NEWS

Nuova Ford Fiesta: tecnologia per tutti

30 novembre 2016

La Ford ha svelato la nuova generazione della Fiesta, che propone un livello di equipaggiamento inedito per la categoria.

Nuova Ford Fiesta: tecnologia per tutti

PIÙ GRANDE - Ancora più lunga (7 cm in più, fino a 404 cm), un po’ più larga (1 cm: fino a 173 cm), uno stile originale e con la gamma articolatissima. E soprattutto con una dotazione tecnologica che non si è mai vista su un modello della sua categoria: sono le coordinate fondamentali della nuova generazione della Ford Fiesta 2017. Comprendente quattro versioni tra cui la ricca ed elegante Vignale, allestimento che fa così il suo debutto sul modello più venduto della Ford e che comprende finiture in alluminio, cerchi in lega e interni in pelle. Le altre versioni sono la sportiva ST-Line, la "normale" Titanium e la crossover Active. Sempre con carrozzeria a 3 è 5 porte.

MENO “CUNEO”, PIÙ IMPONENTE - Lo stile e le proporzioni della nuova Ford Fiesta appaiono come un'evoluzione dei precedenti. Scelte giustificate, rispettivamente, dal successo della generazione uscente e dall'utilizzo di una piattaforma aggiornata in varie parti, ma sostanzialmente analoga (la Global B della Ford). Le novità di design riguardano un po' tutte le sezioni della vettura, dal frontale più alto è verticale alla linea di cintura non più a cuneo ma tendente a dare un’immagine più alta e robusta. La mascherina è in sintonia con lo stile adottato dalla casa per questo particolare sui suoi modelli più recenti. Nell’insieme si può dire che la nuova Fiesta si presta a essere interpretata in maniere diverse, per soddisfare un po' tutti. Una strategia intelligente che rispecchia la tipologia di clientala delle utilitarie, che è molto ampia: va dal giovane neopatentato ai più anziani.


Tutte le versioni della Fiesta: da sinistra, la Active, la ST, la Vignale e la Titanium.

ATTENZIONE AI PEDONI - La Ford comunque per la nuova Fiesta punta decisamente sull’equipaggiamento tecnologico, sia per l’assistenza alla guida, sia per il comfort di viaggio e la sicurezza. Un elemento testimonia questa scelta della casa dell’Ovale blu: la dotazione comprendente il sistema di riconoscimento dei pedoni fino a 130 metri di distanza, che frena automaticamente la vettura fino allo stop per evitare incidenti, anche di notte. Non da meno è il moderno sistema di parcheggio semiautomatico Active Park Assist, che agisce autonomamente nelle manovre.

DOTAZIONE TECNOLOGICA - Nell’equipaggiamento della nuova Ford Fiesta sono compresi i più rilevanti sistemi di assistenza alla guida, basati su un complesso di due telecamere, tre radar è 12 sensori. L’elenco dei dispositivi previsti sulla nuova Fiesta include il riconoscimento dei segnali stradali (Traffic Sign Recognition) che tiene conto anche dei limiti esistenti per corsia di marcia; la regolazione automatica dei fari abbaglianti (Auto High Beam). Novità per la categoria è il sistema che monitora il traffico in arrivo (Cross Traffic Alert), che avvisa il guidatore, durante la retromarcia, della presenza di veicoli in avvicinamento. L’elenco delle tecnologie includerà, inoltre, il controllo adattivo della velocità di crociera (Adaptive Cruise Control), il limitatore di velocità regolabile (Adjustable Speed Limiter), il riconoscimento di veicoli nella zona d’ombra (Blind Spot Information System), l’indicatore della distanza di sicurezza (Distance Indication), il monitoraggio dell’attenzione del guidatore (Driver Alert), il monitoraggio e il mantenimento della corsia di marcia (Lane Keeping Alert e Lane Keeping Aid) e l’avviso di emergenza pre-collisione (Forward Collision Warning).

