NEWS

Lexus GS 300h, più al passo con i tempi

4 dicembre 2013

Una seconda e più parca versione ibrida per la gamma GS, con un motore a 4 cilindri di 2.5 abbinato all'elettrico. Da 49.500 euro.

Lexus GS 300h, più al passo con i tempi
SEMPRE PIÙ IBRIDA - La nuova generazione della Lexus GS è stata lanciata in Europa nel 2012, ma la novità che arriva oggi non è un restyling: è l’ampliamento in chiave ibrida della gamma GS. Si chiama Lexus GS 300h, è mossa da un sistema che comprende un motore a benzina 2.5 a 4 cilindri a iniezione diretta da 180 CV a 6.000 giri e un’unità elettrica  da 142 CV. Nel ciclo di omologazione la Lexus GS 300h emette 109 g/km di CO2, consumando 4,7 l/100 km. La potenza totale disponibile è di 221 CV. 
 
STILE DI GUIDA A SCELTA - La trasmissione è con sistema CVT a controllo elettronico. A disposizione di chi è al volante c’è la possibilità di scegliere la modalità di funzionare del sistema, con quattro livelli di sportività nella risposta: ECO (per risparmiare nei consumi), NORMAL, SPORT S e SPORT S+. per i momenti di divertimento alla guida sono anche disponibili i comandi paddle al volante.
 
 
ECONOMA NON SOLO AL BANCO - A proposito di consumi, la Lexus sottolinea che la Lexus GS 300h è stata in grado di mantenere lo stesso consumo di omologazione (21,2 km/l) anche in un test di 1.000 chilometri. Ciò anche grazie all’efficienza del motore a benzina, indipendentemente dal suo essere impiegato in un sistema ibrido. Il motore è equipaggiato da un moderno sistema di iniezione D-4S, distribuzione gestita da sistema Dual VVT e dispositivo EGR di ricircolo dei gas di scarico.
 
PER LE FLOTTE AZIENDALI - Nel presentare la novità, la Lexus sottolinea la vocazione “flottista” della vettura, per le ragioni economiche dipendenti dai consumi contenuti e anche dalle contenute esigenze di manutenzione. L’attenzione agli aspetti economici della gestione non deve far pensare che per la GS 300h la Lexus abbia trascurato il comfort  e la guidabilità. In pratica la versione ibrida propone gli stessi standard di tutta la gamma GS, con l’aggiunta dei vantaggi della motorizzazione ibrida.
 
 
DOTAZIONE AL TOP - Ciò significa che il comportamento stradale è sicuro e affidabile, mentre l’abitacolo dispone di una dotazione tra le più ricche e curate, in linea con quella che è la filosofia del marchio. I materiali sono di qualità e la loro lavorazione è di prima qualità. Quanto all’equipaggiamento tecnologico si segnala l’impianto hifi Mark Levinson con 17 altoparlanti. In battuta con i tempi è la dotazione in materia di connettività, con un sistema che consente la connessione wi-fi a tutti gli occupanti della vettura. In plancia fa da centralina di controllo di tutto uno schermo touchscreen di dimensioni 12,3 pollici.
 
TANTA SICUREZZA - La Lexus GS300h è dotata di sistema Pre-Crash che allerta il conducente e compie una serie di interventi autonomamente, per cercare di evitare l’urto ed eventualmente per ridurne le conseguenze. C’è poi il Blind Spor Monitor & Rear cross Traffic Alert che controllo l’arrivo di altri veicoli da dietro, coprendo la zona “cieca” degli specchietti. Non manca il dispositivo che avvisa se si sta uscendo dalla propria corsia. Da notare che con l’occasione del lancio della nuova Lexus GS 300h, tutte le migliorie che sono state apportate al modello nella fase di sviluppo della vettura saranno adottate anche dalle altre versioni della gamma GS.
 
 
GAMMA ALLARGATA - La nuova Lexus GS 300h va ad aggiungersi alle versioni GS 250, GS 350 AWD (non importate) e GS 450h, anch’essa ibrida. In questo modo la Lexus rafforza la sua identità di casa automobilistica con la proposta ibrida disponibile su tutta la gamma. Gli altri modelli di questo tipo sono la IS 300h e la CT 200h in fase di lancio.
 
OBIETTIVI AMBIZIOSI - Oltre a ciò, con questa novità la Lexus punta a incrementare sensibilmente le proprie vendite della gamma GS, ritenendo che arriverà a rappresentare il 55% delle vendite di tutte le GS, soprattutto grazie alla clientela delle flotte aziendali. Ciò non toglie che la proposta della Lexus GS 300h avrà anche un volto sportivo, con l’allestimento F Sport, con tutta una serie di soluzioni che conferiscono al modello una personalità sportiva. Tra queste ci sono le tinte esclusive Bianco, nero Starlight e blu Midnight, i fari con luci a led e i cerchi in lega da 19”.
Lexus GS
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
46
33
25
11
2
VOTO MEDIO
3,9
3.94017
117


