Mazda CX-60: debutto in società

Pubblicato 17 giugno 2022

Esposta al MIMO 2022 la Mazda CX-60 si prepara all’arrivo nelle concessionarie, dove è prenotatile a partire da 49.950 euro.

Mazda CX-60: debutto in società

SALTO DI CLASSE - Al MIMO 2022 la Mazda ha portato la sua più grande novità, la Mazda CX-60. Si tratta di una suv di grandi dimensioni con una lunghezza di 474 cm, una larghezza di 189 e un’altezza di 168, con un passo di 287 cm. Dal punto di vista estetico la CX-60 va a riprendere i principi del Kodo design, presentando quindi delle forme eleganti e armoniche, nonostante le dimensioni tutt’altro che contenute.

UNA NUOVA ARCHITETTURA - Dal punto di vista tecnico la Mazda CX-60 è ingegnerizzata su una nuova piattaforma denominata Skyactiv Multi-Solution Scalable Architecture, sviluppata dalla casa di Hiroshima per una collocazione longitudinale dei motori, oltre che per ospitare le batterie dei sistemi ibridi ad essi associati. Le doti dinamiche sono assicurate da un sistema di sospensioni a doppio braccio oscillante all’anteriore e da una struttura multilink al posteriore. 

MOTORE IBRIDO PLUG-IN - In Italia la Mazda CX-60 viene proposta, almeno in questa fase iniziale, esclusivamente nella versione ibrida plug-in da 327 CV con una coppia di 500 Nm. Abbina il 4 cilindri 2.5 Skyactiv-G da 192 CV con un motore elettrico da 136 CV alimentato da una batteria agli ioni di litio da 17,8 kWh e 355 V. Il cambio è un automatico con otto rapporti che rinuncia al tradizionale convertitore di coppia, rimpiazzandolo con una frizione multidisco a controllo elettronico.

LE PRESTAZIONI - Grazie ai 327 CV, la Mazda CX-60 e-PHEV accelera da 0-100 km/h in 5,8 s e raggiunge una velocità massima autolimitata di 200 km/h. Il sistema ibrido garantisce una percorrenza a emissioni zero di 60 km con la spinta del solo motore elettrico a una velocità massima di 100 km/h. Con la ricarica in corrente alternata, la batteria scarica può essere ricaricata completamente 4 ore.

I PREZZI - Il listino italiano prevede e quattro diversi allestimenti, tutti abbinati alla versione 2.5 Skyactiv-G: Prime Line (49.950 euro), Exclusive Line (51.950 euro), Homura (54.350 euro) e Takumi (55.850 euro), che si differenziano per la dotazione e per alcuni dettagli estetici.

VIDEO
Mazda CX-60
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
64
26
21
27
31
VOTO MEDIO
3,4
3.384615
169


