NEWS

Opel Corsa: grande cura per l’aerodinamica

Pubblicato 31 luglio 2019

Il coefficiente di resistenza aerodinamica pari a 0,29 è stato possibile grazie ad una serie di accorgimenti.

Opel Corsa: grande cura per l’aerodinamica

PER MIGLIORARE I CONSUMI - La sesta generazione della Opel Corsa è ordinabile da giugno, con le prime consegne che inizieranno da fine 2019. Il grande pubblico potrà vederla per la prima volta Salone Internazionale dell’Automobile di Francoforte 2019 di settembre. Essendo basata sulla nuova piattaforma CMP del gruppo PSA, la stessa di DS 3 Crossback e Peugeot 208, è un progetto completamente nuovo che ha consentito ai progettisti di aumentare la lunghezza, che passa da 402 a 406 cm, e quindi di migliorare l’abitabilità. Grazie a questa nuova piattaforma sono stati risparmiati fino a 40 kg rispetto al modello precedente. Efficienza che è stata migliorata anche grazie ad un attento studio dell’aerodinamica presso la galleria del vento dell’Università di Stoccarda. Il risultato più tangibile di queste ricerche è un coefficiente di resistenza aerodinamica pari a 0,29, un valore eccellente per un’auto di questa categoria, che incide positivamente sui consumi.

LA GRIGLIA SI APRE E SI CHIUDE - Ma com’è stata ottenuta l’efficienza aerodinamica della nuova Opel Corsa? Grazie a una ridotta aerea frontale, innanzi tutto, che ora è pari a soli 2,13 m2,  a un sottoscocca rivestito con pannelli piatti che migliorano il flusso dell’aria, e da uno spoiler sullo spigolo posteriore del tetto, che riduce la turbolenza e taglia la portanza migliorando la stabilità. Un’altra particolarità per una vettura di questa categoria è la griglia anteriore a “veneziana”, che si apre o si chiude in base alla temperatura del liquido di raffreddamento del motore e alla velocità; chiude automaticamente l’apertura anteriore quando si ha meno bisogno di aria di raffreddamento, deviando il flusso d’aria nella zona anteriore (ad esempio quando si procede alle velocità tipiche delle strade urbane); al contrario, si apre quando la vettura viaggia in salita o in città a temperature elevate e quindi c’è necessità di raffreddare il motore.

LA PRIMA NEL 1995 - La nuova Opel Corsa non è la prima generazione con un elevata efficienza aerodinamica. Nel 1995, la casa tedesca presentò la Corsa ECO 3,  una concept progettata per registrare un consumo di carburante medio inferiore a 3,5 litri per 100 chilometri, che poteva contare su uno spoiler sul tetto, uno davanti alle ruote anteriori e modanature sottoporta svasate davanti alle ruote posteriori, soluzioni in grado di garantire un coefficiente di resistenza aerodinamica di 0,29. 

Opel Corsa
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
114
93
51
24
26
VOTO MEDIO
3,8
3.795455
308




Aggiungi un commento
Ritratto di GeorgeN
1 agosto 2019 - 08:20
Grande PSA!!!! Quindi, di conseguenza, anche la new 208 è molto aerodinamica come la new corsa. O no? E la fca??
Ritratto di Gatsu
1 agosto 2019 - 19:56
2
La nuova 208 è molto bella, ma pure questa non scherza, vedrei bene anche una versione crossover, complimenti PSA!