti gli altri vani sono molto capienti; la consolle centrale a sbalzo (con il pulsante per “avviare” il motore, il pomello per scegliere fra marcia avanti o indietro e la piastra per la ricarica wireless dei cellulari) lascia spazio anche a un vassoio sottostante, che può ospitare una grande borsa. Il bagagliaio della Kia EV6 è composto da due scomparti: quello anteriore di 52 litri (o 20 nelle versioni AWD a trazione integrale) è adatto più che altro per riporre i cavi della ricarica; quello posteriore, di 511 litri, è profondo e discretamente alto. Sono apprezzabili il portellone motorizzato (nel pacchetto Comfort), le levette nelle pareti laterali per abbassare gli schienali e la botola centrale passante, per caricare gli sci; non troppo distante da terra la soglia di carico (73 cm). 

RICARICA “LAMPO”. E NON COSTOSA - La Kia EV6 può ricaricare a ben 800 volt la sua batteria da 77,4 kWh (con autonomia ufficiale stimata, in attesa dei test definitivi, superiore a 510 km per questa versione da 229 CV). Collegandosi a una delle colonnine pubbliche superveloci, secondo la casa bastano 18 minuti per passare dal 10% all’80% della carica (con picco di potenza accettata pari a 239 kW). Grazie all’accordo stretto con Ionity, che oggi ha 24 colonnine di questo tipo in Italia (ma il numero è in costante crescita), la Kia offre il pacchetto Power, conveniente per l’automobilista che percorre parecchi chilometri dato che prevede una quota mensile di 13 euro, e un prezzo per la corrente pari a 0,29 euro/kWh. La “tessera” Kia Charge consente invece l’accesso con fatturazione unica alla gran parte dei punti di ricarica pubblici (230.000 in Europa). Dei 13.000 presenti nel nostro Paese, circa 8.000 sono di Enel X, che fa pagare 35 centesimi al kWh per le più diffuse (ma meno veloci) colonnine in corrente alternata e 44 per quelle in continua.

Kia EV6
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
41
27
18
20
39
VOTO MEDIO
3,1
3.07586
145




Aggiungi un commento
Ritratto di Check_mate
19 maggio 2021 - 18:53
Alla fine della fiera, rinvio il giudizio finale ad un incontro dal vivo, sia per lei che per la Ioniq 5. Questa mi sembra leggermente più proporzionata ma pur sempre troppo anti convenzionale. Meglio dentro invece, han levato il bianco pacchiano sui tablet. Curioso, poi, che dichiari più autonomia rispetto alla Hyundai, non credo sia per i 77,4 kWh che credo siamo nominali contro i 72 effettivi. O sbaglio? Tra Hyundai e Kia non ho ancora capito quale marchio voglia essere più “premium”, con i dovuti paragoni.
Ritratto di Quello la
19 maggio 2021 - 19:07
La sua ultima affermazione, caro Check, ha dell'incredibile. Nel senso che è vera, ma riferita a due Marco che io ho vissuto come le ultime ruote del carro. E guardale adesso. A mio avviso, comunque, non puntano a essere premium, ma a stare dalle parti della Peugeot di oggi e della VW di ieri.
Ritratto di Check_mate
19 maggio 2021 - 19:13
Si, sono d'accordo. Ma il mio interrogativo era più che altro rivolto a loro due, nel senso: "chi, fra loro due, punta a produrre prodotti che vorrebbero trasmettere più appeal?". A volte mi verrebbe da dire Kia, vedi Stinger, altre Hyundai. Per contrapporsi alla triade, così come a Lexus, hanno già Genesis. Però, ad esempio, tra Peugeot e Citroen la differenza è netta. Tra Audi e Volkswagen pure, oggi ancor di più. Quindi, nel gruppo, non ho ancora ben inquadrato a che livello si vogliano collocare entrambe. Forse sullo stesso? Sarebbe la risposta più semplice ma anche la più riduttiva se vogliamo...
Ritratto di Quello la
19 maggio 2021 - 19:35
Si avevo capito il senso del tuo commento, caro Check, e anch'io me lo chiedo da tempo, senza risposta. Credo che il problema stia nella mancanza di una vera identità di marca, a differenza di quasi tutti i marchi europei. Ad esempio Trabant, Lada ne hanno di più, ai miei occhi, forse perché hanno almeno un modello iconico.
Ritratto di bangalora
20 maggio 2021 - 17:20
Secondo me sono piu' premium queste che tante altre. ( ovviamente Kia e Hyundai )
Ritratto di Giuliopedrali
19 maggio 2021 - 19:08
Credo che dal vivo anche per il tipo di novità che propongono queste auto che sono di una nuova tipologia sarano abbastanza emozionanti, anche per il prezzo purtroppo.
Ritratto di Check_mate
19 maggio 2021 - 19:15
Credo anch'io che il primo incontro sarà abbastanza "forte".
Ritratto di AndyCapitan
20 maggio 2021 - 21:25
1
Ma....anche a questa non riesci a fare più di tanto l'occhio... Quel culone lì non mi piace....troppo vuoto con qui fanalini sottili.. .l'interno andrebbe anche bene ma quel volante lì è un pugno in un occhio....farei un cambio almeno con quello della Tucson.....
Ritratto di Gasolone xv
19 maggio 2021 - 21:49
Si, in effetti, sopratutto vedendo la pancia ho dovuto correre in bagno come ai tempi degli esami universitari
Ritratto di Aprilia
20 maggio 2021 - 18:59
Una volta Kia era più premium di Hiunday ma le differenze si sono accorciate. Onestamente preferisco Kia anche per i 7 anni di garanzia , eventuali tagliandi prepagati e 12 anni sulla corrosione
Pagine