Kia Ceed: più slanciata e tecnologica

15 febbraio 2018

La quinta generazione della Kia Ceed ha linee più filanti e inediti sistemi elettronici di sicurezza.

Kia Ceed: più slanciata e tecnologica

PIÙ LARGA E BASSA - Lanciata nel 2006 e rinnovata nel 2012, oggi la media a cinque porte Kia Ceed è stata svelata alla stampa nella sua terza edizione, in attesa di essere mostrata al grande pubblico come novità mondiale al Salone di Ginevra che aprirà i battenti l’8 marzo prossimo. Progettata, sviluppata e costruita in Europa (nello stabilimento slovacco di Zilina) sulla base della nuova piattafroma K2, la Kia Ceed (il suo nome ha perso l’apostrofo che lo caratterizzava in precedenza) è lunga quanto il vecchio modello (431 cm da un paraurti all’altro, 265 cm di passo), ma è cresciuta 2 cm in larghezza (180 in totale) e diminuita di 2,3 cm in altezza (ora arriva a 145).  

MENO “MORBIDA” - La carrozzeria della nuova Kia Ceed ha forme più slanciate e atletiche, con linee rette e decise che sostituiscono i tratti arrotondati; il frontale ripropone i fari allungati sui passaruota. La mascherina è sempre a “naso di tigre”, ma con una griglia più ampia e nuove prese d’aria. Anche di profilo l’auto presenta linee più affilate, che contribuiscono a darle slancio, allungando visivamente il cofano segnato da evidenti nervature. La base dei finestrini ha un andamento più orizzontale, il montante centrale è ampio e la parte posteriore termina in uno spoiler.

UN “TABLET” SULLA PLANCIA - All’interno, la Kia Ceed è cambiata nei materiali e nel disegno della plancia: prevalgono le linee orizzontali e una sensazione generale di maggiore spaziosità. Il cruscotto è composto da due grandi strumenti analogici a binocolo, con lo schermo del computer di bordo al centro. La consolle, leggermente rivolta verso il guidatore, raggruppa i comandi del “clima”, quelli del sistema multimediale e, più in alto, il sottile schermo tattile (di 7” o 8”), a sbalzo e non più incassato nella plancia. Nel complesso, l’impressione è che l’abitacolo sia più accogliente e moderno, pur conservando la semplicità e il rigore che già caratterizzavano la precedente edizione.

DA 100 A 140 CV - La gamma dei motori della Kia Ceed va dalla versione aggiornata del 1.0 T-GDi turbo a iniezione diretta di benzina, con 120 CV, al nuovo quattro cilindri 1.4 T-GDi da 140, che sostituisce il 1.6 GDi aspirato da 135 cavalli (si aggiungerà più avanti il 1.4 MPi da 100 CV). C’è poi il 1.6 turbodiesel da 115 e 136 cavalli, abbinato al cambio manuale a 6 marce o al DCT a doppia frizione a 7 rapporti (quest’ultimo disponibile anche con il 1.4 T-GDi). 

LA SICUREZZA AUMENTA - Per la nuova Kia Ceed, novità anche sul piano della sicurezza. A partire dal Lane Following Assist (una tecnologia che rientra nei sistemi di guida autonoma di livello 2): attraverso una serie di sensori esterni, il dispositivo è in grado di monitorare il traffico e di verificare la posizione degli altri veicoli, rendendo così più sicuri i cambi di corsia e più fluida la guida nel traffico. Il sistema, attivo da 0 a 130 km/h, agisce su sterzo e acceleratore, controllando anche il mantenimento di corsia. Oltre al Lane Following Assist sono disponibili il High Beam Assist (abbaglianti automatici), il Driver Attention Warning (monitora la stanchezza del guidatore), il Lane Keeping Assist (l’avviso di uscita involontaria dalla corsia di marcia) e il Forward Collision Warning con Forward Collision-Avoidance Assist (il riconoscimento dei pedoni attraverso segnali tattili sul volante). E, ancora, il Blind Spot Collision Warning (l’allarme dell’angolo cieco) e il Rear Cross-Traffic Collision Warning (nelle manovre in retromarcia, in uscita dai parcheggi, segnala l’arrivo di altri mezzi dietro la macchina). Di serie ci sono sempre 7 airbag, il controllo dinamico della vettura Vehicle Stability Management e il controllo di trazione Esc.

Kia Ceed
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
10
7
18
7
3
VOTO MEDIO
3,3
3.31111
45
Aggiungi un commento
Ritratto di studio75
15 febbraio 2018 - 12:47
5
tutto molto sobrio, non mi dispiace. Per le luci di coda potevano osare un pò di più.
Ritratto di AMG
15 febbraio 2018 - 14:47
Quoto, modello riuscito, stile Kia elementi validi, buoni interni... Ma la coda sembra già datata complici appunto in gran parte i fanali...
Ritratto di AMG
15 febbraio 2018 - 14:48
Alla fine si sono riproposti con la coda della Optima sw solo che qui sembra davvero datata nel complesso mentre quella della optima riesce ad essere convincente.
Ritratto di Fr4ncesco
15 febbraio 2018 - 15:51
La Optima SW è imho la wagon più bella in commercio, anche più della sedan.
Ritratto di AMG
15 febbraio 2018 - 19:17
Lo riconosco, nel suo segmento. Configurata bene fa praticamente invidia ad un A6.
Ritratto di littlesea
15 febbraio 2018 - 13:07
2
No! Molto meglio la precedente. Bocciata!
Ritratto di Francesco_93
15 febbraio 2018 - 13:28
anonimissima e niente gpl
Ritratto di neuro
16 febbraio 2018 - 15:16
cosa c'entra il gpl? allora manca anche a metano...
Ritratto di MaurizioSbrana
15 febbraio 2018 - 14:08
1
Nel complesso una buona vettura. Piacevoli gli interni. Se la politica dei prezzi resterà aggressiva può giocarsela
Ritratto di MAXTONE
15 febbraio 2018 - 14:14
Bellissimo il frontale, ricorda quello di Stinger, accattivante ma in tal caso più sobria, la coda. Avrei preferito la fiancata con solo due luci e un gomito appena accennato come nella Rio precedente. Nel complesso si tratta di una bella macchina (anche se non in misura eccezionale ma quale lo è in questo segmento tranne Mazda 3 e Civic?) ma merita 5 volanti per la ottima realizzazione, il netto passo avanti in termini di estetica rispetto alla precedente, molto anonima, e il rapporto contenuti/prezzo, tra l'altro sembrano molto belli gli interni e pregevole, come al solito per Hyundai/Kia, la pedaliera.
Pagine