NEWS

La Chrysler già al lavoro sull'erede della Lancia Delta

07 febbraio 2012

Sorpreso per strada un “muletto” della cosiddetta Chrysler 100, la nuova berlina americana che sarà proposta con carrozzeria 4, 5 porte e station wagon. Attesa per il 2013 potrebbe essere la base della nuova Lancia.

La Chrysler già al lavoro sull'erede della Lancia Delta

NUOVA BERLINA - Il sito americano InsideLine ha pubblicato le foto di quella che è stata battezzata la Chrysler 100, una nuova berlina, già prevista dal piano industriale quinquennale della primavera del 2009, che per dimensioni e prezzo si collocherà sotto la 200. Costruita sulla stessa ossatura della Dodge Dart (che a sua volta utilizza il pianale modificato dell'Alfa Romeo Giulietta), la nuova berlina della Chrysler dovrebbe essere proposta in tre varianti di carrozzeria: classica 4 porte, 5 porte e station wagon.

{C}

chrysler_delta_2010_3_mod.jpg
Da qualche tempo la Chrysler porta ai vari saloni americani una Delta per saggiare i gusti del pubblico nei confronti della carrozzeria a 5 porte, che non è molto apprezzata negli Usa.

PREFIGURA L'EREDE DELLA DELTA - Inizialmente previsto per la metà di quest'anno, il debutto della Chrysler 100 sarebbe slittato al 2013, anno in cui, tra l'altro, è prevista anche l'uscita di produzione dell'attuale Delta. In accordo alla stretta sinergia tra Chrysler e Lancia, quasi certamente dalla Chrysler 100 sarà derivata anche l'erede dell'attuale Lancia Delta, in commercio dal 2008. Quest'ultima, secondo il piano industriale Fiat, è destinata ad uscire di produzione proprio nel 2013.

> I prezzi aggiornati della Lancia Delta





Aggiungi un commento
Ritratto di omnia
7 febbraio 2012 - 12:02
Potrebbe essere la base della "nuova Lancia". Ma sbaglio o il muletto è sulla base della Giulietta? Perchè dunque non attribuire meriti al merito! E' la nuova Chrysler 100 che verrà sviluppata sulla base della Giulietta. Spero solo che per la nuova Delta non si affidino alla "fantasia" degli americani, perchè sembra proprio che la direzione intrapresa sia quella di dare alla Lancia il volto del CLONE AMERICANO.
Ritratto di armyfolly
7 febbraio 2012 - 12:10
A PARLARE PRIMA DI DART E POI DI GIULIETTA..IO AVREI SCRITTO ADOTTA L'OSSATURA DELLA GIULIETTA GIA USATA IN AMERICA PER LA DODGE DART..
Ritratto di mustang89
7 febbraio 2012 - 12:14
La fiancata è uguale alla dart, i fari sono della giulietta. Quindi è inutile che qualcuno ora cominci a dire se sia brutta o bella, esteticamente, non è possibile giudicarla in quanto tutto è provvisosrio.
Ritratto di elioss
7 febbraio 2012 - 12:14
4
che la nuova delta dia il volto alla C 100? anche se viste le vendite C e quelle Lancia limitate quasi esclusivamente all'italia direi che fanno bene a dare più soddisfazioni ai gusti americani, in ogni caso spero come con la dart che il design sia sviluppato in collaborazione dei designer italiani, almeno qualcosa di italiano c'è, la 300c o thema si vede subito che non ha tratti italiani fuori, gli interni invece si, ma l'italia come l'europa preferisce le curvealle linee
Ritratto di Andry9188
7 febbraio 2012 - 12:28
dissero che le future Lancia (uso il termine "Lancia" ormai solo ed esclusivamente per abitudine) avrebbero avuto caratteristiche in comune con le Chrysler. Poi, secondo un articolo di alVolante di qualche mese fa, avrebbero accantonato questa opzione in favore dell'utilizzo di un design unico per i due marchi. Questa cosa mi ha fatto rabbrividire.
Ritratto di oper
8 febbraio 2012 - 16:50
trovo che sia un peccato archiviare un buon progetto ed una buona linea come la delta.qui si nota la differenza tra la casa italiana e la tedesca.golf è stata sviluppata e riprogettata nel tempo,ma è sempre rimasta abbastanza fedele al modello precedente perchè di successo costruendo su di essa il proprio successo industriale. ora non so se la delta sia di successo o meno,ma a mio parere è un ottima vettura ben rifinita
Ritratto di i♥fiat
7 febbraio 2012 - 12:37
una giulietta con la faccia da chrysler.bhooooooooooooo vediamo un po
Ritratto di IloveDR
7 febbraio 2012 - 12:52
4
...un marchio da appiccicare su delle americanissime Chrysler costruite su una base italianissima dell'Alfa Romeo. La Delta è già a fine carriera? Peccato
Ritratto di Gino2010
7 febbraio 2012 - 15:17
Marchionne è intressato a crhysler e lo dimostrano tutti i suoi atti e risultati.Per lui fiat è un'eredità del passato come può esserlo una casa colonica in campagna ereditata da un vecchio zio che è utile nella misura in cui può fornire pezzi di ricambio e fungere da magazzino per la prima casa che si trova in centro da ristutturare che è appunto crhysler.Se tu usi la casa colonica per ristrutturare la prima casa quest'ultima migliora,(ed infatti crhysler ha aumentato tantissimo le vendite),la seconda può migliorare in alcuni punti ma ci sono stanze che vengono abbandonate o smantellate.
Ritratto di Gino2010
7 febbraio 2012 - 15:22
per cui il ragionamento di marchionne è semplice:curare il mercato americano attraverso il marchio crhysler bene conosciuto al quale si destinano investimenti in ricerca e sviluppo,(che comunque sono modesti rispetto ad altre aziende),e riciclare i vecchi modelli crhysler in italia con operazioni di ricarrozzamento per indorare la pillola ai clienti italiani.Finora si salva solo alfa che è poco crhyslizzabile per le sue caratteristiche ed infatti ha il parco auto che sta invecchiando più rapidamente e laddove è ringiovanito ,(vedi giulietta) lo deve solo alla gestione precedente.
Pagine