Lexus LS: ecco la quinta generazione

9 gennaio 2017

La Lexus LS diventa più slanciata e dice addio al V8 con un nuovo motore V6 e un cambio a 10 marce. In vendita dal 2018.

Lexus LS: ecco la quinta generazione

I SEDILI TI COCCOLANO - La Lexus rinnova del tutto l’ammiraglia Lexus LS e introduce una serie di corposi aggiornamenti, in materia di estetica e soprattutto di tecnica, che saranno disponibili sul modello che sarà in vendita dal 2018 su novanta mercati a livello mondiale. La quinta generazione della berlina di lusso giapponese rimane un’automobile di grande prestigio, che sfida vetture come Audi A8, BMW Serie 7, Maserati Quattroporte e Mercedes S negli ambiti del lusso, della tecnologia e soprattutto del comfort a bordo. I sedili anteriori ad esempio si possono regolare in 28 modi e integrano le funzioni massaggio, riscaldamento e raffreddamento; le sospensioni ad aria facilitano l’ingresso a bordo (alzando l’assetto) e lo schienale del sedile posteriore sinistro è reclinabile fino a 48°, ma si può anche sollevare per accompagnare il passeggero fuori dall’abitacolo.

I VETRI SONO COLLEGATI - Nell’abitacolo della nuova Lexus LS sono presenti dettagli in legno naturale, alluminio e pellami di alta qualità. È previsto inoltre il sistema Active Noise Control, che sopprime in maniera artificiale il rumore esterno, oltre all’impianto stereo Mark Levinson con amplificatori nel soffitto, un sistema multimediale con schermo da 12,3 pollici e un raffinato head-up display, che proietta sul parabrezza informazioni di particolare utilità: la sensazione è quella di osservare uno schermo ampio 24 pollici. La Lexus LS 2018 adotta i più moderni sistemi di ausilio alla guida e prevede una versione aggiornata della base costruttiva introdotta sulla coupé LC 500, chiamata GA-L, rinnovata in funzione delle maggiori dimensioni esterne: la berlina è lunga 524 cm e ha un passo di 312 cm, maggiore di oltre 3 cm rispetto alla versione a passo lungo del modello oggi in vendita. Gli stilisti hanno ribassato la carrozzeria e conferito all’auto un look più filante, complice la soluzione dei vetri laterali che si raccordano a quello sul montante posteriore. La nuova base costruttiva assicura una riduzione dei pesi nell’ordine dei 90 chili e incrementa la rigidità torsionale, elemento che incide sull’assorbimento delle asperità.

ADDIO AL V8 - Il comportamento dinamico della nuova Lexus LS si può gestire attraverso il sistema Vehicle Dynamics Integrated Management, che interviene sullo sterzo, sull’impianto frenante, sul motore, sulle sospensioni e modifica il carattere dell’auto, privilegiando il comfort o la maneggevolezza. Questo obiettivo si raggiunge anche tramite la presenza delle barre antirollio regolabili. Le principali novità della Lexus LS 2018 riguardano però la meccanica: arriva un cambio automatico a 10 rapporti e il tradizionale motore a benzina V8 aspirato è sostituito da un nuovo V6 biturbo da 3.5 litri, accreditato di 421 CV, che promette un tempo sullo 0-96 km/h di 4,5 secondi e percorrenze superiori con un litro di benzina. Il nuovo cambio automatico migliora lo spunto da fermo, garantisce maggior comfort alle velocità di crociera e può essere utilizzato nelle modalità Normal, Sport e Sport+, che modificano anche la timbrica allo scarico.

Aggiungi un commento
9 gennaio 2017 - 20:07
Non è un americanata. Una giapponesata forse. Ma vi è racchiusa una tale quantità di raffinatezze che l'occhio rischia di confondersi.
Ritratto di luperk
9 gennaio 2017 - 20:56
Mi risulta che a tutti i capi industriali, senza differenza di nazionalità, piaccia una berlina di grandi dimensioni di lusso. Le auto che piacciono agli americani sono altre
Ritratto di C200
9 gennaio 2017 - 18:58
Fuori sembra bella e molto appariscente (anche se una foto del posteriore completo potevano farla...). Interni un pó lontani dall'attuale stile lexus , direi simil classe s.
Ritratto di nicktwo
9 gennaio 2017 - 19:05
e perche' non monta un cambio cvt?
Ritratto di Luzo
9 gennaio 2017 - 19:09
perché dovrebbe?
Ritratto di nicktwo
9 gennaio 2017 - 19:27
leggo spesso qui su a.v. commenti spesso kilometrici (e li apprezzo per tali lunghezzita' perche' fanno addentrare nel fatto tecnico) con tanto di articolate motivazioni e elaborazioni tecniche che... che il cvt, in particolare quello made in toy, sarebbe il miglior cambio immaginabile... anche e soprattutto su motori potenti, che infatti lo utilizzarono anche in f1 e se non ostacolato da regolamenti ad ock poi aggiornati giusto per (se non ricordo male) estrometterlo avrebbe gia' da allora dettato legge, ossia comandato (come si dice oggi)... saluti
Ritratto di Luzo
9 gennaio 2017 - 20:18
il cvt in f1 lo mise la williams prima ancora della toyota, ma in f1 si lavora o tutto giù o tutto su, è altra roba rispetto all'uso col gas parzializzato tipico dell'uso stradale, che favorisce il noto effetto scooter non tanto apprezzato ( peraltro sempre meno avvertibile,) .
Ritratto di torque
9 gennaio 2017 - 20:42
Be' la lunghezzità e i regolamenti ad ock sono due perle mica da tutti i giorni comunque... grazie nick!
Ritratto di nicktwo
9 gennaio 2017 - 21:20
in alcuni contesti l'idioma e' come la precedenza, appartiene a chi se ne approrpria... saluti
9 gennaio 2017 - 19:15
Secondo me c'è stato un buon lavoro di design perchè le proporzioni sono sobrie ma la carrozzeria è movimentata nei punti giusti, ad esempio vista lateralmente il passaruota anteriore sporge verso l'alto come una granturismo e la coda è simil-coupe ma i contorni che vanno dal cofano motore fino alla coda sono classici di una berlina di rappresentanza. Il frontale anche è da granturismo mentre la coda fanali a parte è abbastanza normale. Gli interni mi sembrano al top ma troppo Mercedes. Peccato perchè esternamente non mi sembra riprendere nessun'altra auto se non altre Lexus, anche se bisogna dare atto che Lexus sono le uniche auto ad avere tutti interni diversi per modello. Esteticamente la trovo migliore di A8 e Serie 7, a prestazioni non so quanto una berlina di 524cm votata al lusso e al comfort possa essere appaggante, a meno che non si chiami Quattroporte. In alternativa prodotto esotico per prodotto esotico una Cadillac CT6.
Pagine