Peugeot 208: una piccola che vuol fare la grande

05 marzo 2019

La nuova Peugeot 208 ha un stile ricercato, interni di qualità e accessori da auto più grande. Sin da subito è disponibile in versione elettrica.

Peugeot 208: una piccola che vuol fare la grande

LOOK DECISO - Entrambe al debutto qui al Salone di Ginevra, le Peugeot 208 e Renault Clio giocano nel campionato delle utilitarie “quattro metri”. Ma se la Clio ha un look evoluto rispetto al modello in via di pensionamento, la 208 invece è nuova anche nello stile e si ispira alla berlina grande 508. L’aspetto della Peugeot 208 2019 è più sofisticato rispetto al passato: elementi distintivi sono il cofano con due nervature marcate, le luci diurne a led che ricordano delle zanne ed i fari a led (optional), con tre elementi verticali per richiamare i segni di una zampata del leone (l’emblema della Peugeot). La parte posteriore è caratterizzata da una evidente striscia brunita che collega i fanali e dona grinta all’insieme.

STRUMENTI DIGITALI - Anche l’interno della nuova Peugeot 208 si ispira a quello della “sorellona” 508, con l’impostazione di guida tipica delle ultime auto della casa francese: c’è quindi il piccolo volante tagliato nella parte alta e bassa, che serve per rendere visibile la strumentazione rialzata con una grafica in tre dimensioni (c’è uno schermo al posto delle lancette). Anche il mobiletto centrale trasmette una sensazione di grande qualità, con plastiche morbide al tocco e i comandi del sistema multimediale ispirati a quelli di un pianoforte: lo schermo a sfioramento può essere di 5, 7 o 10 pollici a seconda del livello di allestimento. Nella consolle centrale della Peugeot 208 è presente anche una basetta per ricaricare senza fili gli smartphone compatibili.

AUTOMATICO A 8 MARCE - L’equipaggiamento di sicurezza della nuova Peugeot 208 comprende di serie o a pagamento vari dispositivi: fra questi il regolatore di velocità adattativo con funzione stop&go, che in presenza del cambio automatico EAT8 a 8 marce controlla la velocità dell’auto nelle code fino ad arrestata, per poi farla ripartire automaticamente se non è rimasta ferma più a lungo di tre secondi (il sistema si disattiva al di sotto dei 30 km/h con il cambio manuale). Sono presenti anche il mantenimento della corsia, l’inserimento automatico dei fari abbaglianti, il monitoraggio dell’angolo cieco, la riproduzione dei cartelli stradali nel cruscotto e la frenata automatica d’emergenza fra 5 e 140 km/h.

ANCHE ELETTRICA - I primi motori annunciati per la Peugeot 208 sono il benzina a 3 cilindri 1.2 da 75, 100 e 130 CV e il diesel a 4 cilindri 1.5 da 100 CV. Il benzina da 75 CV è l’unico con il cambio manuale a 5 marce, i motori da 100 CV hanno il manuale a 6 rapporti (l’EAT8 è optional sul benzina) e quello da 130 CV è previsto solo con l’automatico. Fin dal debutto è previsto anche il motore elettrico da 136 CV della versione Peugeot e-208, dotata di una batteria da 50 kWh che, secondo la casa frances,e promette fino a 450 km di autonomia secondo il nuovo ciclo di consumo WLTP. Un “pieno” di corrente richiede fra circa 23 ore (da una rete elettrica domestica) e meno di un’ora, a patto che si trovino colonnine con la ricarica rapida da 100 kW, il massimo supportato da queste batterie. Motore e batterie sono analoghi alla crossover elettrica DS 3 Crossback E-Tense, con la quale condivide la nuova piattaforma CMP, più leggera di 30 kg rispetto alla precedente. La Peugeot 208 sarà nelle concessionarie nell’autunno del 2019.

