NEWS

Una Maserati Ghibli sorpresa su strada

30 maggio 2013

Impegnata durante le riprese di uno spot, una Maserati Ghibli è stata fotografata in un elegante blu che ben si sposa con le sue linee filanti.

Una Maserati Ghibli sorpresa su strada
IL BLU LE DONA - Fin’ora la Maserati Ghibli si era concessa soltanto in bianco o in grigio e soprattutto sotto le potenti luci artificiali del Salone di Shangai dove è stata svelata al pubblico lo scorso mese. Arriva dalla città olandese di Rotterdam una carrellata di fotografie di Niels de Jong pubblicate da Autogespot e un video di TheMaximumCars che mostrano la berlina del tridente verniciata  in un blu acceso impegnata presumibilmente in uno spot o in un servizio fotografico. Cambiano anche gli accostamenti cromatici degli interni: dal rosso trofeo della pelle con finiture in fibra di carbonio si è passati ad un più sobrio color cuoio con inserti in legno per tunnel centrale e pannelli porta. 
 
 
UN DIESEL SONORO - Ricordiamo che la Maserati Ghibli, costruita negli stabilimenti di Grugliasco, sarà disponibile con tre motori, un diesel e due benzina. Si parte dal 3.0 V6 Twin Turbo sviluppato e costruito per la Maserati dalla Ferrari, capace di 330 CV a 5.000 giri e 500 Nm di coppia che consentono alla Ghibli di raggiungere 263 km/h di velocità massima e di staccare lo 0-100 km/h in 5,6 secondi. La versione S monta il 3.0 V6, con una potenza di 410 CV a 5.500 giri e coppia che sale a 550 Nm, e si può avere in versione Q4 con trazione integrale. Vengono limati sei decimi sull’accelerazione, coperta in 5 secondi netti (4,8 secondi per la S Q4 a trazione integrale), mentre il tachimetro si ferma a 285 km/h (284 km/h per la Q4). Quanto al diesel, prima assoluta in casa Maserati, si tratta di un 3.0 V6 da 275 CV (in Italia anche da 250 CV) la cui sonorità, secondo la casa, è esaltata dal Maserati Active Sound composto da due attuatori posti in prossimità dei teminali di scarico. La Ghibli diesel raggiunge i 100 km/h in 6,3 secondi e raggiunge i 250 km/h.

 

