NEWS

Mercato dell’auto in Europa: -7,8% a giugno 2019

Pubblicato 17 luglio 2019

Tornano in passivo le consegne in auto nuove nel complesso dei 27 Paesi del mercato comune. Fra i gruppi, si “salva” la Toyota.

Mercato dell’auto in Europa: -7,8% a giugno 2019

CONSEGNE IN CALO OVUNQUE - Il pallido segno positivo di maggio è già un ricordo per il mercato europeo delle auto nuove, tornato in crisi dopo il +0,04% del mese scorso. A giugno 2019 infatti le immatricolazioni nei ventisette Paesi membri dell’Unione Europea sono diminuite del 7,8% rispetto a dodici mesi prima e hanno toccato le 1.446.183 unità, 123.000 in meno di giugno 2018, quando però i giorni lavorativi erano stati ventuno, contro i diciannove di quest’anno. A giugno hanno perso quote i primi cinque mercati per grandezza, vale a dire Francia, Germania Italia, Spagna e Regno Unito, ma sorprende anche il tonfo della Svezia, dove le nuove immatricolazioni sono calate del 52%. Dei ventisette Paesi della UE, solo cinque hanno visto crescere le consegne a giugno.

BOOM DELLA LITUANIA - Il -7,8% di giugno pesa anche sulle immatricolazioni del primo semestre del 2019, diminuite del 3,1% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno e passate da 8.449.689 a 8.183.562 unità. Fra i cinque mercati principali l’unico in contro tendenza è la Germania, dove le nuove immatricolazioni sono state 1.849.000, lo 0,5% in più rispetto a gennaio-giugno 2018. L’Italia invece è fra i “big” più in difficoltà: le nuove targhe infatti sono diminuite del 3,5% a 1.082.197 unità. In questo scenario spicca il +47,1% da gennaio a giugno della Lituania, anche se i numeri di vendita restano assai contenuti, perché le 23.491 auto al 30 giugno sono una frazione rispetto alle 1.166.000 della Francia (l’1,8% in meno) o alle 1.269.245 del Regno Unito (il 3,4% in meno). 

SORRIDE SOLO LA TOYOTA - Giugno 2019 ha regalato poche soddisfazioni a quasi tutti i gruppi automobilistici. Fra quelli più segnati dal calo c’è la Volkswagen, che ha perso il 9,5% ed è passata dalle 392.766 auto vendute a giugno 2018 alle 355.296 del mese scorso. In tal senso ha pesato il calo di 13,7 punti percentuali del marchio Volkswagen. La situazione non è stata rosea nemmeno per la PSA, il gruppo francese del quale fanno parte le Citroën, DS, Opel e Peugeot: le 234.195 auto targate a giugno valgono un -8% rispetto allo stesso mese del 2018. Al terzo posto c’è il Gruppo Renault, in calo del 3,6% a 192.866 nuove targhe, davanti alle Hyundai-Kia (96.309 immatricolazioni, il 3% in meno) e alla FCA, che a giugno ha accusato una flessione del 13,6%: è passata da 102.481 a 88.585 auto vendute. Il primo gruppo in attivo è quello Toyota, all’ottavo posto, cresciuto dell’1,9% a 70.487 nuove automobili.



Aggiungi un commento
Ritratto di german-
17 luglio 2019 - 12:16
"solo toyota sorride" = europa mercato del terzo mondo
Ritratto di remor
17 luglio 2019 - 12:32
Toyota potrebbe fare molto bene/meglio sia perché ha l'ibrido per eccellenza, al limite dovrebbero non limitarsi al non solo Cvt per lo meno per l'europa, sia perché le linee del nuovo corso dalla Ch-R e passando per la nuova Corolla mi sembrano azzeccate. Parlando invece nel complesso non è detto che non si sia venuto a creare, attestato da tutta queste serie di mesi in negativo anche in doppia cifra, un clima di aspettativa magari sulle proposte elettriche che però sulla carta sembra che sia tutto già bello e fruibile ma in pratica no. E' ovvio che uno ci pensa 2 volte se prendere un tipo di auto che a breve sembrerebbe dover risultare obsoleta come tecnologia, ma ci pensa 2 volte e mezza anche se prendersi un'auto che al momento non avrebbe in primis le necessarie infrastrutture a supporto. Se non entrano nell'ottica di iniziare a proporre elettriche moderne -ossia compatte, leggere, con batterie al passo coi tempi che quindi per autonomie brevi di 100-150 km comporterebbero un aumento di peso irrisorio e un impatto economico minimale- a prezzi competitivi con quelle tradizionali prevedo un relativo lungo periodo si relativo stallo delle vendite
Ritratto di german-
17 luglio 2019 - 12:40
ch-r e corolla paiono uscite da un manga
Ritratto di Dr.Torque
17 luglio 2019 - 14:00
No, ma le facce di quelli ritratti nella foto di questo articolo sono meravigliose! LOL
Ritratto di Micli
17 luglio 2019 - 14:45
Hai ragione Torque.. probabilmente il venditore starà provando a convincerli a comprare uno degli ultimi modelli spacciandoli per appena usciti delle varie panda, giulletta, y, 500..e via dicendo e giustamente i ragazzi si sentono "leggermente" presi per il c...o :-)))
Ritratto di zero
17 luglio 2019 - 14:56
11
mmm... e che FCA è quella alle loro spalle? Non la riconosco... mmm...
Ritratto di Vincenzo1973
17 luglio 2019 - 16:13
veramente sono Kia quelle alle spalle...avranno visto il prezzo e hanno storto la faccia...
Ritratto di Dr.Torque
17 luglio 2019 - 16:21
Lui: "cosa ne dici di fare gli interni in mucca pezzata?" Lei: "se ci provi la do subito al venditore" Venditore: "Ma certo! Ottima idea la mucca pezzata!"
Ritratto di Alex Li
17 luglio 2019 - 17:45
Micli Le vetture esposte in quel salone hanno un che di orientale........ahhhh è una Kia ! Consiglio visita oculistica urgente...
Ritratto di Micli
17 luglio 2019 - 18:54
Mamma mia sono rincuorato che ci sia gente come te che ancora difende l'indifendibile..che quelle siano kia lo so benissimo..che la Fca stia affondando a causa di modelli che nn ci sono o peggio ancora sono spacciati x nuovi è un dato di fatto!! L'importante è che c'è gente cm te che viene a fate le pulci mentre il carrozzone affonda..
Pagine