NEWS

Mini Countryman Cooper S E: arriva la ibrida

8 giugno 2017

Debutta in questi giorni al Salone di Torino la versione ibrida che ha la trazione integrale, ma dovrebbe consumare poco in città.

Mini Countryman Cooper S E: arriva la ibrida

PREZZO SALATO - Sfatato il tabù della lunghezza, più generosa che sulle Mini del passato, la casa inglese rompe un altro legame con le tradizioni e introduce sulla Mini Countryman il primo motore ibrido della sua storia: è il tre cilindri a benzina da 1.5 litri, che si abbina a un motore elettrico con batterie ricaricabili e promette una grande efficienza d’utilizzo, complici le percorrenze medie dichiarate nell’ordine dei 45 km/l. La Mini Countryman S E è già in vendita nel nostro Paese e costa da 37.350 euro. Di serie prevede il cambio automatico Steptronic a 6 rapporti e la trazione integrale All4, priva di un tradizionale collegamento meccanico fra i due assi ma creata attraverso la combinazione fra i due motori: quello a benzina muove le ruote anteriori, l’elettrico interviene su quelle dietro. 

ELETTRICA DA 88 CV - L’ibrido della Mini Countryman S E è del tipo plug-in, con batterie ricaricabili anche da una normale presa di corrente. La pila ha una capacità di 7,6 kWh, si può ricaricare in 3,5 ore da un normale impianto casalingo ed è montata davanti al motore elettrico, sotto il divanetto posteriore, dove sottrae qualche litro al bagagliaio: la capacità passa dai 450 litri delle Countryman a benzina o gasolio ai 405 litri. La batteria alimenta un motore elettrico da 88 CV, che muove l’auto fino a 125 km/h e per un massimo di 40 chilometri, stando al valore comunicato dalla Mini. Il motore ibrido è completato dal benzina a tre cilindri, accreditato di 136 CV, che insieme al motore elettrico regala alla Countryman S E prestazioni di buon livello: la potenza complessiva è di 224 CV e per lo 0-100 km/h bastano 6,8 secondi.

CONSUMI DA SCOOTER - La logica di funzionamento dell’ibrido della Mini Countryman Cooper S E permette ai due motori di funzionare sempre in maniera ideale, quindi l’elettrico verrà usato più spesso in città e il benzina lungo strade di scorrimento (o quando le batterie sono scariche). In questo modo la casa inglese può dichiarare percorrenze medie di circa 43 km/l, visto che il ciclo d’omologazione prevede una lunga sessione a bassa velocità con batterie cariche, dove la Mini Countryman Cooper S E può sfruttare l’ausilio del motore elettrico. Il conducente può scegliere inoltre tre modalità di guida: l’Auto eDrive mantiene in funzione l’elettrico fino a 80 km/h, la Max eDrive accende il benzina solo quando vengono richieste le massime prestazioni e la Save Battery conserva la carica delle batterie in vista di futuri percorsi in città.

Mini Countryman
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
25
24
23
33
61
VOTO MEDIO
2,5
2.51205
166


Aggiungi un commento
Ritratto di NITRO75
8 giugno 2017 - 18:55
Al di là che questa variante della MINI non mi entusiasma, tutto si può dire ma non che sia bella e soprattutto che sia "MINI", il sistema Plug-in Hibryd è efficace e molto funzionale. Insomma da comprare solo per quello, poi che ci sia una Mini intorno è un dettaglio......
Ritratto di MaurizioSbrana
8 giugno 2017 - 19:01
1
Lo stesso discorso si può fare anche per la 500x, se non che qui si parla di un marchio indipendente mentre invece per 500 si parla di un sub brand... difesa della mini a parte direi che in buona sostanza è una serie 2 active hybrid con trazione integrale e marchio mini... concludo dicendo comunque bravi perché il futuro è questo, con la progressiva scomparsa del diesel
Ritratto di Fr4ncesco
8 giugno 2017 - 19:11
Ma qualcuno ha mai visto una Serie 2 Active Hybrid? Una Volvo V60 D6-Plug-in? Una Golf GTE? Una A3 e-Tron? Una Optima GDi P-HEV ecc? L'unica casa impegnata realmente nell'ibrido è Toyota e si è da poco affacciata Hyundai ma solo con Ioniq e Niro.
Ritratto di MaurizioSbrana
8 giugno 2017 - 19:26
1
Non le vedi perche le politiche commerciali delle case e della nostra nazione ti spingono a comprare un diesel piuttosto... io personalmente se dovessi andare su un brand medio alto andrei su un ibrida tutta pa vita... fra parentesi, nel mio palazzo c'è una q5 hybrid e una lexus ct200h... ma sono dettagli
Ritratto di bridge
8 giugno 2017 - 19:28
1
In Italia i modelli che hai citato no (tranne una Golf GTE ma era brandizzata). A Parigi ogni tanto vedo qualche A3 e-tron attaccata alle colonnine.
Ritratto di marcoluga
8 giugno 2017 - 22:58
Golf GTE in Svizzera se ne vedono parecchie e anch'io ci sto facendo un pensierino. Ma questa Mini essendo più alta della Golf per me lo è ancora di più.
Ritratto di Fr4ncesco
9 giugno 2017 - 00:35
Forse in Francia e in Svizzera ci sono politiche più eco-friendly, però sono convinto che in proporzione alle versioni benzina e diesel quelle ibride plug-in siano in numero esiguo.
Ritratto di marcoluga
9 giugno 2017 - 06:22
Vero.
Ritratto di bridge
9 giugno 2017 - 13:13
1
È palese che sono ancora pochissime le ibride plug-in... Ma con il passare degli anni e se verranno proposti dei modelli più democratici, IMHO, ne vedremo sempre di più.
Ritratto di neuro
12 giugno 2017 - 10:36
colpa dell'Italia che non è eco-friendy.
Pagine