NEWS

Mercedes GLC F-Cell: consegnati i primi esemplari

15 novembre 2018

La Mercedes GLC F-Cell è la prima auto a idrogeno della casa di Stoccarda. Inizialmente sarà offerta solo a noleggio.

Mercedes GLC F-Cell: consegnati i primi esemplari

SOLO IN AFFITTO - Sono stati consegnati i primi esemplari di Mercedes GLC F-Cell, una innovativa suv elettrica alimentata a idrogeno. Alcuni di questi esemplari sono destinati ai vari ministeri e organizzazioni, tra questi possiamo citare l'organizzazione nazionale per l'idrogeno (NOW), H2 Mobility e Deutsche Bahn. Nel corso dell’anno le consegne verranno estese anche alle società attive nel mercato dell'idrogeno come Air Liquide, Shell e Linde. A causa del prezzo elevato la Mercedes GLC F-Cell non sarà venduta, ma unicamente affittata ai clienti delle grandi città della Germania e del Giappone. Il canone mensile previsto è di 799 euro. Sarà offerta con un modello di noleggio full-service che comprende, tra le altre cose, la manutenzione completa, ivi comprese le riparazioni.

DOPPIA MODALITÀ - La Mercedes GLC F-Cell è una vettura unica nel suo genere. È mossa da un motore elettrico al quale fornisce energia una cella a combustibile (fuel cell) alimentata dall’idrogeno ospitato in due serbatoi in fibra di carbonio, che hanno la capacità di stoccare 4,4 kg di idrogeno e che possono essere riempiti in soli tre minuti. L’autonomia dichiarata è di 430 km, con un consumo di idrogeno di circa 1 kg ogni 100 km.  Il motore ha una potenza di 155 kW e una coppia di 365 Nm. In aggiunta alla cella a combustibile, nella vettura è collocata anche una batteria agli ioni di litio, con una capacità di 13,5 kWh per ulteriori 51 km di autonomia, che può essere caricata esternamente così come avviene con un qualsiasi veicolo elettrico. In pratica può muoversi utilizzando sia il sistema a fuel cell, sia una normale batteria ricaricabile.

La GLC F-Cell dispone di quattro modalità di funzionamento:

  • HYBRID: il veicolo viene alimentato da entrambe le fonti di energia. 
  • F-CELL: lo stato di carica della batteria ad alta tensione viene mantenuta costante dall'energia della cella a combustibile. Viene consumato solo l'idrogeno.
  • BATTERIA: la GLC F-CELL è alimentata dalla batteria aglio ioni di litio. Il sistema di celle a combustibile non è in funzione. Questa modalità è ideale per brevi distanze.
  • CARICA: questa modalità ha la finalità di creare una riserva di potenza.


In tutte e quattro le modalità operative, il sistema è dotato di una funzione di recupero dell’energia in frenata.

MUSK NON CI CREDE - Le auto ad idrogeno rappresentano una tipologia di propulsione spesso criticata. Elon Musk, il Ceo della Tesla, ad esempio le definisce auto “fool cell” (“cella stupida”). Molte delle potenzialità dell’idrogeno sono ancora da dimostrare; tra gli aspetti positivi, a parità di percorrenza, l’idrogeno permette di avere a bordo 1/6 del peso e del volume necessario rispetto a un’auto a batteria, inoltre il pieno può essere fatto in pochi minuti. Permane il grosso difetto dell’idrogeno che risulta molto difficile da immagazzinare, poiché viene stoccato a pressioni intorno ai 700 bar che necessita anche di costosi distributori.

LA PRIMA FU LA MIRAI - Un’altra azienda che sta puntando molto sull’idrogeno è la Toyota. La Toyota Mirai è stata la prima vettura prodotta in serie ad essere dotata di tecnologia full cell. Ha un’autonomia di 500 km e per fare il piano sono necessari 5 minuti. La Mirai utilizza il Toyota Fuel Cell System (TFCS) a celle a combustibile produce elettricità da una reazione chimica tra idrogeno e ossigeno. Il serbatoio viene riempito con idrogeno, contenuto in serbatoi ad alta pressione, che alimentano le celle a combustibile dove l'idrogeno reagisce con l'ossigeno presente nell'aria generando elettricità. Come in un ibrido benzina-elettrico, la tensione viene poi incrementata per alimentare il motore elettrico. L’energia in eccesso viene accumulata in una batteria ogni volta che il veicolo frena o rallenta.

IN ITALIA NO - Altra protagonista della scena delle auto a fuel cell è la Honda Clarity Fuel Cell, un’altra proposta di una casa giapponese, che utilizza la medesima tecnologia di Mercedes e Toyota, che viene regolarmente venduta, ma non Italia dove nessuno di queste nuove vetture viene proposta per la mancanza di distruttori dove fare rifornimento di idrogeno.

Mercedes GLC
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
74
108
96
53
54
VOTO MEDIO
3,2
3.246755
385


Aggiungi un commento
Ritratto di v8sound
15 novembre 2018 - 14:00
Ecco la risposta tedesca alla moltitudine di beoti che pensavano fossero rimasti al palo con le nuove tecnologie.
Ritratto di v8sound
15 novembre 2018 - 18:28
Dipende da quale prospettiva guardi la questione. Posto che le case automobilistiche producono auto per vendere e creare utili, potrebbe essere che qualcuna di esse abbia preferito attendere i tempi giusti per proporre novità così rilevanti circa la propulsione. Parere personale, ovviamente, il resto chiacchere da bar.
Ritratto di FRANCESCO31
15 novembre 2018 - 14:26
MERAVIGLIOSA, anche la fiat dovrebbe fare un suv a idrogeno da 250 cavalli e unpick up da 350 cavalli con 1.000 km di autonomia
Ritratto di FRANCESCO31
15 novembre 2018 - 14:27
una Alfa romeo Stelvio da 250hp a Maserati Stelvio da 350hp
Ritratto di Claus90
15 novembre 2018 - 17:33
Queste sono auto moderne idrogeno, altro che Lexus e Hybrid.
Ritratto di Claus90
15 novembre 2018 - 21:12
tu sei pazzo, te ne devi annà
Ritratto di v8sound
15 novembre 2018 - 18:30
Se è per questo BMW da idrogeno giravano negli anni '90, certo, ancora a livello sperimentale, per questo presumo avessero ritenuto che i tempi non fossero maturi.
Ritratto di v8sound
15 novembre 2018 - 18:31
ad idrogeno...
Ritratto di Giuliopedrali
15 novembre 2018 - 19:25
I tedeschi fanno ridere per come tutto di un colpo hanno cambiato idea, un giorno prima diesel e ancora diesel, il giorno dopo cercano disperatamente qualunque soluzione, come alla fine della Seconda Guerra, le Wunderwaffen, le armi straordinarie, credevano in qualunque cosa li salvasse... I cinesi avanti anni luce.
Ritratto di Mbutu
15 novembre 2018 - 21:25
Questa polemica non la capisco. Toyota ci è arrivata prima? Echissenefrega. Buon per loro. La cosa importante è che un nuovo player sia pronto con un prodotto ad idrogeno. Poi sceglieremo chi vogliamo comprare, ma oggi la priorità è sviluppare alternative al motore a scoppio.
Pagine