NEWS

Opel Corsa: la prossima generazione su base PSA

2 maggio 2017

Il nuovo modello dovrebbe passare ad una piattaforma del gruppo Peugeot Citroën e quindi slittare al 2019.

Opel Corsa: la prossima generazione su base PSA

RIVOLUZIONE - La nuova edizione della Opel Corsa (nella foto quella attuale) verrà realizzata a partire da una base costruttiva della del gruppo PSA (Peugeot, Citroën, DS), che garantirà alla casa tedesca un maggiore sfruttamento delle economie di scala e nuove prospettive di guadagno. Questa notizia, confermata al sito internet Allgemeine Zeitung Mainz da una fonte, cambia le prospettive dell’utilitaria tedesca e mette davanti l’azienda a una completa revisione del progetto, che era già in avanzata fase di realizzazione come mostrato dalle fotografie degli esemplari di test (qui per saperne di più). La Opel non ricorrerà quindi a una meccanica della General Motors, ma sfrutterà la recente acquisizione da parte del gruppo francese per servirsi di una fra le sue piattaforme di base (presumibilmente la stessa di Peugeot 208 e Citroën C3), risparmiando così i costi di licenza che avrebbe dovuto corrispondere alla GM.

TERZO MODELLO - Questa decisione implica grosse novità a livello tecnico e uno slittamento dei tempi. Gli esemplari di test della nuova Opel Corsa sono apparsi su strada a fine 2016, prima che venisse formalizzato l’accordo di cessione della Opel alla PSA e, secondo quanto si sapeva, utilizzavano tecnologia della GM. I tecnici devono quindi rimettere mano al progetto e modificarlo in funzione della nuova base meccanica. Uno stravolgimento di tale portata ritarderà l’arrivo sul mercato dell’utilitaria, che stando alle ultime indiscrezioni dovrebbe passare dal 2018 al 2019. La nuova Corsa diventerà così la terza automobile della Opel realizzata su meccaniche della PSA, dopo le Crossland X e Grandland X. E come tutte le future auto della casa di Russelsheim.

Aggiungi un commento
Ritratto di Fr4ncesco
2 maggio 2017 - 18:16
Dovrebbe essere la cosa più ovvia anche se vista la base GM che stavano usando per il nuovo modello, gli americani potevano cedergliela come per la Insignia e la Ampera. Certo è che uscirà di produzione dopo ben 14 anni. Assieme alla Punto è uno dei modelli moderni più longevi. Se anche la Fiat avesse fatto un profondo restyling...
Ritratto di AlexTurbo90
3 maggio 2017 - 00:44
Concordo in toto! Che gran peccato che la Punto sia rimasta così abbandonata a sé stessa :( Anche perché la Opel, con la Corsa, ha dimostrato che basta una spesa relativamente contenuta per aumentare la longevità di un modello.
Ritratto di Vincenzo1973
3 maggio 2017 - 10:24
in Opel sono stati piu furbi. la prima Corsa su base GPunto (del 2006) e' stato un efficace ricarrozzamento, la seconda (spacciata come nuova) era un pesante restyling con aggiunta del comparto infotainment...
Ritratto di lucios
2 maggio 2017 - 18:44
4
Beh, non so come faranno con 3 utilitarie in diversi mercati (soprattutto su quello italiano ed europeo). Probabilmente divideranno le aree di attrazione. Mondo angolosassone, nord europa e america del sud la Opel, mediterrano, germania e asia per le peugeot.
Ritratto di alexlato2010
2 maggio 2017 - 21:15
Peugeot in Germania ha 1/7 di Opel...
Ritratto di alex_rm
3 maggio 2017 - 00:08
Notizia ovvio per la riduzione delle spese di sviluppo,così com'è ovvio che spariranno i diesel Fiat e GM sviluppati a Torino per i diesel Francesi.
Ritratto di lucios
3 maggio 2017 - 10:26
4
Effettivamente, per la GM Powertrain di Torino è un problema serio; i francesi poi quando devono pensare ai fatti propri non disdegnano di fare qualche sgarro a noi cuginetti.