VIDEO
Maserati Ghibli
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
106
11
3
0
4
VOTO MEDIO
4,7
4.73387
124
Aggiungi un commento
Ritratto di MatteFonta92
30 maggio 2013 - 17:39
3
Bellissima... davvero un'auto ottimamente riuscita sotto tutti gli aspetti, anche più della Quattroporte, oserei dire, poiché con questa Ghibli la Maserati ritorna in un segmento che fino ad ora aveva lasciato scoperto, e lo ha fatto sfornando un'auto davvero stupenda. Unico neo, i motori diesel, che su un'auto del genere fanno storcere il naso, ma tant'è... e comunque, in alternativa ci sono sempre i V6 da 3.0 litri della Ferrari... e scusate se è poco!
Ritratto di Merigo
30 maggio 2013 - 20:46
1
Non capisco lo storcere il naso per un motore Diesel in una Maserati, quando sappiamo perfettamente che l'80% delle potenziali concorrenti tedesche della Ghibli (Audi 6, BMW Serie 5 e Mercedes E) immatricolate in Italia, sono mosse da motori con ciclo Diesel. In nome di quale purismo storico, Maserati dovrebbe rinunciare a vendere le Ghibli a gasolio se è questo che il mercato richiede? E poi, con una potenza di 275 cv e una coppia che immagino mostruosa come in tutti i Diesel di oggi, non le mancherà nulla come non manca nulla alle tre citate concorrenti. Saluti.
Ritratto di maparu
30 maggio 2013 - 22:44
....scusami ma casomai ad AMG...ma forse. Difficilmente le Tedesche su segmenti come Ferrari e Maserati possono competere.
Ritratto di MatteFonta92
30 maggio 2013 - 22:45
3
Fa storcere il naso perché i motori diesel servono solo per risparmiare carburante, non per altro. Sulle auto sportive (come le Maserati, appunto) i benzina sono mille volte migliori, e mettere dei diesel su un'auto simile secondo me non ha molto senso (chi compra auto simili non bada molto ai consumi, in genere). E poi, il benzina meno potente ha 330 CV, cioè 55 CV in più che il diesel, quindi migliore anche su questo aspetto.
Ritratto di LucaPozzo
30 maggio 2013 - 23:20
Questo é assolutamente vero per i privati, il problema é che se veramente vogliono sbloccar si dalle loro 5 mila unità e arrivare alle 50 hanno bisogno anche delle flotte aziendali. E lí senza il diesel non entri proprio. Poi c'é il problema della tassazione. Tolta l'Italia col suo superbollo, che comunque come paese é marginale in termini di quota, alcuni dei paesi europei piú ricchi hanno limiti sulla CO2 che sono roba che in confronto Greenpeace é una lobby del petrolio. E col diesel almeno rendi le vetture accessibili. Perché per quanto una persona benestante possa permettersi di pagare 90 mila euro (o quello che é) di macchina, non é la stessa cosa se ci devi pagare 25 mila euro di tasse.
Ritratto di MatteFonta92
30 maggio 2013 - 23:29
3
Hai ragione, ma visti i tempi che corrono non so quante aziende siano disposte a infoltire le loro flotte di auto come la Ghibli, vista la grande quantità di tasse che dovrebbero poi pagare. Per far sì che questo accada, si dovrebbe almeno cominciare a fare come nella maggior parte dei paesi europei, ovvero rendere ammortizzabile il 100% della cifra spesa per l'acquisto dell'auto e detraibile il 100% dell'IVA. Solo allora ci saranno miglioramenti in tal senso.
Ritratto di LucaPozzo
30 maggio 2013 - 23:40
Giustissimo, ma diciamo che il discorso delle flotte aziendali vale piú che altro per l'estero, tanto comunque non é in Italia che si concentra il grosso del target (che rimane comunque interessante su alcuni settori: nel farmaceutico e nelle banche é normale ancora oggi che in car policy entrino anche le Panamera e i Cayenne). Se consideriamo il perimetro europeo, visto cosa comprano oggi le aziende per la fascia alta della loro dirigenza, un potenziale tra le 4 e le 8 mila unitá non é nulla di irraggiungibile per un costruttore da 50 mila targhe l'anno
Ritratto di elioss
31 maggio 2013 - 00:44
4
Oramai sono sportivi anche loro, dipende da quanti cavalli ci metti sotto, non puoi dire che un 3000 da oltre 250cv non sia sportivo, lo sarebbe a benzina figurati diesel che ha più coppia. capisco che la benzina ha fatto storia, ma la storia è fatta per essere scritta, se non si punta sull'innovazione stiam sempre lì a dire le stesse cose, ben vengano i motori sportivi, anche se diesel su un maserati. Capirei se avessero messo un 2.0 da 170 cv già troppo dedicato ai consumi, ma il 3.0 ha anche ottime prstazioni.
Ritratto di Gino2010
31 maggio 2013 - 10:24
le mode non riguardano solo il design.Mi sembra che sulle auto di fascia alta il gasolio stia diventando un po' una moda.E come se l'auto a gasolio fosse "più fi.ga " di quella a benzina.Su auto di fascia alta il gasolio è ancora una novità,Per auto di questo genere l'immagine che conferiscono al proprietario conta più dei cavalli.Per dirla alla celentano benzina è lento,gasolio è rock.Non è affatto improbabile vedere un giorno anche una ferrari a gasolio.Avrà meno cavalli di una a benzina ma il suo proprietario si distingue tra i già distinti ferraristi.
Ritratto di MatteFonta92
31 maggio 2013 - 11:40
3
Ci sono poche certezze a questo mondo, ma sicuramente una di queste è che la Ferrari non realizzerà mai un motore diesel, per loro stessa ammissione. Lo conferma il fatto che tempo fa la Ferrari aveva intenzione di partecipare alle gare di endurance (nella categoria LM-P1, lo stesso livello dell'Audi, per intenderci), ma ha rinunciato perché (a loro dire) il regolamento era troppo restrittivo nei confronti dei motori a benzina.
Pagine