Aggiungi un commento
Ritratto di juvefc87
4 dicembre 2013 - 19:51
impressionante la cura interna e il design, rende quasi superflua la LS!!
Ritratto di Andrea Ford
4 dicembre 2013 - 20:45
...rende quasi superflue a6 e classe E...al confronto sembrano due macinini! La Serie 5 rimane una signora macchina invece.
Ritratto di fabri99
4 dicembre 2013 - 21:05
4
Beh, sinceramente, non vedo tutta questa grande differenza tra giapponesi e tedesche. Andrà anche a gusti, ma non sono un appassionato di berline di rappresentanza di segmento E, soprattutto se non hanno un'impronta un po' sportiva, tipo Jaguar, Maserati e BMW. Inoltre, non mi sembrano molto fantasiose come design, anzi, sono tutte più o meno simili e anche i contenuti sono ottimi in tutte, c'è chi è fatta meglio chi peggio, ma comunque rimangono tutte fatte in modo ottimo e con sistemi all'avanguardia, nella maggior parte dei casi. Perciò, non ci vedo tutta questa grande differenza: sì, ci sono delle migliori e delle peggiori, e sicuramente queste Lexus svettano su A6 e probabilmente anche Classe E, ma, soprattutto sulla seconda, non molto, rimangono tutte simili, anche esteticamente, berline di rappresentanza, eleganti, ben fatte, tecnologiche e costose...
Ritratto di Flavio Pancione
5 dicembre 2013 - 01:46
7
Bhe.. ci si accorge delle qualità delle berline Mercedes solo se ci si sale.. e la si confronta con una concorrente. Si noterà subito che quelle qualità e attenzioni che da Mercedes e che sembrano scontante su altre concorrenti non sono cosi ovvie.. Nulla da togliere alla notevolissoma lexus.. Ma mercedes sa ancora dire la sua.
Ritratto di Felix69
5 dicembre 2013 - 11:56
il problema delle mercedes è il design, troppo rivolto agli over 60 (escludendo ovviamente la classe a)
Ritratto di Flavio Pancione
5 dicembre 2013 - 12:14
7
banalizzarsi? Non credo, la E soprattutto con la stella elevata sul cofano è elegantissima.. per questo si distingue, questa è sicuramente una personalità forte che l auto possiede (a differenza di altre) e che si riflette anche negli onterni e nella guida efficace per i viaggi in massima comodità . Io difatti preferisco la serie 5 o la ghibli ma sicuramente non A6 che della sua freddezza non da ne senso di eleganze ne di sportività . Per me Mercedes ha fatto bene a puntare sull eleganza.. Anzi è anche l'unica..
Ritratto di fabri99
4 dicembre 2013 - 20:19
4
I prodotti Lexus sono davvero notevoli, di ottima qualità e senza niente da invidiare alle tanto blasonate tedesche, anzi, quindi non c'è che dire, belle auto, di ottima qualità e tecniche e tecnologie ottime. Queste Lexus sono auto molto avanzate e, anche se non mancano alcuni difetti, sono più che buone. Continuo a non capire, però, la strategia adottata in Italia. Sì, l'ibrido acquisisce sempre più notorietà e consensi, ma in Italia questa crescita è più timida: qui continuiamo a preferire benzina e, sopratutto diesel. Questa idea di importare solo modelli ibridi potrebbe funzionare dove sono veramente molto molto apprezzati, ma in Italia almeno una versione diesel ci vuole. Solo Lexus sembra non averlo capito, tutte le avversarie hanno motorizzazioni diesel e benzina, oltre che quelle ibride. Non capisco cosa pensi di fare Lexus, non credo avranno grandissimo successo. Sì, l'Italia non è certo il mercato principale per Lexus, ma ciò non vuol dire che non si debba cercare il successo anche lì...
Ritratto di ciccibucci
4 dicembre 2013 - 20:41
...già l'Europa rimane un mercato ostile alle premium giapponesi...poi l'italia lasciamo perdere, ormai gli unici rimasti a potersi permettere auto simili sono solo persone del malaffare e quindi, quelli vogliono solo le tedesche. Basta vedere Infiniti che il diesel ce l'ha...7 auto vendute a novembre in Italia contro 101 Lexus...la prima in caduta libera, la seconda con un incremento del 33,8%...il problema non è il diesel ma la percezione che hanno gli europei e gli italiani in generale del brand Lexus, in ogni caso quando si tratta di spendere tanti soldi preferiscono darli ai tedeschi e poche storie.
Ritratto di fabri99
4 dicembre 2013 - 21:00
4
Lasciando stare Infiniti, non credi che Lexus andrebbe ancora meglio se ci fosse anche un diesel nella gamma, per esempio, della IS? E' vero, in Italia Lexus non è vista molto..."bene" e si tende a preferire le tedesche, e lo stesso succede, ma molto meno, anche in Europa. Ma non è solo quello, anche l'ibrido non è che ci convinca molto, meglio il diesel in Italia: perciò, se Lexus fa già qualche numero solo ibrida,perchè non aumentarli un po' con un diesel? Cioè, se vogliono provare ad avere un po' di successo anche in Italia, devono importare le motorizzazioni che sceglierebbero gli italiani, altrimenti, in caso non ne valesse la pena, tanto vale togliersi dal mercato italiano... No?
Ritratto di PariTheBest93
4 dicembre 2013 - 23:41
3
E' una scelta di Lexus italia quella di importare solo ibridi (in altri paesi europei esistono i soli motori a benzina), vuole farsi un nome come "auto di rappresentanza ecologica" infatti questa gs può andar bene pure per le flotte aziendali, e si godono anche di vantaggi e agevolamenti rispetto ai diesel... Sicuramente Lexus non vuol fare successo eslusivamente in Italia ;) Comunque qualche giorno fa ho visto di passaggio la nuova Lexus is... SPETTACOLARE! Se vuoi una premium jap diesel orientati su infiniti come la nuova q50 o la M (che ora chiamano q70)...
Pagine