NEWS

Sfida prezzi: la Opel Astra contro la Fiat Bravo

20 dicembre 2009

Sono simili per prestazioni, consumi e "spirito": la nuova arrivata Astra si confronta con l'apprezzata compatta italiana Bravo: vediamo qual è la più conveniente tra due versioni "diesel".

BRIOSE E PARCHE NEI CONSUMI - Con l'uscita della nuova Opel Astra (a listino dal 16 ottobre) non abbiamo resistito al confronto con la sua concorrente italiana più diretta, la Fiat Bravo. In questa battaglia a “colpi di prezzo” abbiamo scelto di paragonare due versioni turbodiesel simili per caratteristiche tecniche e prezzo di partenza: la Opel Astra 1.7 CDTI e la Fiat Bravo 1.6 16V Multijet .Nel primo caso abbiamo scelto l'allestimento "base", l'Elective. Sulla Bravo, invece abbiamo scelto quello intermedio, il Dynamic, più simile per dotazione a quello della tedesca.
 

Dati a confronto
Fiat Bravo 1.6 16V Multijet Dynamic
Caratteristiche Opel Astra 1.7 CDTI Elective
434/179/150 Lungh./largh./alt. (in cm) 442/181/151
187 Velocità massima (km/h) 181
11,3 Accel. 0-100 km/h 12,6
105 Potenza in CV 110
20,4 Consumo medio (km/l) 21,3
129 Emissioni CO2 (gr/km) 124
Euro 4 Norma antinquinamento Euro 5

 

MENO CAVALLI MA PIÙ SCATTANTE - Confrontando i dati dichiarati dalle Case, la Fiat Bravo (anche se con meno cavalli) si rivela leggermente più prestante, pagando però qualcosa in termini di consumo. Sembra dunque che l'italiana non risenta affatto dei cinque CV in meno rispetto alla sua concorrente tedesca.

Nel calcolare quale tra le due sia più conveniente abbiamo selezionato una serie di accessori e dispositivi (di serie o a pagamento) che riteniamo essenziali su una tipica vettura di questa categoria.

Sulla sicurezza non si può e non si deve risparmiare: per questo sulla Bravo e sulla Astra del nostro confronto, non possono mancare il controllo di stabilità, quello di trazione, gli airbag frontali, laterali e per la testa.

 

Opel astra 2009 43Fiat bravo 1600 multijet 10
A sinistra la nuova Opel Astra, a destra la Fiat Bravo: entrambe hanno una linea sportiva nel frontale che piace ai giovani.

 

La sicurezza è influenzata anche dal comfort di marcia. Per questo tra gli “irrinunciabili” abbiamo incluso il climatizzatore (almeno manuale), la radio che legge gli mp3, il navigatore, la presa USB per collegare un lettore esterno di file musicali e il cruise control, che ottimizza i consumi autostradali. Inoltre, per evitare i piccoli urti, abbiamo incluso anche i sensori di parcheggio.

Vediamo ora in dettaglio quale tra la Opel Astra e la Fiat Bravo costa meno a parità di dotazione. Per le singole voci, in verde è evidenziata l'auto che prevale, in rosso quella che perde.

 

Fiat Bravo 1.6 Multijet           Opel Astra 1.7 CDTI

Dynamic   Elective
20.300 Prezzo di listino dell’auto (chiavi in mano) 19.750
di serie ESP di serie
110 appoggiatesta attivi anti colpo di frusta di serie
210 airbag ginocchia guidatore non disponibile
di serie airbag laterali anteriori di serie
di serie airbag per la testa anteriori e posteriori di serie
di serie sedile di guida regolabile in altezza di serie
di serie volante multifunzione regolabile in altezza e profondità di serie
di serie
terzo appoggiatesta posteriore di serie
di serie computer di bordo 150
di serie climatizzatore manuale di serie
di serie sedile posteriore sdoppiato 60/40 di serie
di serie retrovisori esterni regolabili elettricamente di serie
120 radio/cd/mp3 con 6 altoparlanti di serie
3001 presa USB 250
1.000 navigatore 850
210 cruise control di serie
500 sensori di parcheggio anteriori e posteriori 500
500 omologaz. Euro 5 + filtro antiparticolato di serie
23.250 Prezzo finale (chiavi in mano) 21.500

1Prezzo riferito al sistema Blue&Me, che comprende anche la presa USB.

 

Opel astra 2009 16Fiat bravo 1600 multijet 08
A sinistra la Opel astra, a destra la Fiat Bravo: entrambe hanno fiancate reso piuttosto filanti dall'andamento dei finestrini.

 

CONSIDERAZIONI FINALI - A parità di dotazione, dunque, la Fiat Bravo costa 1.750 euro in più. Bisogna sottolineare, però, che nel caso dell'italiana è possibile risparmiare qualcosa scegliendo l'allestimento inferiore, l'Active (che parte da 19.000 euro). In questo caso però la dotazione diventa più scarsa e alcuni optional non si possono avere nemmeno a pagamento: è il caso del navigatore, degli appoggiatesta anti colpo di frusta, del terzo poggiatesta posteriore, della radio con Cd, mp3 e sei altoparlanti e dei sensori di parcheggio.

