NEWS

Peugeot: “Progetti già definiti da qui al 2017”

29 settembre 2012

La casa francese sembra avere le idee chiare sul suo futuro prossimo: il piano prodotti è già definito, ce lo ha confermato al Salone di Parigi Gilles Vidal, responsabile dello stile Peugeot.

Peugeot: “Progetti già definiti da qui al 2017”

SÌ, MA NON VERDE - Il concept Peugeot 2008 (nelle foto), che la casa francese ha presentato al Salone di Parigi in corso fino al 14 ottobre, prefigura con molta verosimiglianza (e non solo nella sigla) le linee e le caratteristiche della piccola crossover che la casa francese presenterà in forma più definita nel 2013. A cambiare saranno solo pochi particolari, per motivi legati al costo dell’industrializzazione o a scelte di marketing: il colore verde fluo in cui il concept è stato presentato sullo stand a Parigi, per esempio, non dovrebbe trovare un seguito nella produzione di serie (“Anche se, forse, potremmo tenerlo in considerazione per un’eventuale serie speciale in tiratura limitata”, ha ammesso il direttore dello stile Peugeot, Gilles Vidal).

Peugeot 2008 concept parigi 2012 6
 

HANNO LE IDEE CHIARE - Interrogato sugli sviluppi prevedibili della gamma Peugeot per i prossimi anni, lo stesso Vidal ha poi ammesso che, dal punto di vista dello stile, i progetti della casa relativi a nuovi modelli o versioni sono ormai definiti con esattezza da oggi fino al 2017, e che il “cassetto” dei tecnici è già ben fornito di idee molto realistiche fino al 2020: il che lascia prevedere, per la casa del Leone, una notevole attività di rilanci e rinnovamenti per il prossimo futuro, di cui la 208 (che ha debuttato nella primavera del 2012 e ha già totalizzato, in Europa, oltre 120.000 ordinazioni) rappresenta, di fatto, solo il primo capitolo. 

loading.......

VIDEO
loading.......
Aggiungi un commento
Ritratto di mustang54
29 settembre 2012 - 15:06
2
credo sarà bellissima... la concept no a mio riguardo
Ritratto di Tomas84
29 settembre 2012 - 15:31
Che si richiede in tempi di crisi. Marchionne impara dai francesi.. In un mercato difficile se ci si fossilizza come fiat e non si rischia con nuovi modelli e nuovi concetti stilistici (come ha fatto piu o meno bene peugeot) non si va molto avanti e si è costretti a fare riunioni inutili di 5 ore con il governo!
Ritratto di yeu
30 settembre 2012 - 15:50
Quello che dici può essere tutto giusto però Peugeot sta chiudendo stabilimenti e sta licenziando troppo. C'è una notizia di pochi giorni fa che diceva che la situazione economica di Peugeot è disastrosa e anche Gm vuole rivedere l'accordo fatto a Febbraio con i francesi sull'acquisizione del 7% in quanto oggi la Peugeot vale la metà di quello che valeva a Febbraio e un quinto di quello che valeva a gennaio 2011 e che quindi il prezzo concordato non può più essere quello. C'era inoltre riportato che la famiglia Peugeot non è proprio disposta a fare un'aumento di capitale per tamponare i debiti del gruppo e che quindi a breve potrebbe essere assorbito da qualche altro gruppo automobilistico. Poi è stata stilata una possibile lista sui possibili acquirenti perchè, secondo molte stime economiche, il gruppo non reggerà a lungo e tra i nomi non compare la GM ma compaiono costruttori cinesi e come europei compare proprio e solo Fiat perchè, a parte vag, Bmw e Mercedes, è l'unico gruppo che ha i capitali sufficienti all'operazione. Inoltre con l'accordo fatto con la Toyota, la Bmw non ne trarrebbe alcun vantaggio come economie di scala, lo stesso dicasi per Mercedes con l'accordo fatto recentemente con la Renault e per quanto riguarda vag, non la si ritiene interessata. Fai un pò te.
Ritratto di Tomas84
29 settembre 2012 - 15:33
Nn fa uscire nuove auto in qst momento di vrisi in attesa di tempi migliori perche se l'auto è valida vende (meno) in tempi di crisi e continua a vendere in tempi di crescita economica..
Ritratto di Tomas84
29 settembre 2012 - 15:36
Io la comprerei anche verde fluo sta 2008. Mi pare davvero interessante anche se non è il tipo di auto che preferisco perche secondo me non risponde a nessuna reale esigenza di mercato se non a quella di pavoneggiarsi un po in citta con una macchina un po piu grossa e alta del normale.. Le auto per fare offroad sono altre!
Ritratto di lada-niva22
29 settembre 2012 - 15:44
...Ci stanno facendo una testa grande come il mondo con la storiella dell'inquinamento, dei motori elettrici, ibridi, idrogeno ecc ecc. Poi le case automobilistiche continuano a presentare auto con potenze spropositate rispetto la reale necessità, rialzate da terra (quindi con un coefficiente aerodinamico pessimo), con pneumatici enormi (suv e crossover li hanno altrimenti sarebbero più brutti e goffi di quello che già sono)...tutto ciò non fa altro che aumentare i consumi e quindi l'inquinamento. La cosa grottesca è che a quanto pare in pochi se ne accorgono!
Ritratto di genovesi
1 ottobre 2012 - 20:20
sono perfettamente d'accordo. Sono mesi che continuo a leggere con stupore notizie di mega auto potentissime. Forse sono fatto io male, ma in questo periodo di crisi, con la benzina alle stelle, l'uniche cose che spero di trovare, quando leggo un sito o un giornale di automobili, sono nuove soluzioni per abbattere i consumi... Il gruppo PSA ha creato l'ibrido-diesel: ottimo... ma perchè abbinarlo solo alle potenti citroen DS e alla peugeot 3008?
Ritratto di genovesi
1 ottobre 2012 - 20:20
sono perfettamente d'accordo. Sono mesi che continuo a leggere con stupore notizie di mega auto potentissime. Forse sono fatto io male, ma in questo periodo di crisi, con la benzina alle stelle, l'uniche cose che spero di trovare, quando leggo un sito o un giornale di automobili, sono nuove soluzioni per abbattere i consumi... Il gruppo PSA ha creato l'ibrido-diesel: ottimo... ma perchè abbinarlo solo alle potenti citroen DS e alla peugeot 3008?
Ritratto di MatteFonta92
29 settembre 2012 - 15:49
3
Ecco come si reagisce alla crisi. Invece di piangersi addosso bisogna realizzare nuovi modelli più appetibili sia dal punto di vista economico che qualitativo anche se dovessero rivelarsi dei flop, perché se uno non ci prova nemmeno non può neanche riuscire a fare un modello di grande successo. E non bisogna dire invece dire che "la crisi al momento rende impossibile la realizzazione di nuovi modelli", vero Marchionne?
Ritratto di clips12
29 settembre 2012 - 17:01
Marchionne parla in questi termini non per partito preso, ma perchè a differenza di peugeot non può contare su una forte percentuale interna di sicuri ordini....(i francesi sono molto nazionalisti), ,e questo non perchè loro dimostrino una affidabilità migliore, ma semplicemente per cultura di paese (purtroppo), basti pensare a modelli passati di peugeot (ad esempio la 104 degli anni 70 ma è solo un esempio) non era certo più affidabile di altri modelli made in italy, ma loro compravano i loro prodotti, facciamolo anche noi e marchionne rapidamente cambierà le sue dichiarazioni.
Pagine