NEWS

Il "cimitero" delle Volkswagen del Dieselgate 

3 aprile 2018

La casa tedesca ha noleggiato negli Usa 37 siti per ospitare le 294.000 auto non in regola che ha riacquistato. 

Il "cimitero" delle Volkswagen del Dieselgate 

OLTRE 7 MILIARDI - L'accordo raggiunto con le autorità statunitensi è costato oltre 25 miliardi di dollari alla Volkswagen, che ha speso questa cifra per mettere fine nel paese alla vicenda sulle emissioni truccate di alcuni motori diesel, il cosiddetto Dieselgate, lo scandalo emerso nel 2015 di cui l'azienda sta ancora scontando le conseguenze. La Volkswagen è stata sanzionata con multe salatissime, ha creato un fondo per l'ambiente e si è dovuta far carico di molte vetture non in regola, visto che i proprietari potevano chiedere di farsele riparare gratuitamente o rivenderle all'azienda. Il costruttore tedesco ha ricomprato circa 335.000 vetture, stando all'agenzia Reuters, e ha dovuto affittare 37 enormi centri di raccolta per stivare tutte. La Reuters è entrata in possesso di alcuni documenti riservati, scoprendo che la Volkswagen ha speso finora 7,4 miliardi di dollari per riacquistare le auto.

ANCHE UNO STADIO - Alcuni di questi grossi "cimiteri" sono ad esempio una cartiera in disuso nello stato del Minnesota, uno stadio abbandonato a Detroit e una porzione di deserto in California (nel video qui sotto della BBC). La Volkswagen deve spendere grosse somme di denaro anche per mantenere in ordine le auto, visto che alcune conta di rivenderle negli Stati Uniti (dopo averle modificate) e altre all'estero, ma in questo caso deve aspettare un'autorizzazione che non è ancora arrivata. Stando ai documenti ottenuti dalla Reuters, il costruttore tedesco ha rivenduto circa 13.000 automobili e ne ha distrutte circa 28.000. Al 31 dicembre scorso, stando ai documenti, la Volkswagen possedeva nel paese circa 294.000 auto. I clienti in possesso di una macchina non in regola potranno chiedere di restituirla fino al 1 settembre, ma è previsto che il costruttore andrà avanti a ricomprarle per tutto il 2019.

Aggiungi un commento
Ritratto di Dr.Torque
3 aprile 2018 - 17:41
Su quelle migliaia di auto non rivendibili mettete dei numeri sulle portiere e date vita al più grande demolition derby della storia. Al mio segnale scatenate l'inferno! LOL
Ritratto di Damien
3 aprile 2018 - 17:59
5
Bellissima l'idea del demolition derby, solo che ci sarebbe l'immediata querela da parte di Abarth che con le 500 ha l'esclusiva dei demolition derby https://www.youtube.com/watch?v=WKWsY3GAvq4
Ritratto di ziobell0
3 aprile 2018 - 18:03
non salta fuori una bella jetta usata di quarta mano per damien gelminy?
Ritratto di Damien
3 aprile 2018 - 18:05
5
Così la affianco alla mia nuova C coupè
Ritratto di impala
3 aprile 2018 - 20:20
.... io voglio bene "distruggere" un caro armato tedesco con la sua caldaia a gasolio al demolition derby
Ritratto di impala
3 aprile 2018 - 20:21
... o forse anche 300 000, se queste non finiscono in india, in africa ho non so dové
Ritratto di Jumputer
4 aprile 2018 - 19:48
In india guida a dx non le posso portare. E poi anche in India i diesel sono al bando... Restiamo noi sud Europa terzo mondo automobilistico...
Ritratto di alex_rm
3 aprile 2018 - 19:10
So che inizialmente gli americani portavano le Volkswagen solo con un sedile e senza portiere e parti interne(smontate e vendute) perche l’auto che si diveva riconsegnare basta che fosse stata marciante.
Ritratto di ilpellegrino
4 aprile 2018 - 14:48
Volkswagen ha fatto causa (vincendo) a chi ha fatto questa manovra, perché le auto andavano restituite perfettamente integre
Ritratto di gjgg
4 aprile 2018 - 16:16
1
Link? Lo dico perché mi sembra strano che magari dopo aver iniziato ad usare la macchina ad esempio trovavano scomodo e perciò hanno tolto il bracciolo o smontato lo stereo (che ce ne mettevo uno più performante e costava 10 volte tanto ma figurati se glie lo lasciavano) o si sono rotte le barre sul tetto o la cappelliera o si sono perse le borchie originale e uno ci ha messo quelle da 5 dollari. E per ridargliela indietro uno doveva rimetterla a nuovo. Al limite avrebbero potuto fare il contrario ossia che quando le riportavano veniva fatta una valutazione del valore (come si fa per l'usato) invece di dare una somma uguale per tutti a prescindere. Poi, boh, magari in America vengono fatti discorsi diversi che da noi
Pagine