NEWS

Anche Lino Banfi guida un’elettrica

9 febbraio 2012

Piano piano, le vetture elettriche iniziano a diffondersi. Per ora, i principali acquirenti sono le aziende e gli enti pubblici, ma non manca qualche privato. Come il noto attore Lino Banfi, che ci ha rilasciato una simpatica intervista.

Anche Lino Banfi guida un’elettrica

Attore, comico, sceneggiatore, scrittore, doppiatore, ambasciatore dell’Unicef, Cavaliere e Grand’Ufficiale dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana. Pasquale Zagaria, in arte Lino Banfi (nella foto in alto), è tra i volti più noti del piccolo e grande schermo, grazie a una carriera che conta oltre 100 film e innumerevoli apparizioni televisive. E ora è anche tra i primi acquirenti italiani di un’auto elettrica, la Citroën C-Zero (foto sotto). Pagata di tasca propria, come tiene a sottolineare, per senso di responsabilità nei confronti dell’ambiente e delle generazioni future. Forse persuaso da Nonno Libero, il personaggio interpretato in “Un medico in famiglia” che ha a cuore i suoi amati nipotini. Per scoprilo l’abbiamo intervistato durante l’incontro alla concessionaria Citroën Leonori di Roma nell’ambito del progetto Roma Capitale per la mobilità elettrica.

Citroen c zero full electric airdream 23

Come le è venuta l'idea di comprare un'elettrica?
Poco prima di Natale sono stato ospite di una manifestazione, e sono rimasto incuriosito da una simpatica vetturetta che era lì esposta, la Citroën C-Zero. Mi avvicino e subito mi piace. Il mio interesse cresce quando scopro che è un modello completamente elettrico, e ancora di più quando mi spiegano come funziona, ovvero che si ricarica con la normale corrente da 220 Volt e che non inquina.

E l’ha comprata subito?
Si, dovevo sostituire la piccola vettura che uso per girare a Roma. E mi sono detto: “è un’ottima opportunità per dare il buon esempio”. Però è un po’ cara. “mi fate uno sconticino?”. Me l’hanno concesso e ho firmato subito. Ma sia chiaro, l’ho pagata, non me l’hanno regalata.

Dica la verità. È stato Nonno Libero a convincerla all’acquisto?
No, però mi ha dato la sua approvazione.

Le piace guidarla?
Molto. È facile da guidare, agile e scattante. E silenziosa. Fin troppo: mi tocca spesso suonare il clacson per allertare i pedoni. E poi è pratica: ha quattro porte e un abitacolo spazioso, e mi permette di andare dove prima non potevo neppure immaginare di entrare. Come in alcune vie del centro storico.

E si trova bene senza il cambio?
Sono sempre stato un assertore del cambio automatico. La mia prima auto è stata la Minimatic. E da allora ho praticamente sempre guidato auto senza il pedale della frizione. Se la C-Zero l’avesse avuto, non l’avrei comprata.

Timore di rimanere a piedi?
Mai avuto. Faccio appena venti o trenta chilometri a Roma e l’autonomia di oltre 100 km è più che sufficiente per le mie necessità. Una volta ho voluto provarla in autostrada. Mi sono divertito, e sono tornato a casa con ancora una buona carica nelle batterie. In questi giorni freddi ho notato che gli accumulatori si scaricano più rapidamente, anche perché tengo il riscaldamento sempre acceso. L’unica differenza è che le tacche della carica sul cruscotto si spengono più velocemente, ma non abbastanza da lasciarmi a piedi o limitare i miei spostamenti. E nel caso debba fare viaggi più lunghi, ho sempre l’altra auto. Che, per la verità, uso poco.

Ha avuto problemi per la ricaricarla?
No, è facilissimo. Basta collegare all’auto il cavo in dotazione e poi alla presa del box. Il resto avviene tutto in automatico. Più che altro il problema è che ogni tanto mi dimentico di farlo. Ma per fortuna che ho dei figli che mi vogliono bene, e spesso provvedono loro a collegare la C-Zero alla rete elettrica.

Come reagiscono le persone quando la vedono a bordo della C-Zero?
Sono tutti incuriositi. Si girano a guardarmi e appena possono mi chiedono informazioni. I più ossessivi sono i giapponesi, che appena mi vedono iniziano a scattare fotografie.

Fotografano lei o l’auto?
Penso la C-Zero. Ma mi illudo che qualche scatto sia per me.

E i colleghi dello spettacolo?
Non ho ancora avuto occasione di mostrarla nell’ambiente. I pochi che l’hanno vista sono molto interessati. E domandano, domandano, domandano…e che checchio! Va benissimo. Ve lo garantisco.

> Citroën C-Zero: i prezzi aggiornati

> Citroën C-Zero: la prova

Citroën C-Zero
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
13
4
5
17
52
VOTO MEDIO
2,0
2
91


Aggiungi un commento
Ritratto di IloveDR
9 febbraio 2012 - 17:01
4
20 anni fa c'era la Panda Elettra, che acquistavano gli enti pubblici, tutte ad arruginirsi nei depositi all'aperto! Non sono pratiche!
Ritratto di zippo135
11 febbraio 2012 - 14:23
"Non inquina". Povero illuso; le auto elettriche sono le uniche che hanno già prodotto gas ad effetto serra ancora prima di aver percorso un metro (emesso dalle centrali elettriche). Comunque, beato lui, che puo` permettersela. Occhio alla sulla strada zippo135
Ritratto di yeu
9 febbraio 2012 - 17:04
MITICO LINOOO!!!
Ritratto di mustang89
9 febbraio 2012 - 17:07
Ma dai... E' una trovata pubblicitaria per rimediare al flop assurdo del trio. Molto meglio una leaf, costa uguale ma vale molto di più.
Ritratto di bravehearth
9 febbraio 2012 - 17:40
Le elettriche mi sembrano proprio una buffonata Finché le batterie non avranno costi e autonomie non ridicole non avranno un futuro
Ritratto di mustang54
9 febbraio 2012 - 17:45
2
ha fatto una scelta abbastanza discutibile ma non priva di fondamento. Da sempre un buon esempio...
Ritratto di armyfolly
9 febbraio 2012 - 18:15
MA SINCERAMENTE I PROBLEMI PER QUESTE AUTO SONO ANCORA TANTI..COSTO ELEVATO, AUTONOMIA LIMITATA, NON TUTTI HANNO UN BOX PRIVATO, COSTI PER SOSTITUIRE LE BATTERIE ECCECC...CE NE SONO DI PASSI AVANTI DA FARE..
Ritratto di osmica
10 febbraio 2012 - 13:26
ma dicono anche chi ben comincia è a meta opera :)
Ritratto di francesco alfista
9 febbraio 2012 - 18:20
e ci no facit ve spezz l oss del capocoll...!!!grande lino.....!!
Ritratto di gig
9 febbraio 2012 - 18:31
Oggi ne ho vista una identica alla sua (ma rosa: orriblie!) in provincia di Latina. E' stretta e larga, ma nessun passante s' è avvicinato! Un' auto come le altre: solo in pò piu bru!tta!
Pagine