NEWS

I nuovi diesel inquinano poco, parola dell'ACEA

6 novembre 2018

Una ricerca dell’Associazione Europea Costruttori di Auto, dimostra che i nuovi diesel inquinano fino all’85% in meno rispetto alle vetture Euro 5.

I nuovi diesel inquinano poco, parola dell'ACEA

IL DIESEL È PIÙ DEBOLE - Dopo lo scandalo Dieselgate il motore a gasolio è diventato sporco e cattivo. A causa dei sempre maggiori costi per renderlo conforme ai nuovi standard, è stato eliminato dalle auto di piccola cilindrata per restare esclusivo appannaggio di auto medie e grandi. I cicli di omologazioni più severi e le normative cogenti in materia di inquinamento atmosferico sono due elementi che hanno indebolito la posizione del diesel, motore molto amato in Europa. Sullo sfondo l’auto elettrica e i motori ibridi che stanno progressivamente sostituendo il caro vecchio diesel.

AL DI SOTTO DELLA SOGLIA - Ma è così inquinante il diesel? Stando ai nuovi dati diffusi Associazione Europea Costruttori di Auto (ACEA) non sembrerebbe così. Lo studio dell’ACEA sostiene che i diesel di ultima generazione hanno emissioni inquinanti molto ridotte. I dati non provengono dalle case automobilistiche ma sono stati misurati dalle diverse autorità di omologazione nazionale in condizioni di guida reali. Si riferiscono a 270 nuovi modelli di auto rese conformi alla norma Euro 6d-Temp. Secondo questi dati i nuovi diesel hanno dimostrano di avere emissioni inquinanti ben al di sotto della soglia di NOx prevista dalle leggi (vedi grafico qui sopra). Il dato è il risultato dei test sulle emissioni in condizioni di guida reali (denominati RDE, ovvero Real driving emissions) che a partire da settembre 2017 si applicano a tutti i nuovi modelli di auto. L’RDE assicura che i livelli di emissioni inquinanti misurati durante la prova di laboratorio (denominata WLTP) vengano confermati anche nella guida reale su strada, grazie alla specifica apparecchiatura di rilevamento da posizionare dietro alla vettura (denominata PEMS, Portable emissions measurement system, nella foto più in alto).

NEL 2020 NUOVO ABBASSAMENTO - Il club automobilistico tedesco, ADAC, stima che attualmente ci sono più di 1200 modelli di automobili che hanno superato i test RDE. L’ADAC ha recentemente eseguito in modo indipendente delle prove su strada dei veicoli diesel omologati Euro 6d-Temp con la procedura WLTP + RDE e PEMS e ha scoperto che i diesel moderni emettono in media l'85% in meno di NOx rispetto alle auto Euro 5. I migliori addirittura il 95-99% in meno. Come dimostra la tabella qui sotto nel gennaio 2020 la soglia di emissioni di NOx sarà abbassata ulteriormente per legge da 165 a 80 mg/km e questo richiederà un ulteriore intervento da parte dei costruttori per ridurre le attuali emissioni, ma solo per alcuni modelli, visto che molti già oggi sono al di sotto.

NON DEMONIZZARE - Erik Jonnaert, segretario generale dell'ACEA ha dichiarato: “Questi nuovi risultati dimostrano che le moderne auto e le politiche di rinnovo della flotta congiuntamente ai propulsori alternativi, avranno un importante ruolo per migliorare la qualità dell’aria nelle città. I veicoli diesel continueranno ad essere importanti per ridurre le emissioni di CO2 nel breve e nel medio termine, anche se tutti i produttori stanno espandendo la loro offerta di elettriche. I produttori di auto hanno fatto importanti investimenti al fine di consentire la massiccia riduzione di NOx piuttosto rapidamente. La tecnologia diesel non deve essere demonizzata, ma è necessario distinguere tra la vecchia e la nuova generazione di vetture a gasolio”.

