NEWS

Lada Niva Travel: fuoristrada vera

Pubblicato 22 dicembre 2020

La russa Lada presenta la nuova Niva Travel in sostituzione del modello Niva che, però, non è quello storico del 1977 che conosciamo.

Lada Niva Travel: fuoristrada vera

EREDE DELLA NIVA - Se guardiamo all’attuale gamma della Lada, la storica Niva prodotta dal costruttore russo dal 1977 e particolarmente apprezzata per via della sua robustezza (ne circolano ancora 650.000), è stata ribattezzata 4x4. Nel listino figura anche un altro modello, denominato Niva, derivato dalla Chevrolet Niva degli Anni 90 (la GM e la Avtovaz avevano una joint venture, poi sciolta). La Lada Niva Travel (nelle foto) va a sostituire proprio quest'ultima con la quale, però, condivide telaio e meccanica. Dove il nuovo modello, che è lungo 405 cm, si rinnova decisamente è nel design, caratterizzato da forme più squadrate di stampo fuoristradistico. Piuttosto importante la mascherina anteriore esagonale, che si estende in orizzontale raccordandosi con le protezioni del paraurti.

DUE VERSIONI - Per la Lada Niva Travel sono previsti due diversi allestimenti, uno più "cittadino” con fascioni laterali e passaruota in tinta con la carrozzeria, e uno più votato all’off-road, con le stesse componenti in plastica non verniciata, lo snorkel (la presa d’aria del motore alta per superare i guadi) e pneumatici da fuoristrada. Essendo basata sulla precedente Niva, la Niva Travel dovrebbe montare una versione aggiornata del noto quattro cilindri benzina da 1,7 litri con 80 CV e 125 Nm di coppia, abbinato a un cambio manuale a cinque marce. La casa russa ha confermato che il sistema di trazione è integrale permanente con la possibilità di bloccare il differenziale centrale.

GIÀ IN PRODUZIONE - La Avtovaz, che fa parte del gruppo Renault, ha già iniziato la produzione della Lada Niva Travel nello stabilimento di Togliatti, in previsione del suo arrivo sul mercato mercato russo previsto nei prossimi mesi.





Aggiungi un commento
Ritratto di RubenC
22 dicembre 2020 - 13:09
1
Sembra di essere nel 1990...
Ritratto di Alakei
23 dicembre 2020 - 11:28
Vero, ma almeno come i fuoristrada anni 90 è un fuoristrada vero
Ritratto di RubenC
23 dicembre 2020 - 11:30
1
Ci sono fuoristrada di aspetto più moderno e che comunque funzionano almeno quanto questa.
Ritratto di Roomy79
23 dicembre 2020 - 22:39
1
A questi prezzi dubito . Trazione integrale permanente, non è una macchina per andare a fare l'aperitivo
Ritratto di deutsch
24 dicembre 2020 - 19:23
4
Quindi va bene in fuoristrada ma male su asfalto. Sarà per quello che oggi si vedono i SUV, di tutte le taglie
Ritratto di Meandro78
22 dicembre 2020 - 13:10
Duster, sei tu?
Ritratto di Flynn
22 dicembre 2020 - 13:22
Altro pasticcio in salsa francese
Ritratto di Alex1111
23 dicembre 2020 - 12:09
1
Sono d'accordo. I soliti francesi che pensano di essere migliori. Peggiori macchine sono loro a cominciare dalle Renault. Carrozzoni
Ritratto di Flynn
24 dicembre 2020 - 09:32
Mah tanta gente le compra e si trova bene. Per quanto mi riguarda non hanno un solo modello, marchio , versione che potrei seriamente prendere in considerazione di comprare. Anzi, pensandoci bene se la Francia scomparisse manco me ne accorgerei
Ritratto di AndyCapitan
24 dicembre 2020 - 11:54
1
pero' i c@glioni siamo noi italiani....abbiamo rinunciato all'autovaz di togliatti....se la son presa quelli di renault....ed e' un mercato vastissimo quello russo....LADA autovaz copre tutti i mercati del caucaso fin giu' alla turchia...bielorussia.. slovacchia...cechia ecc....ditemi se non potevamo investirci come FCA.....in piu' i francesi si son beccati anche la stessa perche' comandano i vertici di PSA!
Pagine