NEWS

Kia Optima: con la quinta generazione cambia tutto

Pubblicato 12 novembre 2019

Stile più dinamico e dimensioni maggiori per la nuova Kia Optima, presentata in Sud Corea con il nome K5.

Kia Optima: con la quinta generazione cambia tutto

PIÙ LUNGA DI 5 CM - In vista dell’arrivo sul mercato coreano, previsto a dicembre, la Kia mostra le prime immagini della K5, berlina di grandi dimensioni che dovrebbe esordire in Europa nel corso del 2020 con il nome Kia Optima. La quinta generazione della Kia Optima ha un aspetto più dinamico e muscolare che, come ormai è la norma per le berline di questa classe, si ispira a quello delle coupé. Rispetto alla precedente generazione, la Kia Optima 2020 è più lunga di 5 cm (ora sono 490,5 cm) e più bassa di 2 cm (a 144,5 cm), mentre la larghezza passa da 183,5 a 186 cm.

NUOVA MASCHERINA - La nuova Kia Optima porta all’esordio la rinnovata mascherina Tiger Nose, comune a tutte le Kia dell’ultimo periodo: si chiama Tiger Nose Evolution ed è ancora più sottile, ma si sviluppa maggiormente in orizzontale e sembra fondersi con i fari a led, dotati di luci diurne che formano una “s” e risalgono verso il passaruota. Molto personali anche i fanali posteriori, uniti fra loro da una striscia tratteggiata di led. A dare un ulteriore senso di sportività all’auto sono i grandi cerchi di 19”, ma è possibile scegliere anche quelli di 16”, 17” e 18”.

DUE SCHERMI - La casa coreana non ha ancora mostrato l’interno della Kia Optima, ma dai bozzetti si intuisce che avrà un aspetto moderno con due schermi affiancati per il cruscotto e il sistema multimediale. La consolle centrale sarà piuttosto massiccia e non avrà il selettore del cambio, che per i modelli con trasmissione automatica verrà sostituito da un corto pomello. Fra i motori dovrebbero esserci i benzina turbo 1.6 e 2.5, oltre ad un sistema ibrido.

Kia Optima
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
14
4
8
2
3
VOTO MEDIO
3,8
3.774195
31




Aggiungi un commento
Ritratto di remor
12 novembre 2019 - 11:21
Meglio il 3/4 anteriore (decisamente riuscito) che il posteriore. Questo fatto dei vari volumi sovrapposti (in voga anche fra le tedesche premium e forse per questo sta prendendo piede anche fra altri costruttori) mutuato forse dai suv per allinearsi al family feeling, sulle berline in particolare poi dà luogo a dei posterìori poco puliti e riusciti (opinione personale).
Ritratto di HomerSimpson
12 novembre 2019 - 11:25
Luci anteriori e posteriori inguardabili, doppio schermo scopiazzato da Mercedes.
Ritratto di john_doe
12 novembre 2019 - 11:26
Il frontale e il retro hanno un linguaggio visuale completamente differente, sembrano due macchine diverse attaccate insieme con lo scotch
Ritratto di Jonny1
12 novembre 2019 - 22:20
Stavo pensando come esprimermi, ma dopo aver letto il tuo commento non posso che concordare al 100%. L'anteriore e il posteriore non hanno nulla di armonico.
Ritratto di BRIXIO85
12 novembre 2019 - 11:35
Questi stanno semplicemente su un altro pianeta, anzi in un'altra galassia proprio. Per dirla con Cetto La Qualunque: se ci sputano ci profumano...
Ritratto di AMG
12 novembre 2019 - 11:53
Molto, troppo coreana nello stile. Era più apprezzabile ed europea quella precedente. Questa non incontra propriamente il mio gusto
Ritratto di AMG
12 novembre 2019 - 12:47
Vero però che per creare qualcosa di nuovo bisogna anche spezzare un pò gli standard piuttosto banali delle linee della maggior parte delle auto, quindi la differenziazione è apprezzabile.
Ritratto di 82BOB
12 novembre 2019 - 13:26
Filante ed elegante, anche se non mi convincono i gruppi ottici anteriori! Al posteriore il monociglio non è il massimo ma molto meglio di altri... Interessante, anche se forzata, la linea a contrato che percorre la vettura dal parabrezza al portellone! Degli interni poco si può dire!
Ritratto di 82BOB
12 novembre 2019 - 13:27
*contrasto
Ritratto di Andrea Zorzan
12 novembre 2019 - 13:29
Il frontale è inguardabile.
Pagine