NEWS

Opel Astra: quasi pronta la nuova generazione

Pubblicato 13 aprile 2021

Sarà in vendita entro la fine del 2021 la nuova Opel Astra: sviluppata sulla meccanica della 308 e con uno stile inedito, si prepara a sfidare la Golf.

Opel Astra: quasi pronta la nuova generazione

VENDITE IN CALO - Lo scorso anno la Opel Astra ha visto un calo del 48% delle consegne in Europa (per un totale di 70.008 unità), in un settore del mercato, quello delle compatte, dominato dalla Volkswagen Golf con 283.651 unità immatricolate. Segno che ormai il modello è arrivato a fine carriera e viene superato dalle concorrenti più fresche. Cercherà di invertire questa tendenza la nuova generazione della Opel Astra, che dovrebbe arrivare in Italia entro la fine del 2021.

FAMILY FEELING - Osservando i muletti della nuova Opel Astra (qui sopra nella foto di CarScoops) impegnati nei test di rito, si riesce a intravedere che la nuova compatta della casa tedesca ricalcherà molti dei dettami stilistici introdotti nella recente Mokka. A partire della mascherina Vizor, che si sviluppa orizzontalmente e integra il logo della casa tedesca e i piccoli fari a led, così come i fanali posteriori a led. Non sono trapelate immagini relative agli interni, ma anche in questo caso è plausibile attendersi una plancia simile a quella della Mokka, con due schermi affiancati; uno per la strumentazione e un altro a sfioramento per il sistema multimediale, con i comandi fisici ridotti al minimo.


> Qui sopra il disegno realizzato dal sito russo Kolesa che illustra il possibile aspetto della futura Opel Astra.

STESSI MOTORI DELLA 308 - Essendo ingegnerizzata sulla stessa piattaforma EMP2 della recente Peugeot 308 (entrambi i marchi fanno parte del gruppo Stellantis), la nuova Opel Astra condividerà con la francese  tutta la meccanica, compresi i motori. Due le ibride plug-in con 180 o 225 CV in grado di percorrere fino a 60 km a “emissioni zero”. I benzina saranno il 3 cilindri 1.2 con 110 o 130 CV, mentre il diesel il 4 cilindri 1.5 con 130 CV. Alcuni rumor parlano anche di una versione OPC più potente equipaggiata con un powertrain ibrido plug-in da 300 CV.

PRODOTTA IN CASA - La nuova Opel Astra sarà prodotta nella fabbrica tedesca di Ruesselsheim, mentre l’attuale viene ostruita negli stabilimenti di Gliwice, in Polonia, e Ellesmere Port, in Inghilterra.





Aggiungi un commento
Ritratto di Check_mate
13 aprile 2021 - 12:48
Non è fondamentale, ma molto di più per la Opel. Si spera bene, insomma.
Ritratto di AndyCapitan
13 aprile 2021 - 18:54
1
io da Opelista convinto fin dal 1991 ...nel vedere questo obrobrio fancese mi fa piangere il cuore....bella la mia general motors....quando facevano le auto loro ,noi facevamo le cariole...cariole con i cerchi in lega come optional!!!!
Ritratto di Andrea Doria
14 aprile 2021 - 01:52
@AndyCapitan. L'affidabilità di due Astra (G e H) e due Corsa (A e E, ma per la Corsa E è ancora presto per dirlo) in famiglia ci ha convinti a considerare sempre il marchio del blitz nelle nostre scelte. A me la Opel Astra è sempre piaciuta, ma quella dimostrazione grafica mostra un sanitario su ruote. Bisogna dire che i render spesso non azzeccano le proporzioni. Tuttavia, il muletto sembra essere differente. Insomma, progetto incerto, ma lo scopriremo.
Ritratto di Check_mate
14 aprile 2021 - 12:28
Non badare al rendere, è un Photoshop della peggior specie, l’auto avrà ben altre proporzioni. Nel bene e nel male.
Ritratto di Sepp0
14 aprile 2021 - 12:02
Fondamentale? E' il canto del cigno delle berline segmento C anche per Opel, le vendite sono crollate, resiste a fatica solo Golf. Quante 308\Astra\Megane\ecc. nuove hai visto in giro nell'ultimo anno? Secondo me entro un lustro spariranno dal mercato.
Ritratto di Check_mate
14 aprile 2021 - 12:25
Personalmente, di Focus, A3, 1er, Classe A, Golf, Leon, Corolla, Tipo ne vedo e neanche poche. Certo, sono state e sono lentamente fagocitate dai suv e crossover di pari segmento, ma sono sicuramente meno in crisi delle berline di seg. D fagocitate loro volta dalle rispettive versioni rialzate. Almeno in Europa sono un segmento abbastanza importante, anche se non il più importante visto che i dettami della moda sono ormai ben altri.
Ritratto di domila
14 aprile 2021 - 22:15
Check_mate concordo
Ritratto di Rav
15 aprile 2021 - 00:20
3
Concordo, con l'aggiunta che le segmento D si sono uccise in parte da sole ingrandendosi sempre più avvicinandosi al segmento E. Tanti clienti sono passati al segmento inferiore o al suv più compatto ma altrettanto capiente. C'è parecchia gente che aveva una Mondeo ed è passata ad una Focus SW perchè di 4.80/4.90 di macchina non se ne faceva nulla e non sapeva dove mettersela. Altri han preso le varie 3008/Grandland ecc. per lo stesso motivo.
Ritratto di Check_mate
15 aprile 2021 - 09:48
È vero, il continuo aumento delle dimensioni delle auto ha contribuito parecchio in questo fenomeno. Tant’è vero che oggi, quando esce la versione rinnovata di un modello qualsiasi, se ne mantiene le dimensioni precedenti o, addirittura, diminuisce la lunghezza rimango quasi sbalordito, visto che il trend ormai è di allungare di 50-100 mm ogni generazione
Ritratto di andrea120374
13 aprile 2021 - 12:51
2
Sarà una 308 con il frontale e fanali posteriori della Mokka.... almeno forse non sarà più una macchina esteticamente da pensionato
Pagine