NEWS

Mazda: i piani fino al 2030

Pubblicato 18 giugno 2021

Entro il 2030 un quarto delle Mazda sarà elettrico e il resto della gamma elettrificato. Tra il 2022 e il 2025 arriveranno 13 nuovi modelli.

Mazda: i piani fino al 2030

OBIETTIVO ZERO EMISSIONI - La Mazda annuncia la strategia che adotterà nei prossimi anni. L’obiettivo della casa giapponese è quello di diventare completamente a emissioni zero entro il 2050. Per raggiungere questo traguardo ha annunciato che entro il 2030 un quarto delle sue auto sarà totalmente elettrico, e il resto della gamma elettrificato.

PIATTAFORMA IBRIDA - Il primo passo della strategia della Mazda è l’introduzione di una nuova piattaforma “ibrida” denominata Skyactiv Multi-Solution Scalable Architecture che supporta la collocazione trasversale dei motori più piccoli, longitudinale di quelli di maggiore cilindrata, ma anche i motori elettrici. Questa piattaforma può ospitare vari gradi di elettrificazione dalla mild, alla plug-in con batterie ricaricabili dall’esterno, fino all’elettrica pura. Su questa ossatura la Mazda, tra il 2022 e il 2025, realizzerà 13 modelli, tra cui 5 ibride, 5 ibride plug-in e 3 elettriche. 


> Nella foto qui sopra la piattaforma Skyactiv Multi-Solution Scalable Architecture che ospita un motore 6 cilindri a benzina, collocato in posizione logitudinale, con sistema mild hybrid a 48 V.

SOLO PER LE EV - Nel 2025 sarà introdotta una seconda piattaforma, denominata Skyactiv EV Scalable Architecture, sviluppata appositamente per le auto elettriche pure, che verrà utilizzata per veicoli di varie dimensioni e tipologia di carrozzeria.

CARBURANTI ALTERNATIVI - Parallelamente la Mazda continuerà lo sviluppo dei motori a combustione interna, come il noto 4 cilindri e-Skyactiv X della Mazda CX-30, ed è inoltre prevista l’introduzione di una nuova famiglia di 6 cilindri in linea benzina e diesel. Motori termici che potranno essere alimentati anche con combustibili alternativi. La Mazda, che lo scorso febbraio in Europa è entrata a far parte della eFuel Alliance, sta infatti investendo in differenti progetti e partnership per promuovere lo sviluppo e l’uso dei combustibili rinnovabili sulle auto. Come quello in essere in Giappone dove la compagnia automobilistica è coinvolta in un progetto di ricerca congiunto tra industria, università e governo per promuovere l’adozione di biocarburanti ricavati dalla crescita di microalghe. 


> Nella foto qui sopra la piattaforma Skyactiv Multi-Solution Scalable Architecture che ospita un motore 4 cilindri a benzina, collocato in posizione logitudinale, con sistema ibrido plug-in.

ASSISTENZA ALLA GUIDA - Nel futuro della società nipponica c’è inoltre lo sviluppo di sistemi avanzati di assistenza alla guida, come il Mazda Co-Pilot 1.0, che debutterà a partire dal 2022. Questo sistema è in grado di monitorare le condizioni del conducente in ogni momento; qualora venisse rilevato un improvviso cambiamento nelle condizioni fisiche, il sistema è in grado di assumere la guida dell’auto il veicolo in un luogo sicuro, fermandolo ed effettuando una chiamata di emergenza.

COMUNICAZIONE FRA VETTURE - Inoltre, insieme a cinque produttori giapponesi, la Mazda svilupperà un progetto comune per i dispositivi di comunicazione di bordo di prossima generazione, al fine di arrivare a un sistema di comunicazione standardizzato in grado di fornire servizi di connessione più sicuri.





Aggiungi un commento
Ritratto di deutsch
18 giugno 2021 - 11:45
4
le case annunciano l'abbandono del termico nei prossimi due lustri e le proposte elettriche si moltiplicano mentre le città si chiudono sempre di più ai termici. in tutto questo il gap di prezzi si riduce ed in certi casi addirittura costa meno l'elettrico....... si moltiplicano i modelli elettrici ma c'è gente che la chiama ancora bolla dell'elettrico. mah
Ritratto di mondoka
18 giugno 2021 - 11:53
Un piano meno pomposo di altri simili letti in passato, tale che a questo di Mazda ci si potrebbe anche credere, volendo. Certo proclamare non comporta nessun obbligo e quindi non costa niente visto che non c'è nessun vincolo per nessuno in questi casi e dire faremo X entro il 2025 e poi va a finire che nel 2030 non hanno ancora fatto metà di quella X. Un esempio illuminante per tutti, i famosi piani FCA da anni a questa parte. Sul chiamare bolla non saprei, non lo trovo adatto come concetto visto che non mi sembra qualcuno ci abbia immesso particolari energie e soprattutto soldi nella popolazione, però è vero che vedendo le previsioni fatte qualche anno fa su come sarebbe impennato il mercato BEV e come invece è ancora tiepida ma molto molto tiepida la situazione parlare di mancato successo annunciato sembra appropriato.
Ritratto di Francesco Pinzi
18 giugno 2021 - 11:59
1
Beh ma i ritardi di vendita sono da attribuire a come stanno gestendo i listini e le infrastrutture. Una Zoe 40k con 3 punti di ricarica nella mia città è una barzelletta. E la cosa bella è che continuano ad aprire i buon vecchi benzinai in ogni dove. Quindi l'intenzione di cambiare, se c'è, è ben nascosta.
Ritratto di Percy
18 giugno 2021 - 12:29
2
Dalle mie parti, esempio in Valle Sessera mancano quasi quasi i distributori.... Altro che colonnine di ricarica!. E in qualche frazione,olltre una certa quota si va di generatori o di bomboloni GPL. La Full elettrica e' improponibile, a meno di non posizionare una bella serie di pannelli sul tetto. Ma anche in questo caso,ci sono vincoli ambientali e paesaggistici ridicoli che ti tarpano tutte le fantasie. Percy.
Ritratto di Oxygenerator
18 giugno 2021 - 12:55
@ Francesco Pinzi A milano è il contrario. Continuano a togliere distributori. Fra un po i “ buon vecchi benzinai “ qui, saranno un ricordo.
Ritratto di zioesse
18 giugno 2021 - 13:07
In che senso? cioè fra 2-3 anni chi è di milano dovrà andare a fare benzina e nafta fuori città come potrebbe semnbrare voler dire il commento?
Ritratto di Oxygenerator
18 giugno 2021 - 14:05
@ zioesse Non so perchè onestamente, ma sulla circonvallazione esterna che passa in zona sud e in zona ovest di Milano, sono spariti rispettivamente 5 e 3 benzinai. In totale ne son rimasti 3. Da 11, in pochi anni, son tantini….
Ritratto di Francesco Pinzi
19 giugno 2021 - 10:13
1
e intanto mi giungono notizie di balckout a Milano. Si va proprio bene anche lì!
Ritratto di Davide Scolari
19 giugno 2021 - 23:51
Mazda non è FCA. Quando fa gli annunci li rispetta ed è tra le poche case con visioni di medio lungo periodo chiare e che persegue fino in fondo vedi il motore rotativo e lo Skyactive X
Ritratto di Oxygenerator
18 giugno 2021 - 13:13
@ deutsch Perchè fanno i benzinai o i meccanici….. :-)))
Pagine