NEWS

Nuova Volkswagen Touareg: a tutta tecnologia

23 marzo 2018

Linea più sportiva, comandi di bordo nel nuovo sistema multimediale, retrotreno a ruote sterzanti, motori V6: la nuova VW Touareg si svela in anteprima a Pechino.

Nuova Volkswagen Touareg: a tutta tecnologia

LINEE DINAMICHE - È la Cina, col Salone di Pechino, il palcoscenico per il debutto in anteprima mondiale della terza generazione della nuova Volkswagen Touareg. Dopo 16 anni di vita (e 2 milioni di unità vendute dal 2002), la nuova edizione resta una suv dalle dimensioni importanti, dalle linee sobrie ed equilibrate: è appena più lunga (488 cm) e larga (198 cm) e un poco meno alta (170 cm), così da apparire più dinamica. Il frontale ha un aspetto più sportivo, grazie alla mascherina a listelli orizzontali (in cui sono inseriti i proiettori a led) molto delineati, alle numerose cromature, agli indicatori di direzione progressivi. Vigorosi i passaruota anteriori, mentre il tetto termina in un montante posteriore parecchio inclinato in avanti. Più grandi i cerchi, che partono da 18” per arrivare a 21”. Dietro, quasi tutta la larghezza è occupata dal portellone.

INTERNI INNOVATIVI - Sulla Volkswagen Touareg 2018 esordisce il sistema d’interfaccia digitale Innovision Cockpit. Davanti al guidatore trova posto uno schermo di 12” che si sviluppa in orizzontale; e, al centro della plancia, c’è il sistema multimediale con display di 15”. I due schermi formano un’unità digitale di comando, informazione, comunicazione e intrattenimento priva dei classici tasti. Il guidatore può anche regolare i sistemi di assistenza, controllo della dinamica e comfort in base alle proprie esigenze. Presenti una funzione di ricarica induttiva per smartphone e l’App-Connect (che integra MirrorLink, Apple CarPlay e Android Auto), il Media Control (integrazione dei tablet), nonché quattro porte Usb e un hotspot WLAN per connettere fino a otto dispositivi. Disponibile l’head-up display, che proietta sul parabrezza le principali informazioni. Il tunnel centrale è dotato di diversi pulsanti, tra cui due rotelle per selezionare il menu e le funzioni della vettura. Come abbiamo constatato ad Amburgo il 12 marzo, in occasione dell’anteprima europea, le finiture sono di pregio e la plancia è piacevole al tocco, grazie anche ai preziosi inserti in legno a pori aperti, alla pelle conciata al vegetale e a dettagli in alluminio e cromo. L’abitacolo, reso luminoso dalla luce che filtra dal tetto panoramico con sezione trasparente lunga 127 cm e larga 83 cm, è personalizzabile in tre stili: Atmosphere (più caldo), Elegance (più ricercato) ed R-Line (più sportivo). E per la luce ambiente sono disponibili a richiesta 30 colori. Cinque persone siedono comodamente mentre i sedili, massaggianti a richiesta, sono stati ridisegnati.

SICUREZZA E COMFORT - Notevole la dotazione tecnologica per la sicurezza e il comfort della nuova Volkswagen Touareg. Il sistema di visione notturna riconosce persone e animali in condizioni di oscurità tramite una telecamera a infrarossi, mentre il dispositivo di assistenza nella guida in colonna (fino a 60 km/h) sterza, mantiene la corsia, accelera e frena in modo parzialmente automatizzato. In più, il sistema di assistenza agli incroci reagisce al traffico trasversale. Nuovo il dispositivo antirollio con barre stabilizzatrici a regolazione elettromeccanica. Infine, i fari a led sono interattivi grazie ad anabbaglianti e abbaglianti regolati mediante telecamera.

PIATTAFORMA MBL EVO - Costruita sulla piattaforma MBL Evo (che condivide con Audi Q7, Bentley Bentayga, Lamborghini Urus e Porsche Cayenne), l’auto ha un bagagliaio più ampio (cresceda 697 a 810 litri con il divano posteriore in uso), privo di scalini e modulabile grazie al divano scorrevole. I bagagli vengono protetti da una copertura del vano di carico che, a richiesta, si apre e si chiude a comando elettrico. La carrozzeria è realizzata in un mix di alluminio (48%) e acciai high-tech (52%): nonostante le maggiori dimensioni, l’auto pesa 106 chilogrammi in meno del modello precedente e può trasportare rimorchi pesanti sino a 3,5 tonnellate.

E A RICHIESTA… - Novità per la Volkswagen è lo sterzo sulle quattro ruote, optional. A seconda della situazione di guida, fino a 37 km/h le ruote posteriori si orientano automaticamente in direzione opposta rispetto alle anteriori, con un conseguente miglioramento dell’agilità e della manovrabilità, soprattutto in fase di manovra: c’è una riduzione del diametro di sterzata pari a un metro (11,19 anziché 12,19 metri). Quando la velocità supera i 37 km/h, in fase di cambio di direzione le ruote posteriori sterzano da sé nella stessa direzione delle ruote anteriori. La Volkswagen Touareg ne guadagna in agilità, specie nei cambi di corsia, in particolare nelle rapide manovre di sorpasso. 

