NEWS

La Kia si prepara per la guida autonoma

9 gennaio 2016

Presentata al CES di Las Vegas la nuova divisione interna della Kia che svilupperà le tecnologie per l'assistenza alla guida e la guida autonoma.

La Kia si prepara per la guida autonoma
GUIDA SAGGIA - Si chiama Drive Wise (guida saggia, in italiano) la nuova divisione della Kia dedicata allo sviluppo delle tecnologie per la sicurezza attiva e la guida autonoma presentata al Consumer Electronics Show (CES) di Las Vegas a bordo di una Soul EV. Un comparto preposto a definire il primo modello del marchio con sistemi inediti di guida assistita, gli Adas (Advanced Driver Assistance Systems), previsto per il 2020 e il successivo che potrà fare a meno del guidatore e sarà introdotto sul mercato entro il 2030. Un impegno che richiederà 2 miliardi di dollari di investimenti (circa 1,84 miliardi di euro) nel prossimo triennio e altre risorse finanziarie da definire negli anni successivi. 
 
TECNOLOGIE PER LA CITTÀ - La Kia Soul EV (nelle foto)mostrata sulle strade del Nevada è dotata di telecamere, radar e sensori laser Lidar al servizio di diversi dispositivi pensati per la sicurezza attiva, ma pure semplificare la vita del conducente. In città le sperimentazioni riguardano tre sistemi, tra i quali l’Autonomous Valet Parking che, una volta giunti a destinazione, consente di scendere dall'auto e lasciare che l'auto trovi un posto libero e parcheggi da sola per poi recuperarla con l'aiuto di uno smartphone o di uno smartwatch. Le altre due tecnologie sono la Traffic Jam Assist (TJA) che aiuta a mantenere la distanza di sicurezza e, di conseguenza, ad evitare collisioni nella guida con traffico intenso e l'Urban Autonomous Driving (UAD), evoluzione comprensiva di GPS per la navigazione urbana e di sensori per il monitoraggio del traffico in tempo reale. 
 
SI FERMA DA SOLA - I sistemi di assistenza integrati sulla Kia Soul elettrica esposta al CES 2016 comprendono pure le tecnologie per agevolare la guida fuori dai centri urbani, come l'HAD, acronimo di Highway Autonomous Driving. Un dispositivo che utilizza radar e telecamera per “leggere” la segnaletica orizzontale e controllare l'andamento degli altri veicoli al fine di consentire la guida autonoma in strade a scorrimento veloce o in autostrada. Finalità simile ha il Preceding Vehicle Following (PVF) pensato per la guida assistita quando la segnaletica orizzontale è assente o difficilmente identificabile. In questo caso, le traiettorie della vettura sono calcolate “imitando” quelle del veicolo che precede tenuto a debita distanza di sicurezza. Le ultime due tecnologie installate sulle Soul EV lavorano in combinazione: il Driver Status Monitoring (DSM) tiene sotto controllo le espressioni facciali del conducente per verificarne l'ottimale livello di attenzione che, se assente, attiva l'Emergency Stop System (ESS) che provvede a fermare la vettura nella corsia di emergenza o a lato strada. 
 
ABITACOLO PERSONALIZZATO - Per giungere all'effettiva guida autonoma auspicata entro il 2030 i tecnici Kia stanno lavorando sul sistema di comunicazione V2X e su quelli per migliorare l'interfaccio uomo-macchina. La prima sfrutta telecamere, diverse tipologie di sensori e il “dialogo” con gli altri veicoli e le infrastrutture per conoscere l'ambiente esterno in tempo reale e fornire istruzioni per la conduzione automatica dell'auto. La seconda prevede l'introduzione di tecnologie innovative come quelle per rilevare i comandi gestuali e le impronte digitali e per la maggiore integrazione con smartphone e smartwatch. Di fatto, il desiderio è di consentire la gestione di alcune funzioni della vettura tramite gesti e sensori digitali. Ad esempio, posando il dito sullo schermo di uno smartwatch con rilevamento di impronte l'auto seleziona in automatico la temperatura, la musica e le informazioni sul cruscotto preferite da guidatore.
Kia Soul
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
42
45
39
21
62
VOTO MEDIO
2,9
2.923445
209


Aggiungi un commento
Ritratto di MAXTONE
9 gennaio 2016 - 12:43
1
Al momento, da quanto ho letto, le case più avanti nella guida autonoma sono Toyota, Tesla e Mercedes-Benz.
Ritratto di MAXTONE
9 gennaio 2016 - 13:39
1
Cioè??? Non ho capito per quale motivo la mia auto dovrebbe andarsene in giro da sola a sprecare carburante inutilmente???
Ritratto di Claus90
9 gennaio 2016 - 12:45
Il gruppo Kia/hiunday nel giro di dieci anni è cresciuto tantissimo e guadagna sempre più una certa fama, (ricordo la kia picanto del 2004 auto pessima ma a buon costo e non fu un flop) oggi sentire parlare di guida autonoma su kia è davvero un capolavoro, non oso immaginare tra 10 anni dove possono arrivare chissà se guadagneranno mai una posizione nel settore premium.
Ritratto di FERRARI F1
9 gennaio 2016 - 14:56
Ma se deve arrivare l'ibrido in FCA (con il salone di Detroit) mi immagino quando arriverà la guida autonoma? Forse con l'alleanza di Google? Mah. Spero il più presto possibile anche perchè ormai la tecnologia sta diventando il fulcro dell'auto del futuro. Vedremo fra 10 anni come saranno messi....
Ritratto di Strige
10 gennaio 2016 - 16:03
la guida autonoma si può sempre comprare...basta comprare il brevetto. Quindi il problema non sussiste. E poi come hai detto te, basta affidare la FCA a google e il gioco è fatto. Mentre sull'ibrido concordo con te, ma molte case non l'hanno, mi pare pure la BMW, ma non ne sono sicuro.