Mercedes E Cabrio: si prepara per l'estate

2 marzo 2017

Al Salone di Ginevra debutta la versione Cabriolet della Mercedes E, auto raffinata destinata ad integrare una gamma ora completa.

Mercedes E Cabrio: si prepara per l'estate

COLLO AL CALDO - La Mercedes completa il listino della Classe E con la quarta variante di carrozzeria, che arriva dopo la berlina a quattro porte, la station wagon e la coupé: il nuovo modello, la Mercedes E Cabriolet, si avvale di una capote in tela ad azionamento elettrico e punta sul fascino della guida con il vento fra i capelli, anche quando le condizioni climatiche non sono ideali, grazie ad alcuni dispositivi come quello che riscalda il collo tramite una bocchetta sul sedile (Airscarf) o il deflettore montato sul parabrezza (Aircap) per deviare il flusso d’aria che proviene dall’esterno. La capote si apre e chiude in 20 secondi fino alla velocità di 50 km/h, è realizzata con un tessuto multi-strato che isola l’abitacolo e si può ordinare nei colori marrone scuro, blu scuro, rosso scuro o nero.

DOTAZIONI DA BERLINA - Il baule della Mercedes E Cabriolet contiene fino a un massimo di 385 litri, ma il vano si riduce a 310 litri quando la capote è stivata al suo interno. Le dimensioni esterne generose (è lunga 483 cm) e la cura per il dettaglio tipica delle Mercedes rendono l’auto molto vivibile, anche nel corso delle stagioni meno favorevoli, grazie alla presenza degli stessi contenuti disponibili sulla berlina: la E Cabriolet può adottare le sospensioni ad aria, la trazione integrale, il sistema per gestire la modalità di guida ed i tergicristalli Magic Vision Control, che integrano gli ugelli e spruzzano l’acqua sul parabrezza senza influire sulla visibilità. Optional il pilota semi-automatico Drive Pilot, che governa l’auto in determinati frangenti e la mantiene in corsia automaticamente fino alla velocità di 210 km/h. Le uniche rinunce vanno messe in conto dai passeggeri posteriori: il divano (ripiegabile) è sagomato per due e ha un’inclinazione molto accentuata.

ANCHE 4WD - L’assetto della Mercedes E Cabriolet è ribassato di 15 mm rispetto alla berlina. Da quest’ultima viene ripresa l’impostazione della plancia, con i due schermi da 12,3 pollici, che svolgono uno la funzione di quadro strumenti digitale (optional) e l’altro quella di sistema multimediale. La Mercedes E Cabriolet sarà in vendita nel 2017 e verrà esposta in anteprima al Salone di Ginevra, in programma dal 7 al 19 marzo. I motori dovrebbero essere gli stessi della coupé, anche se per ora non ci sono certezze al riguardo: sono previsti i benzina 2.0 a quattro cilindri da 184 CV (riservato alla E 200) e 245 CV (E 300) e il 3.0 sei cilindri a V da 333 CV (E 400 4matic), mentre va confermata la presenza di motori diesel. Il cambio è automatico a 9 marce.