POCHI MOTORI - Inizialmente, due i motori disponibili per la Volkswagen Touareg 2018: i V6 a gasolio Euro 6 da 231 e 286 CV. In un momento successivo, si aggiungerà un altro V6, turbo a benzina, sempre Euro 6: il 3.0 TSI da 340 CV. In arrivo in Europa (la casa non specifica quando, ma debutterà prima in Cina) anche una versione ibrida plug-in con potenza di sistema di 367 CV. Anche con la terza generazione, la Touareg è dotata di serie di trazione integrale permanente abbinata a un cambio automatico a otto rapporti. Nelle concessionarie in Italia da giugno 2018, a prezzi indicativi da 60.000 euro.

VIDEO
Volkswagen Touareg
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
34
13
26
10
37
VOTO MEDIO
3,0
2.975
120


Aggiungi un commento
Ritratto di studio75
23 marzo 2018 - 11:11
5
Per chi diceva che la Tuareg era concorrente della Ford Edge :))))))) vabbè avevano in mente quella vecchia (che però aveva una linea più bella e personale).
Ritratto di dottorstrange
23 marzo 2018 - 11:47
Io la trovo un po troppo spigolosa.... ha una linea respingente. Non è brutta, anzi sembra ben fatta (anche se sarà cara arrabbiata, ovviamente). Però avrei paura di toccarla ogni volta che apro il garage, rischi di tagliarti a furia di spigoli e linee tese.
Ritratto di MAXTONE
23 marzo 2018 - 12:08
1
Io personalmente non ci vedo nulla di particolarmente eclatante (a 60 mila euro poi): Il design mi sembra molto generico al punto che, perlomeno ai miei occhi appare così, si potrebbe apporre sulla carrozzeria qualunque marchio generalista o perché no anche premium ma qualunque. La plancia non mi piace affatto perché mi sembra tormentata e, infotainment a parte, mi da l'idea di una plancia tedesca anni 90 soprattutto nella zona del cassetto portaoggetti e nel design dei pannelli porta. Mi sembra, dico mi sembra, di notare molta componentistica Golf (incluso il volante). Quanto alle 4 ruote sterzanti (fase e controfase) esistono sulle auto di serie dal 1988: Honda Prelude 4WS, prova molto interessante ed esaustiva sul fascicolo di 4R del marzo 1988. Con questo non voglio dire sia una cattiva auto ma dal momento che si continua a dare addosso alla Edge, auto che trovo migliore nel rapporto qualità/prezzo, formidabile come in ogni Ford, volevo dire la mia, non si è obbligati a prendere la Vignale e gli altri allestimenti costano assai meno. Trovo altresì stupido sottovalutare gli avversari perché è proprio quando li si prende sottogamba che ti fregano. Non dimentichiamo che Ford produce dal 1999 la migliore segmento C al mondo, la Focus (superiore nell'handling preso come riferimento dalla stessa Toyota) e superiore nel rapporto qualità/contenuti/prezzo a qualunque rivale. E l'Ecoboost, motore pluripremiato e dalle riconosciute doti l'ha fatto la Ford, così come è capace di fare la GT40 e venderla senza problemi a prezzi da sceicchi.
Ritratto di tramsi
23 marzo 2018 - 14:55
Non c'è prova alcuna, ada nessuna parte, che Focus sia la "migliore segmento C al mondo". Semmai, oggi è ai vertici della categoria per guidabilità, assieme alla Leon. Un'automobile, ovviamente, non è solo guidabilità e, cmq, anche volendo fermarsi a quella, esiste una certa 1er.
Ritratto di ardo
23 marzo 2018 - 16:11
ti quoto tramsi, aggiungerei che golf con gli 'accessori sportivi' ha un handling degno di leon.
Ritratto di MAXTONE
23 marzo 2018 - 19:24
1
"Una Golf con gli accessori sportivi". Allora per par condicio prenderemo una Focus con gli stessi accessori immagino.
Ritratto di ardo
23 marzo 2018 - 19:35
avoja. tra una golf e una focus. golf tutta la vita. anche come linea, *per me* nse po vede. ha una qualitá superiore, infotainment di riferimento, e nonostante ciò, un ottimo handling, nelle versioni 'normali' golf 7 ha sempre preso 4 stelle e mezzo in comportamento dinamico su 4 ruote, la R mi pare ne prese 5. quindi, sta superioritá della focus, dove? globalmente golf eccelle sotto tutti gli aspetti. ah, ma la focus rs ha il driftmode, è più divertente della R, ah beh, allora compro la focus.
Ritratto di ardo
23 marzo 2018 - 19:45
vai anche a vedere la 'compiutezza' che ha raggiunto il progetto golf sul diario di bordo fatto sta settimana su 4 ruote, riguardo golf gti. a me pare un oggettino veramente curato, la focus per me, sta sotto. poi solo lodi per la guidabilitá delle varie hothatch, tutte ottime per me. type r, megane rs, focus rs, cupra... ciao
Ritratto di ardo
23 marzo 2018 - 19:51
poi, se tipiace ford, compri la focus, e hai certamente una buona macchina. ma mo che sia il miglior segmento c del mondo? do l'hai sentita? almeno qua in europa quando si prende un riferimento per la categoria, le testate citano golf. cio non toje che le varie peugeot, honda, mazda etc. siano ottime macchine.
Ritratto di dottorstrange
23 marzo 2018 - 21:07
Ardo potresti scrivere in italiano? Trovo fastidioso leggere il tuo dialetto, e anche un po burino sinceramente
Pagine