NEWS

McLaren Artura: la plug-in tutta da guidare

Pubblicato 17 febbraio 2021

Le sportive della britannica McLaren voltano pagina e diventano ibride plug-in. La prima della serie è la Artura: ha 680 CV sviluppati dal nuovo V6 biturbo abbinato a un motore elettrico.

McLaren Artura: la plug-in tutta da guidare

RICOMINCIA DA QUI - Dopo le sperimentazioni con le hypercar P1 e Speedtail a tiratura limitata, la McLaren introduce il sistema ibrido, nella versione ricaricabile plug-in, sulle GT, si fa per dire, di serie. La prima è la McLaren Artura, una coupé per uso stradale leggera (1498 kg non sono molti per un’ibrida) e potente (680 CV la potenza combinata dei due motori), che promette una grande agilità, prestazioni elevate (solo 3 i secondi dichiarati per coprire lo “0-100” e 330 km/h la velocità massima) ma anche un buon comfort per i due passeggeri. La scelta del sistema ibrido per supercar come questa è più che altro dettata dalla necessità di abbassare le emissioni di CO2 (si parla di appena 129 grammi/km), che in alcuni paesi si traduce anche in consistenti vantaggi fiscali. 

SPIRITO CELTICO - Dopo anni di fredde sigle numeriche, la McLaren ha scelto come nome per la nuova coupé una parola celtica, che unisce i termini “art” e “future”. Il che la dice lunga sulle ambizioni dalla casa per questo modello e sottolinea una certa discontinuità col passato. La nuova McLaren Artura si posiziona fra le “piccole” sportive della gamma Sport Series con potenze fino a 600 CV (delle quali nel corso del 2021 terminerà la produzione) e le potenti Super Series, ovvero le 720S da 721 CV. Se dal punto di vista estetico la nuova McLaren Artura riprende gli stilemi delle casa, con linee ancora più fluide e affusolate, oltre a dimensioni contenute (454 cm la lunghezza), la meccanica è completamente nuova. 

MOTORI AL DEBUTTO - Mentre le attuali McLaren sono tutte equipaggiate con motori V8, con la Artura fa il suo esordio il 3.0 V6 biturbo di fresca progettazione: montato in posizione centrale-posteriore, ha 585 CV ed è dotato di un cambio robotizzato a doppia frizione con 8 marce (una in più delle altre McLaren). Fra motore e cambio è inserita l’unità elettrica da 95 CV e, come detto, la potenza combinata dei due motori è di 680 CV e la coppia massima è pari a 720 Nm, già disponibili a 2.250 giri. La parte elettrica è alimentata da una batteria agli ioni di litio da 7,4 kWh: oltre che nei rallentamenti, si può rigenerare in due ore e mezza collegando a una presa domestica l’attacco sul parafango posteriore sinistro. Con una ricarica completa il motore a corrente può muovere l’auto da solo per 30 km e fino a 130 km/h. In aggiunta, oltre a dare una spinta in più in accelerazione, questa unità sposta l’auto nelle retromarce: il cambio è privo della “retro”.

ALLUMINIO E CARBONIO - Il resto della meccanica della Artura ricalca l’impostazione delle altre McLaren, con un’attenzione particolare al contenimento del peso. Per questo la carrozzeria è in gran parte di alluminio e il cuore dell’auto, ovvero la cellula che costituisce l’abitacolo, è in fibra di carbonio. Nella sua parte inferiore, fra i sedili e il motore, è collocata la batteria del sistema ibrido, in modo che sia al centro del veicolo e il più possibile vicino al suolo (per abbassare il baricentro). Nella parte anteriore e posteriore della scocca in carbonio sono ancorati telaietti in alluminio che sostengono le sospensioni a triangoli sovrapposti (sempre in alluminio) e il gruppo motore-cambio.

PENSATO PER LA GUIDA - Minimalista come da tradizione l’abitacolo della McLaren Artura è luminoso grazie all’ampio parabrezza panoramico. I due sedili, completi di regolazioni elettriche, suggeriscono una postura semisdraiata come nelle auto da corsa. Il piccolo cruscotto digitale e configurabile è solidale al piantone dello sterzo e, muovendosi con quest’ultimo quando si regola il volante, offre sempre una visuale ottimale. Ai lati del cruscotto due satelliti raggruppano i comandi per i settaggi di motore, cambio, sterzo e sospensioni a controllo elettronico. Un modo per lasciare il volante sgombro di tasti e manettini, che potrebbero intralciare i movimenti delle mani nella guida più sportiva. Non mancano comfort come il climatizzatore e un moderno impianto multimediale dotato di monitor di 8” sospeso nella consolle. Alla McLaren hanno pensato pure ai bagagli, con un vano adatto a due trolley ricavato sotto il cofano anteriore.

PER L’ESTATE - La nuova McLaren Artura è già in vendita a partire da 231.000 euro e con prime consegne da luglio 2021. Fra gli accessori inclusi nel prezzo, aiuti alla guida come l’avviso d’involontario cambio di corsia e il cruise control adattativo con funzione Stop&Go.

McLaren Artura
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
12
4
5
1
4
VOTO MEDIO
3,7
3.73077
26




Aggiungi un commento
Ritratto di Challenger RT
17 febbraio 2021 - 03:37
Benvenuta a questa piccola Mclaren ibrida. Ottima per girare anche in città, sia per le dimensioni che per le emissioni molto contenute.
Ritratto di MotorG
17 febbraio 2021 - 06:33
Come sempre una linea filante ed affusolata, però 30 km in elettrico sono un po pochini ... ottimo il peso !
Ritratto di littlesea
17 febbraio 2021 - 07:04
1
Scopiazzata qua e là. Sembra sia stata prodotta in fretta e furia perché si doveva farla a tutti i costi. Zero emozioni dalla linea esterna, sottozero negli interni. Mah...
Ritratto di littlesea
17 febbraio 2021 - 07:58
1
Bla bla bla
Ritratto di littlesea
17 febbraio 2021 - 10:11
1
Puoi belare quanto vuoi. Rassegnati.
Ritratto di sakami
17 febbraio 2021 - 13:55
littlesea cancella quel messaggi, sembri un cojon
Ritratto di Iitllesea
17 febbraio 2021 - 15:38
1
Non sembro, lo sono !
Ritratto di Check_mate
17 febbraio 2021 - 07:20
Peccato che le restrizioni inquinanti vadano a toccare anche case che non fanno larghi numeri, obbligandole a ricorrere a soluzioni di compromesso, diciamo. Ma comunque mi sembra ottimo il lavoro di contenimento delle masse, mantenendole sotto i 1500 kg nonostante la batteria da 7,4 kWh, più tutto l'azionamento. Sono d'accordo con la redazione che scrive che per un'ibrida il lavoro è ineccepibile.
Ritratto di Flynn
17 febbraio 2021 - 08:41
D’accordissimo, veramente ottimo il contenimento del peso.
Ritratto di Ferrari V12 6-5L
17 febbraio 2021 - 07:36
Ormai le mclaren sono tutte uguali, cambiano solo pochissimi e piccolissimi particolari.
Pagine