NEWS

La Mazda lavora a nuovi motori 6 cilindri

11 maggio 2019

Un documento pubblicato dalla casa giapponese accenna a nuovi 6 cilindri in linea benzina e diesel per auto con motore longitudinale.

La Mazda lavora a nuovi motori 6 cilindri

PER AUTO PREMIUM - Secondo un documento pubblicato su internet insieme agli ultimi risultati economici dell’azienda (qui sotto), la Mazda starebbe lavorando a nuovi motori 6 cilindri in linea, sia a benzina che diesel, da impiegare in un nuovo pianale a trazione posteriore o integrale. Segno che la casa giapponese è intenzionata a realizzare modelli di gamma superiore, o “premium” come si dice in gergo, per competere con costruttori come BMW e Alfa Romeo. Non ci sono ancora indicazioni sulle possibili date di esordio di questi nuovi motori, ma il documento conferma che potranno contare sul supporto, sia di un sistema mild-hybrid, sia di uno plug-in hybrid.

FAMIGLIA SKYACTIVE - Il documento pubblicato dalla Mazda rivela il benzina 6 cilindri sarà dotato della tecnologia Skyactiv-X, in cui la miscela aria/benzina si accende spontaneamente quando viene compressa dal pistone. Questa novità, attesa anche per un benzina 4 cilindri in arrivo sulla berlina compatta Mazda 3, migliora l’efficienza del motore, riduce i consumi e incrementa la prontezza di risposta. Il 6 cilindri diesel invece farà parte della famiglia Skyactiv-D di seconda generazione e dovrebbe avere un basso rapporto di compressione per diminuire le emissioni. La Mazda sta lavorando anche su auto elettriche sviluppate internamente, che chiama xEV.



Aggiungi un commento
Ritratto di v8sound
11 maggio 2019 - 18:19
Ma quindi nel mondo reale gli endotermici sono ancora sviluppati? No perchè a detta di qualche sapientone del sito il futuro prossimo è solo elettrico... Poi, giustamente " La Mazda sta lavorando anche su auto elettriche sviluppate internamente, che chiama xEV." Intanto quelle di serie sono delle endotermiche.
Ritratto di jabadais
11 maggio 2019 - 19:14
Ma secondo me le vetture elettriche possono affiancare le auto a benzina o diesel, aiutando ad abbassare l'inquinamento, specie nelle grandi città. Ad esempio, dato che in media al giorno d'oggi le famiglie hanno 2 se non 3 auto, la prima più grande ed utilizzata nlanche per i viaggi potrebbe essere a benzina o diesel, mentre una seconda, più piccola per gli spostamenti in città, quindi senza pacchi batteria abnormi. In questo senso un auto come la honda-e mi sembra perfetta.
Ritratto di GinoMo
11 maggio 2019 - 21:00
finchè le auto elettriche non avranno la ricarica ultra-rapida (5-10 min per ricaricare da 0%) le auto ibride, endotermiche verranno preferite da chi fa 100+ km al giorno, quindi per almeno 10-15 anni sarà, come hai scritto, un'auto per spostamenti lunghi e una per girare in città ovviamente per chi può permetterselo
Ritratto di Gwent
11 maggio 2019 - 21:27
2
Io ho letto da più parti che gli endotermici+ibrido saranno sulla cresta dell'onda per almeno (almeno!) altri 50 anni per cui vedo l'elettrico non come soluzione definitiva e di massa ma solo una delle tante alternative tra endotermico, ibrido, diesel, idrogeno e appunto elettrico, starà a loro poi spartirsi le quote di mercato. Un saluto. Il Gwent.
Ritratto di Manuel99
12 maggio 2019 - 11:17
E io ho letto una previsione di un certo Tony Seba che indica tutti i fattori che porteranno alla fine dei motori a scoppio già nel 2025. Ebbene, dal 2025 in poi verranno vendute solo elettriche nel mondo. Personalmente condivido la maggior parte di quelle motivazioni, direi che l'anno X sarà al massimo il 2026. Nessuno produrrà più veicoli termici quando le loro vendite caleranno a picco, sarebbe anti-economico... https://cleantechnica.com/2018/05/06/tony-seba-charts-out-the-disruptive-path-forward-to-evs-and-out-of-the-i-c-e-age/
Ritratto di v8sound
12 maggio 2019 - 13:15
E' semplicemente ridicolo quello che hai scritto. Non cerco neanche di spiegartelo perchè è palese che non lo capiresti.
Ritratto di v8sound
12 maggio 2019 - 13:18
La cosa triste è leggere un post come il tuo, dal nick presumo tu abbia 20 anni... è poi si lamentano che i giovani non trovano lavoro. A me stupisce che certi personaggi riescano a trovarlo.
Ritratto di Manuel99
12 maggio 2019 - 14:21
@v8sound: si ho 20 anni ma cosa c'entra il trovare lavoro con il tifare per qualcosa di ecosostenibile? Vabbè. Hai letto l'articolo che ho linkato? Potrà sembrare irrealistica la data indicata ma non gli scenari descritti...
Ritratto di v8sound
12 maggio 2019 - 15:23
@ Manuel99: c'entra perchè di articoli, scenari, previsioni ne ho letti parecchi negli ultimi 15 anni. La realtà di oggi ha disatteso quelle previsioni che prevedevano una larga diffusione delle EV. Poi, permettimi, certamente dipende dal lavoro che fai o a cui ambisci, però per essere professionali e competenti bisogna entrare nel merito delle questioni e guardare la realtà, altrimenti sarai solo un "numero" omologato al pensiero comune, un pappagallo che ripete i soliti slogan... poco male fintanto chè c'è lavoro per tutti, assai limitante quando c'è poca richiesta. Bisogna tener presente tutti gli aspetti che concorrono ad ottenere un determinato risultato. Tifi per qualcosa di ecosostenibile? Bravissimo, siamo in due, solo che per come è stata impostata l'elettrificazione, non penso darà i risultati sperati. Certo sposterà fuori dai centri abitati le concentrazioni, ma questo è solo un aspetto della faccenda. Se al crescere dell'elettrificazione non corrisponderà altrettanta crescita delle rinnovabili, probabilmente la situazione nel suo complesso potrebbe addirittura peggiorare. Su questo argomento se ne sentono di tutti i colori, come ben saprai. Ti faccio notare però che a livello industriale, il 2026 è dopodomani... mancano del tutto i presupposti ma da noi manca un'infrastruttura adeguata a sostenere tale svolata tecnologica. Poi sei libero di credere quel che vuoi, ci mancherebbe altro.
Ritratto di v8sound
12 maggio 2019 - 15:24
* mancano del tutto i presupposti per vendere solo EV
Pagine