VIDEO
Peugeot 208
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
137
85
36
18
29
VOTO MEDIO
3,9
3.92787
305




Aggiungi un commento
Ritratto di andywaxer
5 marzo 2019 - 10:11
Carina. Mi fermo qui, non giudico mai le auto senza averle viste dal vivo.
Ritratto di Andrea Zorzan
5 marzo 2019 - 10:16
Bellissima. Linea più bella di quella della Clio, recentemente peggiorata. Ora attendiamo i dati tecnici e le prove.
Ritratto di Fr4ncesco
5 marzo 2019 - 10:23
2
Ora si che mi convince! Ha la linea ricercata e con l'alone premium tipica del marchio, che stuzzica e non passa inosservata. E' la classica auto che "cattura" e diventa subito desiderabile. Stessa cosa per gli interni. Brava Peugeot, ottimo lavoro!
Ritratto di Bobox
14 marzo 2019 - 08:16
"...alone premium tipica del marchio..." il marchio Peugeot è diventato premium??? da quando???...
Ritratto di Ercole1994
5 marzo 2019 - 10:36
Niente male complessivamente! Frontalmente, è migliorata tanto rispetto alla precedente generazione. Solo 3 difetti le trovo: la mancanza di una versione a 3 porte (che ci stava con una linea così), un po' di sproporzione guardandola dalla 3/4 anteriore, e i profili in plastica nera, che contornano i passaruota, che non ci azzeccano nulla.
Ritratto di bear666
5 marzo 2019 - 10:54
attendo di vedere qualche modello più basico
Ritratto di TurboCobra11
5 marzo 2019 - 10:56
La domanda è se adesso che le elettriche cominciano ad essere versioni delle stesse auto con motori a combustione così da liberarci da strani esercizi di stile di dubbio gusto quali sono le auto solo elettriche viste fin'ora, quali siano i prezzi, se la differenza sarà ancora così marcata? Perché se la differenza non sarà troppa, con le incentivazioni giuste, come seconda auto di famiglia per tragitti brevi in città può essere una buona soluzione. Anche se l'elettrico non mi convince così tanto ancora, fra batterie, smaltimento, e consumi elettrici che andranno alle stelle con rete e capacità produttiva non adeguata si rischia di creare un mostro. Perché investono nelle Colonnine fighe nei centri città, centri commerciali, ma andate a vedere lo stato delle linee elettriche e delle cabine, qualche anno fa una giunzioni di cavi in estate stava quasi bruciando proprio nel tratto lungo casa mia, e se non c'ero magari andava a fuoco casa avendo il cappotto in polistirolo e il tetto in legno a pochi centimetri. Figuriamoci con tutto l'isolato se oltre al condizionatore hanno la macchina elettrica in ricarica, i cavi di tutta Italia si sciolgono, perché gli oneri di sistema li paghiamo ma i cavi sono li stessi da decenni, e investimenti zero, finché regge andiamo avanti così. Così come con tubature, fogne, armadi stradali telefonici ecc, conta solo l'utile per gli azionisti, e investire preventivamente non va bene perché si spendono soldi inutili. Per questo rischiamo il collasso della rete elettrica e avere un auto elettrica e un rischio almeno in questo paese. Ci vuole un mega piano energetico nazionale per affrontare questa cosa
Ritratto di deutsch
5 marzo 2019 - 13:07
4
dubito che la differenza possa essere "non troppa" considerando che monta una batteria da 50kw anche perchè spesso le elettriche hanno dotazioni da topo di gamma.ipotizzo che il maggior costo rispetto al benzina sarà di almeno 12/15k con un prezzo finale almeno tra sui 32/35k. come seconda auto da famiglia, stando sull'elettrico io punterei al mercato dell'usato
Ritratto di FiestaLory
5 marzo 2019 - 11:15
I richiami alla 205 nel 3/4 posteriore mi fanno semplicemente sbavare... Per quanto mi riguarda è la migliore B (al secondo posto la Clio)
Ritratto di Fr4ncesco
5 marzo 2019 - 12:39
2
Solo ora li noto. In effetti ha più elementi della 205 e ciò mi fa piacere avendo un debole per le auto tra gli anni '80 e '90.
Pagine