NEWS

NEVS: ecco l'elettrica su base Saab 9-3

31 maggio 2017

La cinese NEVS, che cinque anni fa rilevò la Saab, svela la 9-3 EV che sarà in produzione nel 2018.

NEVS: ecco l'elettrica su base Saab 9-3

UN'AUTO PER IL CAR SHARING - La NEVS, la società che nel 2012 acquistò la Saab, ha presentato il primo frutto del lavoro degli scorsi anno. Si tratta di una vettura elettrica denominata 9-3 EV che sarà impiegata a partire dal 2018 all'interno di un programma di car sharing e ride sharing (le auto condivise con o senza autista) nella città cinese di Tianjin. Si tratta di un progetto pilota in un'area densamente popolata da 15 milioni di persone per la quale la NEVS fornirà un non ben precisato numero di 9-3 EV elettriche. La casa conferma che gli ordini per questa vettura sono già 150.000 da parte di varie società cinesi.

AUTONOMIA 300 KM - La NEVS non ha diffuso caratteristiche tecniche dettagliate della 9-3 EV, limitandosi a confermare che la vettura ha un'autonomia di 300 km, è dotata di un sofisticato sistema di filtraggio dell'aria per l'abitacolo in grado di ridurre il particolato PM 2,5 da 500 a 50 µg/m3 in meno di un minuto, può aggiornare i software di bordo “over the air”, come gli smartphone, è predisposta per il car shaing, potendo essere aperta e gestita a distanza con il telefonino, e sarà costruita in Cina.

LA BASE È LA SAAB 9-3 - Dalle immagini diffuse dalla casa, si nota la parentela con la vecchia Saab 9-3, della quale sembra aver mentenuto l'ossatura. Gli interventi stilistici interessano prevalentemente il frontale e la coda. Davanti troviamo i fari sottili a led e una mascherina che scende fino ad insinuarsi nel paraurti, mentre in coda i nuovi fanali sono uniti da un profilo che corre lungo il baule. Gli specchietti retrovisori sono stati sostituiti da telecamere. La versione station wagon è caratterizzata da una coda piuttosto massiccia con fanali verticali. Maggiori dettagli sulla NEVS 9-3 EV saranno svelati in occasione del CES Asia di Shanghai il 7 giugno.



Aggiungi un commento
Ritratto di Rox19
31 maggio 2017 - 16:36
1
Non sanno più come farla resuscitare heheheheh...più volte ho visto articoli in cui si tenta di riprodurla.....è immortale !!
Ritratto di Prrrrr
1 giugno 2017 - 15:06
Veramente la Saab si è uccisa da sola. Con i vari passaggi di proprietà, non sono riusciti a farci business, tutti mantenevano la sede Storica (giustamente), ma non riuscivano a dare delle direttive consone al nuovo assetto. Morale, in Saab continuavano a produrre come hanno sempre fatto, senza guardare al risparmio, saltando ordini e tempi di consegna. La Saab x resuscitare, dovrebbe passare in Case come la VW. Ci vuole tempo per avere dei profitti, in un mercato molto competitivo... la Saab ha sempre fatto un ottimo prodotto, fatto bene e con materiali di prima,e tutto questo con il mercato, non ha molto in comune. Ricordiamo che Saab era anche Scania... è un peccato vederla "agonizzante", peccato. Saab era l'unica Casa al Mondo, da permettersi di prendere un qualsiasi modello dalla catena di montaggio, metterlo sull'anello di Nardò e di lanciarla a tavoletta x 40.000 CHILOMETRI... Unica! Questo veniva fatto sempre x un nuovo modello... 40.000 sono veramente tanti.
Ritratto di Tony Slidersport
10 giugno 2017 - 16:32
SAAB ..., non semplice fabbrica automobilistica, filosofia costruttiva a se stante , fuori dagli schemi e con personalita' ed individualismo elevati...Non possiamo paragonarla alle auto decisamente dozzinali , faremo un grosso errore...General Motors l'ha assassinata per la mancanza di profitti economici legati al particolare target di clientela che non soddisfaceva piu' la bramosia di guadagni degli americani ...Basti pensare che la entry level della 9,3 era una 2000 150 cv. a benzina ad andare su.....Non tutti potevano..Dovevano allargare la rosa di modelli partendo dalle utilitarie fino alle grosse cilindrate, questo tutto a discapito della filosofia della casa del Grifone... L'epilogo oggi e' sotto gli occhi di tutti gli appassionati....Io sono Sabbista dal 1990, ne ho avute diverse, oggi ancora posseggo una 9,3 sport sedan 1,9 tdi 180 cv aero del 2010 nero metallizzato con interni in pelle color crema , 150000 km che va come un trano, ovviamente super curata e tagliandata e che uso per lavoro regolarmente, ed una 9,3 Cabrio del 2012 di fine produzione bleu midnight metallizzato e cappottina azzurra con il fantastico V6 2,8 250 cv a benzina...Una goduria, peccato che ne sono rimaste davvero poche...Non le vendero' Mai.
Ritratto di bridge
31 maggio 2017 - 16:42
1
Povera Saab... Che brutta fine...
Ritratto di Fr4ncesco
31 maggio 2017 - 16:56
Interessante il sistema del filtraggio dell'aria, soprattutto per la Cina. Chissà se questa sia veramente la volta buona, vanno avanti da anni senza combinare niente di concreto. Però avrei tentato un approccio diverso: l'avrei proposta con motorizzazioni tradizionali come low cost in stile DR; il progetto Saab, anche se vecchio, è comunque una garanzia in più dei progetti cinesi arrivati fin'ora sul nostro mercato.
Ritratto di jabadais
31 maggio 2017 - 18:49
Che amarezza, se penso ai pochi bozzetti relativi alla nuova 9-3 mai entrata in produzione... Saab è sempre stato uno dei miei marchi preferiti, questa è proprio insipida, senza turbo e senza il grifone sul cofano.
Ritratto di The Krieg
31 maggio 2017 - 20:45
Ma infatti sarà marchiata nevs, non saab
Ritratto di AMG
31 maggio 2017 - 20:59
Non è una Saab, la Saab è morta. Quindi perché parlarne? Eccetto il sistema di filtraggio dell'aria non vi è notizia, è un'auto cinese, di scarsa qualità che riprende la base di un'auto vecchia (tra l'altro estinta) è esteticamente brutta e propone una tecnologia che è già superata, almeno a livello di autonomia... Non so il prezzo è vero ma lo considero un modello privo di alcun interesse per il mercato Europeo o nord Americano.
Ritratto di CiccioBe
1 giugno 2017 - 08:13
tecnologia superata almeno a livello di autonomia???? ma non è vero! 300 km sono un buon dato! ad esempio la Leaf e la Zoe (ok, altro segmento, ma macchine completamente elettriche) non mi sembra che dichiarino tanto...
Ritratto di AMG
1 giugno 2017 - 18:22
Vero, tuttavia la Leaf presto sarà sostituita dal nuovo modello (l'attuale risale al 2010, comunque con i dovuti aggiornamenti) che prometterà un'autonomia più incline ai nuovi livelli raggiunti con l'Ampera Chevrolet-Opel e con la futura Tesla 3. La Zoe non so, anche ha avuto una fortuna piuttosto localizzata in alcune aree, comunque mi pare un modello molto più contenuto nelle dimensioni, e quindi nel relativo prezzo. Proporre oggi (2018 quindi) un'auto di queste dimensioni con un'autonomia DICHIARATA di questa cifra mi pare superata.
Pagine