Mercedes E Cabrio
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
24
15
6
7
10
VOTO MEDIO
3,6
3.580645
62
Aggiungi un commento
2 marzo 2017 - 11:47
Oddio vista così pare un po pesante, un po effetto barcone, forse parte della colpa è da attribuire all'allestimento AMG, di solito sui cabrio appesantiscono ancor più che sulle coupé.
Ritratto di Fr4ncesco
2 marzo 2017 - 12:09
In effetti con l'allestimento AMG sembra un SUV, quella rossa invece è molto più slanciata e sembra addirittura un modello diverso per le proporzioni.
2 marzo 2017 - 16:58
Sono anche d'accordissimo con te sull'attuale corso Mercedes-Benz: È il più bello e "caldo" tra le tedesche a tal punto da apparire il meno teutonico di tutti, c'è molta passionalità in queste ritrovate rotondità e mi riportano alla mente le belle Benz sexy e sinuose degli anni 50 (quando il precedente corso con tutti quegli spigoli è stato una vera e propria ode agli anni 70) in ogni caso è vero che tra tutte le premium, che poi Mercedes-Benz per me è più Luxury, sono le più indistinguibili tra C, E ed S ma se è questo il prezzo da pagare per avere delle linee realmente comunicative e desiderabili va bene così, le bmw in ogni caso non si distinguono più di tanto prendendo le ultime nate (7 e 5 sono uguali) e la bellezza di Mercedes-Benz se la sognano di notte, audi come ho già scritto in precedenza, non va né avanti né indietro e anche dalla nuova a8 non mi aspetto nulla di sconvolgente a meno che i muletti visti sinora non fossero dotati dell'attuale carrozzeria e poi viene svelato qualcosa di rivoluzionario giusto alla fine per dare enfasi all'effetto sorpresa.
2 marzo 2017 - 17:10
Che poi soprattutto sulle segmento F che rappresentano il flagship di una casa, le linee sinuose danno molto più idea di luxury piuttosto che di semplice premium, c'è l' editoriale di 4r di febbraio dove parlava di nuova LS500 e del fatto che la Lexus, imitando Mercedes-Benz, sta per fare il grande passo di saltare a piè pari la fascia premium per andare a occupare quella del Luxury in diretta concorrenza con Bentley, RR e la citata Mercedes-Benz, pare abbiano speso qualcosa come due miliardi di dollari negli USA per adeguare la rete di vendita alla nuova facoltosa clientela forse anche consci del fatto che pur vendendo meno, nel luxury si guadagna di più che facendo numeri maggiori nel premium. Certo è che in tal modo si andrà ad aprire una voragine nel gruppo tra la generalista Toyota e la Luxury Lexus, allora sarebbe necessario l'acquisto in toto di Mazda, che già sono quasi premium, per riempire il vuoto lasciato nel premium.
Ritratto di Ercole1994
2 marzo 2017 - 18:09
Mah MAXTONE, il design Mercedes attuale è molto bello, ma io preferisco quello precedente, più mascolinità di quello attuale. Prendiamo ad esempio la Classe C 2007-2013: linee tese e molto equilibrate, che anche nelle versioni più da rappresentante (quelle con fregio sul cofano), emanavano sportività ed eleganza allo stato puro.
Ritratto di luperk
2 marzo 2017 - 12:04
Oddio proporre anche qui il 180 cv.....una subaru forester 2.0 xt non le farebbe leggere neanche la targa
Ritratto di Fr4ncesco
2 marzo 2017 - 12:11
Guardando un po' il parco automobilistico le nuove Mercedes, tra le tedesche, sono quelle stilisticamente più interessanti. Le BMW ormai le trovo bruttine mentre la Audi anonime.
Ritratto di Ercole1994
2 marzo 2017 - 12:57
Concordo, anche se il fenomeno "matrioska" tra le berline, è molto accentuato. Ci vuole un occhio attento per distinguere una C, da una E. Stessa cosa succede anche con le 2 suv-coupè GLC/GLE, facilmente confondibili ad occhio distratto.
Ritratto di Fr4ncesco
2 marzo 2017 - 13:19
Si ormai sono indistinguibili e un modello dall'altro varia solo per le dimensioni, però prese singolarmente sono molto belle e si discostano da quell'immagine "fredda" che hanno solitamente le tedesche.
Ritratto di Ercole1994
2 marzo 2017 - 13:27
Guarda, secondo me il design migliore di Mercedes nel 21esimo secolo, è stato quello precedente all'attuale. Una Classe C del periodo 2007-2013, è ancora così bella, che ancora mi fa effetto quando passa per strada, soprattutto se ha lo stellone al centro della calandra.
Pagine