NEWS

Opel Astra: ecco i dati di consumo più realistici

2 agosto 2016

La Opel inizia con l'Astra a fornire i dati consumo secondo il ciclo WLTP, più vicino al reale rispetto all’odierno NEDC.

Opel Astra: ecco i dati di consumo più realistici

OPERAZIONE TRASPARENZA - La Opel ha pubblicato i dati relativi ai consumi di carburante dell'Astra ottenuti secondo il ciclo di guida WLTP, più vicino ad un utilizzo reale della vettura rispetto al ciclo NEDC prescritto dalla legge. L’Astra 1.6 CDTI (110 CV) percorre fino ad un massimo di 30,3 km/litro quando sottoposta al ciclo NEDC, ma le percorrenze scendono fino ai 23,8-17,5 km/litro quando l’auto viene guidata secondo i termini del ciclo WLTP. La Opel segue l’esempio del gruppo Peugeot Citroën e inserisce la novità all’interno di una campagna a favore della trasparenza. L’azienda ha effettuato i test per il momento sulle Opel Astra berlina e station wagon, scegliendo i cinque motori ed i tre diesel oggi previsti.

QUI IL DETTAGLIO DEI CONSUMI

MODALITÀ PIÙ SEVERE - Il ciclo NEDC  (New European Driving Cycle) ha esordito nel 1997 ed è quello attualmente in vigore a livello europeo. Da tempo però si discute circa la sua eccessiva lontananza dalle condizioni in cui le automobili vengono guidate su strada: il test di laboratorio rispetta un profilo di guida teorico, dura 11 chilometri e le fermate ammontano al 13% del tempo complessivo. La partenze da fermo assorbono molta energia e sono una costante nella guida di tutti i giorni, ma non vengono replicate con la dovuta frequenza. Inoltre, per ciascun modello, vengono sottoposte ai test le versioni più scarne in termini di equipaggiamento, spesso spogliate di tutti gli optional. Il ciclo WLTP (Worldwide harmonized Light vehicles Test Procedures) è sempre eseguito in laboratorio, ma è basato su profili realistici ricavati su un'indagine statistica mondiale. Non prevede più i classici rilevamenti urbano, extra urbano e misto, ma si divide in quattro parti caratterizzate da diverse velocità medie: bassa, media, elevata e molto elevata. Ogni sezione del ciclo contiene diverse fasi di guida, fermate, accelerazioni e frenate, che rappresentano profili di guida quotidiana. In totale si sviluppa per 23 chilometri e dedica il 25% del tempo totale alle fermate, mentre la velocità massima raggiunta passa da 120 a 130 km/h. 

VALORE MININO E MASSIMO - La Opel comunica per l'Astra due valori misurati in litri ogni 100 km. Quello inferiore è il valore minimo registrato nelle quattro fasi del ciclo di guida WLTP, con la versione della Opel Astra con i consumi inferiori per quello specifico abbinamento di motore e trasmissione. Il valore superiore rappresenta quello più elevato registrato nelle quattro fasi del ciclo di guida WLTP, con la versione dell'Astra dai consumi più elevati per il relativo abbinamento di motore e trasmissione. I valori ottenuti offrono una buona panoramica e costituiscono un'utile indicazione del consumo quotidiano previsto. Il ciclo WLTP sostituirà l’NEDC a partire dal 2017.

Opel Astra
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
84
96
104
60
63
VOTO MEDIO
3,2
3.191645
407


Aggiungi un commento
Ritratto di Luzzo
2 agosto 2016 - 15:45
Benissimo.
Ritratto di Luzzo
2 agosto 2016 - 18:26
Ce da dire che casualmente opel era sotto la lente per lo shutoff della Zafira, e forse non e un caso se la notizia esce all'indomani della assoluzione (inattesa?) da parte del kba
Ritratto di Anonimo
Anonimo (non verificato)
2 agosto 2016 - 15:52
Commento rimosso a seguito della cancellazione dell'utente dal sito.
Ritratto di Luzzo
2 agosto 2016 - 18:29
A poi lo standard se ne va ramengo...imho quello nuovo va bene ci aggiungerei una prova al banco per avere anche il consumo 'a cavallo erogato' per capire bene l'efficienza del motore in se
Ritratto di otttoz
2 agosto 2016 - 17:24
sarebbe sufficiente leggere e comunicare i dati del computer di bordo,come fa già ALVOLANTE...
Ritratto di Anonimo
Anonimo (non verificato)
2 agosto 2016 - 17:39
Commento rimosso a seguito della cancellazione dell'utente dal sito.
Ritratto di ct46
2 agosto 2016 - 17:52
D'accordissimo Fxx88 il computer di bordo ha grossi margini di errore..molto meglio azzerare il contakm fare il pieno e calcolare.cmq ottima iniziativa di Opel gia'intrapresa da PSA speriamo che altre case abbiano il corraggio e l'onesta di intrapendere suddetta iniziativa.
Ritratto di Anonimo
Anonimo (non verificato)
2 agosto 2016 - 17:55
Commento rimosso a seguito della cancellazione dell'utente dal sito.
Ritratto di MAXTONE
2 agosto 2016 - 22:39
1
Ciao Dico, mi sapresti dire se la Lexus CT ha un consumo effettivo migliore o peggiore di quello riportato dall'Astra a gasolio più paragonabile al 1.8 HSD? Ovviamente basandoti solo sul CDB considerato che quelli odierni sono molto più precisi rispetto al passato.
Ritratto di MAXTONE
3 agosto 2016 - 11:00
1
Se non l'avessi visto non ci avrei creduto...la nuova Prius ha del miracoloso nella sua efficienza. Però continuo a trovare stupido da parte di Lexus il voler sostituire la CT direttamente con un crossover abbandonando di fatto il segmento C quando in gamma ci sarebbe spazio per entrambe. Anzi fino a qualche anno fa si parlava dell'introduzione di una CT sedan, oggi più che mai opportuna vista la rinascita delle tre volumi e così avrebbe dovuto essere dall'inizio: Negli USA la A3 ha iniziato a fare numeri interessanti (sulle tremila unità al mese) solo con l'introduzione della tre volumi perché la precedente, venduta sia a tre che a cinque porte, non andava oltre il centinaio di unità mensili. E' vero che potrebbe intaccare l'eterna best seller ES ma, essendo quest'ultima cresciuta in prezzo, dimensioni e contenuti fino ad arrivare al segmento E, sarebbe assai opportuno per Lexus coprire un segmento dove CLA, Serie 2 e A3 vendono molto, oltretutto basterebbe sfruttare quel po po di base TP della GT86 per lanciare una berlina-coupé 4 porte di grande impatto scenico e col plus della TP, ormai abbandonata anche da BMW per la 2 a tre volumi.
Pagine