AFFIDABILE E SICURA - Va anche detto che la sicurezza della nuova Ford Fiesta non è affidata solo ai dispositivi elettronici di assistenza  alla guida, oltre al telaio di grande affidabilità un contributo importante è fornito dal Torque Vectoring Control che  gestisce la ripartizione della coppia motrice alle ruote. Il sistema è in grado di migliorare l’aderenza in curva del 10%, contribuendo anche all’accorciamento (dell’8%) della distanza minima di frenata alla velocità di 100 km/h.

I MOTORI - La gamma motori della Ford Fiesta comprende il rivisto 3 cilindri turbo EcoBoost 1.0 in tre step di potenza: 100, 125 e 140 CV, abbinato ad un nuovo cambio manuale a 6 marce a basso attrito, che abbassa le emissioni fino a 97 g/km di CO2. L’EcoBoost da 100 cavalli sarà disponibile anche con cambio automatico a 6 marce e paddle al volante. Ci sarà anche un motore aspirato 3 cilindri a benzina 1.1, che condivide l’architettura con l’EcoBoost, con cambio manuale a 5 marce: sostituisce l'attuale 1.2 e viene proposto con 70 e 85 CV e con emissioni CO2 a partire da 101 g/km. La Fiesta sarà disponibile anche con il motore TDCi 1.5 da 120 o 85 CV abbinato al cambio manuale a 6 marce. Il TDCi 1.5 si avvale di un design ottimizzato della camera di combustione e del turbo (a geometria variabile per la versione da 120 cavalli). Un nuovo pulsante Eco permetterà di regolare il motore per aiutare i guidatori a risparmiare carburante quando non hanno necessità di prestazioni superiori. Tutti i motori, benzina e diesel, sono dotati dello Start&Stop, mentre EcoBoost 1.0 e TDCi 1.5 hanno la griglia anteriore a profilo aerodinamico variabile (Active Grille Shutter). 

IL SISTEMA MULTIMEDIALE - Per la Ford Fiesta 2017 è stato scelto il sistema multimediale SYNC 3, che si avvale uno schermo touch capacitivo di 8 pollici, comandi vocali evoluti, la possibilità di installare app dal catalogo AppLink e il supporto per i sistemi Apple CarPlay e AndroidAuto per replicare le funzioni principali degli smartphone sul display dell'auto e quindi usarne le potenzialità mentre si guida. Il SYNC 3 sulla nuova Fiesta è disponibile anche con uno schermo a 6,5” oppure una in versione base di 4,2” che lascia spazio alla docking station MyFord Dock, per l’alloggiamento e l’alimentazione di smartphone, navigatori e altri dispositivi. Tutte le Fiesta hanno di serie la connettività Bluetooth e una doppia porta USB. Optional sono il lettore CD, la radio digitale DAB e il sistema audio ad fedeltà B&O Play.

