NEWS

Land Rover: un italiano alla guida del design

Pubblicato 12 novembre 2020

Massimo Frascella è stato nominato a responsabile del design per la marca Land Rover al posto di Jerry McGovern.

Land Rover: un italiano alla guida del design

PROMOZIONE - Il gruppo Jaguar Land Rover ha assegnato nuove mansioni all’interno del suo centro stile. L’inglese Jerry McGovern diventa la figura di spicco, avendone assunto la direzione, e sarà il referente per i responsabili dello stile dei singoli marchi: sono l’inglese Julian Thomson, dal 2019 a capo del design per la Jaguar; e l’italiano Massimo Frascella (nella foto), promosso a capo del design per Land Rover e il suo marchio di lusso Range Rover, dove sostituirà proprio McGovern. 

GIRAMONDO - Frascella, nato 49 anni fa a Massa Carrara, iniziò la propria carriera lavorativa al centro stile della Bertone, dove rimase dal 1997 al 2000. Successivamente, si trasferì al Gruppo Ford: prima in Inghilterra, alla Land Rover (all’epoca di proprietà del colosso statunitense), e poi negli Stati Uniti, alla Lincoln, marchio di lusso per l’America. Frascella passò alla Kia nel 2005 e vi rimase fino al 2011, quando fece ritorno alla Land Rover, acquistata tre anni prima dall’indiana Tata Motors. Prima essere nominato direttore del design, Frascella aveva la carica di direttore creativo della Land Rover.





Aggiungi un commento
Ritratto di Spock66
12 novembre 2020 - 11:14
Più che al design da risvoltinati pensino ai contenuti.. tipo un bel telaio a longheroni...o a delle protezioni che non si sverniciano quando sfiori una siepe...
Ritratto di marcoluga
12 novembre 2020 - 12:18
1
Evidentemente i risvoltinati sono un mercato più remunerativo. Io comunque una Tata non la comprerò mai.
Ritratto di Spock66
12 novembre 2020 - 12:29
Non lo so, è ancora troppo presto per valutare l'andamento delle vendite, ma io credo che con questo Defender la LR si farà molto male..soprattutto se il progetto Ineos Grenadier andrà in porto..hanno gettato alle ortiche un mezzo che avrebbe avuto altri trentanni di futuro assicurato (di nicchia, ma neanche tanto), per fare l'ennesimo SUV che dopo due anni passa di moda..vedremo
Ritratto di AndyCapitan
12 novembre 2020 - 12:48
1
dopo aver disegnnato il nuovo defender minimo voleva licenziato!!!!...ahah
Ritratto di puccipaolo
12 novembre 2020 - 12:24
6
Chissà se toglierà quella simpatica anta della credenza sul vetro posteriore. Mi sono sempre chiestose dentro c'è uno specchio per truccarsi.....robba da maschi veri!
Ritratto di katayama
12 novembre 2020 - 12:55
Credo proprio che lo farà. È urgente.
Ritratto di katayama
12 novembre 2020 - 13:05
Ma anche lo sbecco nella parte superiore dei passaruota, che poi altri hanno sciaguratamente copiato (come rientro o come sporgenza, le due fantastiche variazioni possibili, manca solo il "seghettato"). Per fortuna Panda, 500X, ecc. ne sono rimaste immuni. Non si può proprio vedere.
Ritratto di Giuliopedrali
12 novembre 2020 - 17:54
Lo specchio per truccarsi o vanity mirrors c'è o almeno ce ne sono due nelle Rolls Royce all'interno del montante posteriore è una tradizione.
Ritratto di Lorenz99
12 novembre 2020 - 12:29
AD OGGI , IN EUROPA, È L 'UNICO MARCHIO PREMIUM NON TEDESCO DI SUCCESSO.PERCHÈ MASERATI E JAGUAR, A DIFFERENZA DI PORSCHE SONO RIMASTE PIÙ LEGATE A BERLINE E GRANTURISMO CHE AI SUV, TANTO DI MODA.
Ritratto di AndyCapitan
12 novembre 2020 - 12:52
1
sai cosa c'e' pero'...le land rover in veneto le chiamano land rogner....ma non solo li'.....hanno un sacco di problemi sia elettronici che di motore!...per nullaa affidabili!...mio cognato ha l'evoque ed e' disperato !!!!
Pagine