Se dunque l'Astra offre di serie un allestimento più ricco, la Bravo dispone di una gamma più ampia che permette di spendere meno se rinunciare a qualche accessorio non è un problema.

È bene ricordare che le nostre considerazioni sono basate solo sui listini. Spesso, invece, recandosi dal concessionario accade di ricevere offerte personalizzate che possono influire sul prezzo finale.

Fiat Bravo
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
74
50
38
28
32
VOTO MEDIO
3,5
3.47748
222


Aggiungi un commento
Ritratto di maverick1980
20 dicembre 2009 - 15:14
Tra le due preferisco la Opel. Personalmnete mi picciono gli interni più sofisticati e la Opel con quella plancia piena di tasti e le luci soffuse nell'abitacolo mi piacciono molto di più della Bravo.
Ritratto di angela federico
20 dicembre 2009 - 15:34
Secondo me sono due auto non paragonabili: l'Astra ha un livello in più nella lunghezza, la Bravo è di gran lunga più corta. E quando uscirà la station-wagon dell'astra, lunga 470 cm, sarà come avere la VK Passat variant o la Peugeot 407 sw.
Ritratto di matteoscappereo
20 dicembre 2009 - 15:53
otto cm in più non mi sembrano tutta questa differenza. secondo l'articolo una è lunga 434 e l'l'altra 442. Ti sembrano davvero due auto di categoria diverse?????
Ritratto di angela federico
20 dicembre 2009 - 19:40
scusa, pensavo che l'astra era lunga 452 cm. ma se prendi in considerazione la sw, devi ammettere che è un'auto di categoria superiore (è più lunga di 4 cm rispetto all'alfa 159, che è di una categoria di berline tre volumi)
Ritratto di Francesco T
20 dicembre 2009 - 15:45
L' ASTRA E CARINA MA LA BRAVO ESTETICANENTE E' PIU' SPORTIVA....
Ritratto di Peppe
20 dicembre 2009 - 16:04
.. dico meglio l'Astra!!!!!! Più sportiva, più moderna, meglio rifinita, costa anche 1500 euro meno (non considerando l'airbag ginocchia), è più potente, consuma meno ed è euro 5!!! Perde qualcosa in prestazioni, ma credo sia più pesante.. Comunque sarebbe stato più "corretto" paragonarle con gli stessi motori ma in versione potenziata da 120 Cv (Bravo) e 125 Cv (Astra), che ritengo i più equilibrati per questo genere di auto..
Ritratto di Franc-one
20 dicembre 2009 - 16:42
tra le due senza dubbio la nuova astra, ma anche secondo me sarebbe stato più sensato comparare motori piu efficienti o magari paragonarla alla giulietta...li si che sarebbe stata una grande sfida...
Ritratto di Valeic
20 dicembre 2009 - 22:29
Non conosco né la nuova astra né la bravo, posseggo però una astra GTC 1.4 16v Enjoy e desidero porre alla Vs attenzione alcuni difetti della mia auto teutonica. Nel corso dei miei primi 35000km il mobiletto centrale si è graffiato con facilità, e la spalla del sedile guidatore è iniziata a sfribrarsi; questo per quanto riguarda gli interni. Per ciò che attiene agli esterni, invece, la mia vernice nero metallizzato, dopo i primi lavaggio, appariva tutta rigata e scolorita in alcuni punti...al passaggio della spugna, ovviamente sulla carrozzeria opportunamente bagnata e insaponata, la superficie della carrozzzeria dell'auto appariva come quella di un panetto di burro percorsa da un coltello...per non parlare poi della rumorosità e delle vibrazioni, suppure leggere, provenienti dal motore...
Ritratto di Meolo
27 dicembre 2009 - 01:59
io sulla mia astra che tutt'ora ha 39.000 km a parte un rumore proveniente dal cruscotto eliminato in garanzia non ha nulla di tutto quello che tu hai menzionato, e per ora nemmeno una lampadina ha fulminato
Ritratto di Valeic
24 marzo 2010 - 14:38
Per Meolo: non parlo di veri e propri difetti (anche se la facilità con la quale la vernice -nero metallizzato- si riga, e l'usura precoce della spalla del mio sedile possono senz'altro essere definiti tali) quanto di un certo handling, di un certo "sentire" la vettura. Mi spiego meglio: delle vibrazioni ci sono, al minimo come in movimento, e il rumore del motore si sente a tutti i regimi forte e chiaro, l'auto insomma non ha il procedere silenzioso, privo di vibrazioni, morbido, raffinato, di certe Ford, per esempio...le sospensioni poi sono troppo rigide: la macchina sembra un pò cadere nelle buche, e qualcuna fra queste ultime può anche creare scompensi all'assetto dell'auto. Gli ammortizzatori, insomma, sembrano al tempo stesso rigidi e cedevoli e quella sensazione di controllo, di "appiccicato a terra" -un discorso a parte andrebbe fatto per il misto stretto e le manovre di emergenza- che ho sentito in certe vetture non l'ho ritrovato sulla mia Astra! Freni eccellenti. sterzo buono. Motore fiacco. Tessuto dei sedili pessimo (ruvido, facile a deteriorarsi, colori orribili!). La peggiore vernice che abbia mai visto. Affidabilità anche per me buona. Niente di entusiasmante, insomma!
Pagine