Aggiungi un commento
Ritratto di Edo-R
17 giugno 2022 - 16:51
Gran macchina, bella a mio parere per essere un Suv abbastanza grande. Gli interni sembrano molto puliti e con comandi fisici ben integrati, peccato che non abbia ancora il touchscreen. Dato che la Takumi offre quasi tutto di serie e per essere una Plug-in da 470+ cm direi che è quasi regalata.
Ritratto di - ELAN -
18 giugno 2022 - 14:22
1
Il touchscreen non lo vogliono mettere per motivi di sicurezza, sulla mia funziona fino a 30 kmh ma si può "sbloccare". Mi trovo da diio con le (due) rotelle.
Ritratto di Edo-R
18 giugno 2022 - 15:14
Quindi questa ce l'ha almeno da fermo ?
Ritratto di - ELAN -
18 giugno 2022 - 21:16
1
Secondo me sì
Ritratto di - ELAN -
17 giugno 2022 - 17:26
1
Peccato che nè il colore nè l'allestimento "tutto in tinta" contribuiscano a snellire l'auto, anzi l'appesantiscono.
Ritratto di ziobell0
17 giugno 2022 - 17:46
Bella.
Ritratto di giulio 2021
17 giugno 2022 - 19:30
Sinceramente è uscita ma ancora non si vede la CX50 o 40 o 60 non ricordo bene che mi sembra molto più armoniosa e adatta la nostro mercato.
Ritratto di - ELAN -
18 giugno 2022 - 14:24
1
Cx50 x usa
Ritratto di giulio 2021
19 giugno 2022 - 09:21
Dovrebbero importare la Cx50 appunto, comunque anche questa vista ieri al MIMO dal vero non è male anzi... Però nei settori alti Mazda non attira moltissimo in Italia.
Ritratto di Rush
17 giugno 2022 - 19:34
A me ricorda tanto la Grecale…
Ritratto di Rush
17 giugno 2022 - 19:35
Esternamente…
Ritratto di Ercole1994
17 giugno 2022 - 21:55
A mio onesto parere, e lo dico da appassionato del marchio Alfa, la vedo come una sorta di Stelvio giapponese, ma non tanto per le doti di guida, che a giudicare dalle recensioni non sono nemmeno male, ma più che altro per la raffinatezza tecnica che ha in sé, che in un certo senso mi ricordano proprio la controparte italiana.
Ritratto di giulio 2021
19 giugno 2022 - 09:25
Ieri ero al MIMO e a parte lo spettacolo assoluto di McLaren Artura e Aston Mertin (le supercar italiane purtroppo un pò ecccessive nello stile) devo dire a guardarle a a sentire i commenti della folla veramente la gente non distingueva molto una Mazda Cx60, da una Stelvio, da una DR 6.0 da una Sportequipe S6, anzi era ammirata più che altro dalle auto del gruppo DR, tanti già ne possedevano una: incredibile, o sarebbero andati su auto dell'azienda di Isernia per il loro prossimo acquisto, io ero uno pochissimi detrattori di DR / Sportequipe...
Ritratto di Challenger RT
20 giugno 2022 - 00:38
Tutto vero. Già un tempo, quando lo stile delle auto era molto più caratterizzato per ogni singola marca, non tutti riuscivano a distinguere alcuni modelli da altri di case differenti, figuriamoci oggi che molte auto, e soprattutto suv, hanno stilemi praticamente identici... Inoltre è chiaro che la gente riconosca e scelga i modelli che ha o che può permettersi. Oggi, suv medi a partire da 50.000 euro non sono proprio per tutti e per questo si osserva e si sceglie Dr o Dacia come Panda o Ypsilon.
Ritratto di jabadais
18 giugno 2022 - 07:03
La cx-50 è molto più grintosa. Peccato sia solo per il mercato americano.
Ritratto di - ELAN -
18 giugno 2022 - 21:15
1
È anche di segmento inferiore, da noi venderebbe... questa non so, ha dimensioni importanti.
Ritratto di jabadais
19 giugno 2022 - 08:02
Vero, forse avrebbe anche più mercato
Ritratto di carmelofinocchiaro
18 giugno 2022 - 16:09
Anche sé a dire il vero qualche somiglianza con i modelli BMW c'è, resta un bel salto in avanti, i prezzi un alti per il nostro mercato!!!
Ritratto di - ELAN -
18 giugno 2022 - 19:49
1
La 3008, auto già esistente di segmento inferiore, ibridizzata, costa 3000 euro in più.
Ritratto di giulio 2021
19 giugno 2022 - 09:28
Vista dal vero ieri al MIMO sta Mazda era carina come tutte le altre SUV comprese le Stelvio e le DR / Sportequipe, purtroppo come detto tante volte nelle SUV c'è un certo appiattimento ed è difficile trovarne una davvero bella o davvero brutta, portare il marchio Alfa Romeo o il marchio EVO non le distingue più di tanto lo stesso, con l'eccezione ovviamente della Aston Martin DBX che costa 10 volte tanto...