Aggiungi un commento
Ritratto di Fra977
6 novembre 2018 - 19:43
Da questo articolo emergono due cose: la prima è che lo studio fatto è di una società che appartiene ai costruttori di auto europei,quindi secondo me poco obiettiva. La seconda è che se questa società è stata obiettiva al massimo,ha praticamente detto che gli euro cinque sono dei cessi perché inquinano l'85% in più di questi nuovi diesel. Ergo,mettetevi un po' d'accordo. Prima si osannava euro 5 che non era vero inquinasse,ora si dice che inquina l'85% in più. Cmq io il diesel non me lo acquisto,inutile girarci attorno. Tecnologia superata.
6 novembre 2018 - 21:10
Infatti avessero dichiarato che i nuovi diesel sono l'85% meno inquinanti degli euro 6 (non d-temp) già avrei visto un buon risultato ma paragonarli a quelle ciminiere degli euro5 fa proprio ridere perché i risultati degli euro 5, per giunta ottenuti coi cicli di omologazione del 1980 o giù di li, tutto erano fuorché eclatanti.
Ritratto di Giulk
8 novembre 2018 - 11:19
Ho una euro 5, dove sarebbe la ciminiera scusa? ma tu spari sempre sentenze a zero?
Ritratto di Leonal1980
7 novembre 2018 - 09:35
3
Guarda Fra, che A 85% in meno di B non è come dire B 85% in meno di A.
Ritratto di Leonal1980
7 novembre 2018 - 09:36
3
In più volevo scrivere
Ritratto di Fra977
7 novembre 2018 - 17:58
Ripeto,se gli ultimi diesel in oggetto inquinano l'85% in meno di motori euro 5,vuol dire che i motori euro 5 inquinano l'85% in più dei motori diesel in oggetto.
Ritratto di Marco_Tst-97
7 novembre 2018 - 18:08
Non significa mica che gli euro 5 fossero molto inquinanti, ma che gli euro 6 sono molto più puliti, sono due concetti ben diversi.
Ritratto di pierfra.delsignore
7 novembre 2018 - 18:49
C'è un problema di utilizzo del diesel, il diesel non è un motore da città, ve bene in autostrada a velocità costante inquina poco ed ha ottima resa, solo che si sono voluti costruire motori piccoli da città diesel, perché consumano meno, ma in quel ciclo di ripartenze e basse volecità non costanti il diesel è altamente inquinante. Non esistono auto perfette solo auto adatte all'utilizzo che si fa. Ho un'euro 5 la uso nel 90% dei casi in autostrada e tangenziale, la ho scelta perché questo è il mio utilizzo tipico, ho voluto apposta un motore con pochi cavalli e grande di cilindrata 2.0 per i tempi odierni, e a 130 Km/h costanti inquina meno di una 1.0 da 130 CV a benzina. Tutto dipende ripeto dall'utilizzo che se ne fa, poi il futuro a breve termine del diesel è mild hybrid con un motore elettrico che dia lo spunto in città in partenza per ovviare a queste problematiche, ma un equivalente motore a benzina idrido in città andrà sempre meglio come rendimento e come inquinamento, perché quello non è il suo utilizzo. Per non parlare di tutti i problemi con FAP ed EGR di chi al diesel fa vedere l'autostrada una volta al mese se va bene, perché gli hanno detto che così risparmiava, si sui consumi di certo, di conti del meccanico non so..
Ritratto di Angi0203
8 novembre 2018 - 16:21
l'unico paragone possibile è quello con le soglie definite dalla legge per la classe EUROx in questione, tutto il resto non è serio
Ritratto di dreamerofcars
6 novembre 2018 - 20:17
secondo me queste normative anti inquinamento servono solo a farti cambiare auto. cosa cambio l'auto a fare? tanto dopo poco ti dicono che inquina e la devi cambiare. tra l'altro vogliono 20.000 euri per una utilitaria priva di ogni fascino.secondo me e' proprio il mercato ad essere alla frutta. da italiano poi non ho neanche più una industria nazionale...mi cerchero' un'altra passione
Pagine