Aggiungi un commento
Ritratto di kuruma74
30 novembre 2016 - 10:47
Sono veramente indeciso su quale delle 4 versioni sia la più bella. Gli interni di questa fiesta sono veramente ben fatti, nonostante non sia un amante dei sistemi multimediali simil Ipad, questo che monta la Fiesta è veramente enorme, in barba a auto da 50 mila euro (vedi Q2). Dalle foto si evince anche la presenza di un pachetto winter con anche il volante riscaldato, altra chicca da auto di livello superiore. Insomma in attesa di ulteriori foto e dettagli, e sperando che il benzina 140 cv sia abbinato al powershift, direi che questa Fiesta ha fatto centro almeno per come io penso debbano essere le auto moderne.
Ritratto di Revolt
30 novembre 2016 - 17:39
Golf docet: linea vincente non si cambia. Non è la prima volta che si vedono nuovi modelli talmente simili a quelli uscenti che paiono dei restyling. Se guardiamo la Golf IV e la VII (passando da tutte quelle di mezzo) non si può non notarne lo stretto legame. Idem per l'attuale Mondeo: il passaggio alla nuova calandra poteva essere occasione per il lancio di una nuova auto globale. Il risultato è stato che la vecchia Mondeo è divenuta la Fusion americana a cui hanno cambiato (quasi solo) il frontale. Sul posteriore sono pressoché indistinguibili. Per ora sembrano lontani i tagli generazionali come quelli fra la Fiesta III/IV, la V e la VI. Per quanto riguarda il mio giudizio in merito, mi accodo a chi sostiene che sia un'auto bella così come bella (ed ancora attuale) era la precedente. Lunga vita al concept "Verve"!
Ritratto di FiestaLory
1 dicembre 2016 - 10:41
@Revolt Non concordo. A mio parere questa Fiesta rappresenta la prova evidente che Ford é agli antipodi rispetto a Vw riguardo la filosofia sulle successioni dei modelli: se da un lato, infatti, questa Fiesta in arrivo conserva degli aspetti dell'uscente, dall'altro é impossibile scambiarla con quest'ultima. La Vw ormai sfacciatamente giustifica con la sobrietà (dimissione) e il "blasone" una totale inconsistenza a livello stilistico, quasi a voler sottolineare di essere l'unica a poterselo permettere. Secondo me, le uniche volte in cui non sforna auto anonime e perché sono brutte (una Tiguan con un altro marchio verrebbe castigata dal mercato). Ma é la marcata identità di un modello come Golf che permetterebbe di disegnarla con un po' più impegno, senza rimetterci in termini di vendite: una Golf con lo stesso "viso" ma un po' più sinuosa, dinamica, fluida non piacerebbe di meno ai golfisti (e non verrebbe comunque osannata dai fanatici?) In conclusione, questa Fiesta sarà conservativa e meno iconica (concordo, la Verve é stupenda), ma già per questo motivo non è identica al modello precedente. Un saluto
Ritratto di Revolt
1 dicembre 2016 - 19:11
Il sunto del discorso che è innegabile è che alla Ford si sono accorti che il Verve è un concept ancora attuale e lo sarà per diversi anni. Tuttavia, l'arrivo in corazzata di nuovi modelli nel segmento, li ha costretti a dargli una rinfrescata (interni e posteriore) e nulla di più. A mio parere il livello di modifiche ESTETICHE esteriori è talmente leggero da rientrare ancora nel restyling, nonostante sotto ci sia un'auto tutta nuova. C'è da dire che negli ultimi anni le case automobilistiche hanno stravolto il confine fra nuovo modello e restyling: ad esempio l'attuale Corsa ha subito un cambiamento talmente pesante che faccio fatica a ritenerlo il semplice restyling del modello in vendita da un lustro, pur trattandosi invece della stessa macchina. Al contrario se si guarda questa nuova Fiesta nei 3/4 posteriori è praticamente impossibile non vederci ancora il Verve con i fari orizzontali e un accenno di coda sul portellone. Persino gli spigoli dei parafanghi posteriori sembrano disegnare i contorni inferiori della vecchia fanaleria verticale. Fateci caso.
Ritratto di lucios
30 novembre 2016 - 10:47
4
La linea è bella. Speriamo solo che la facciano con più qualità rispetto alla precedente.
Ritratto di Alessandro Sorvino
30 novembre 2016 - 16:47
E tu da un'utilitaria pretendi finiture di lusso?!?
Ritratto di Alessandro Sorvino
30 novembre 2016 - 16:49
Insomma, deve avere finiture giuste per un'utilitaria!!!
Ritratto di lucios
30 novembre 2016 - 17:03
4
Non pretendo finiture di lusso ma qualche scricchiolio, vibrazioni, marce rumorose e rollio di gomme in meno.
Ritratto di NF1991
2 dicembre 2016 - 00:03
Con i cerchi da 18 con spalla da 40 la vedo dura ad avere meno "Rollio di gomme"...
Ritratto di lucios
4 dicembre 2016 - 11:00
4
Io mi riferisco a versioni più normali. Anche con cerchi da 15, il rollio si sente.
Pagine