NEWS

La Porsche sospende le vendite in Europa

4 giugno 2018

Lo stop è conseguente all'adeguamento della produzione in tempo per l’entrata in vigore delle nuove regole sulle emissioni.

La Porsche sospende le vendite in Europa

EVOLUZIONE IMPREVEDIBILE - Pare incredibile, ma l’arrivo delle nuove procedure per le omologazioni (con i test delle emissioni anche durante la guida su strada) ha portato la Porsche a decidere di sospendere le vendite. La stessa casa di Stoccarda ha confermato che in effetti la decisione è stata presa per poter procedere con la necessaria cura all’organizzazione dei cicli di assemblaggio dei vari modelli affinché arrivino in regola all’appuntamento con il primo settembre 2018, quando le nuove normative entreranno in vigore.  

UNA COSA MAI VISTA - In tutti i paesi europei le concessionarie Porsche accettano gli ordini, ma effettuano consegne solo dei modelli presenti negli stock. Una misura che non si era mai verificata nella storia del commercio di auto. Questo fino a che non cominceranno a essere disponibili gli esemplari con le modifiche apportate con l’obiettivo di rendere le auto omologabili, cioè con scarichi rientranti nei limiti di norma.  

CONSEGUENZE PESWANTI - L’avvio delle nuove regole WLTP (Worldwide Harmonized Light Vehicles Test Procedure) ha portato tutte le case a un autentico tour de force per poter adeguare la propria produzione. Questo per la necessità di trovare le soluzioni adatte a ottenere i risultati desiderati (vale a dire rispettosi degli standard di legge) e anche per la carenza delle indispensabili attrezzature di misurazione, cioè i banchi prova. A far presente il problema è stato lo stesso capo della Porsche Oliver Blume che ha dichiarato. "A causa di una notevole carenza nella disponibilità di banchi prova, che sta interessando tutti i produttori, ci troviamo davanti ad una grande sfida. Restiamo comunque favorevoli allo svolgimento di test più realistici sulle emissioni”.

FILTRO ANTIPARTICOLATO - La fase di transizione prevede un’introduzione scaglionata del filtro antiparticolato sui diversi modelli della gamma Porsche. A partire da settembre, modelli selezionati delle linee 911 e 718 saranno disponibili con filtro antiparticolato per il motore a benzina. La 911 4 GTS con trazione integrale e cambio a doppia frizione PDK sarà disponibile sin da subito in tre versioni: Coupé, Cabriolet e Targa. Oltre che sulle varianti della 911 4 GTS, la nuova tecnologia per il filtro anti-particolato verrà introdotta sulla 718 a partire dai modelli base e GTS, successivamente sulle altre linee di prodotto del portafoglio Porsche. Questa fase di transizione ha l’obiettivo di far riomologare i modelli prima del 1° settembre.



Aggiungi un commento
Ritratto di gjgg
4 giugno 2018 - 22:53
1
Nooooooo..... Adesso che arrivava l' Alfa GTV per delle entusiasmanti sfide!
Ritratto di Roomy79
4 giugno 2018 - 23:03
1
Pensa te, altro che dieselgate, questi non riescono a rispettare neppure i limiti delle auto a benzina.
Ritratto di Giulk
5 giugno 2018 - 10:42
Guarda che è normale, serve ad adeguarsi alle nuove normative che entreranno in vigore a settembre, anche le auto a benzina avranno il FAP, anche perché quelle a iniezione diretta emettono più particolato di un Diesel
Ritratto di dottorstrange
5 giugno 2018 - 12:46
È normale fermare la produzione per adeguarsi alle normative? E da quando? Certo se per anni te ne sei fregato delle normative si capisce che qc problemino lo hai, alla faccia dell'altisonante nomea.
Ritratto di Mark R
5 giugno 2018 - 12:48
Fonte? Chi dice che il benzina ad iniezione diretta emette più particolato del diesel? Poi a quale diesel si riferisce? Euro 4? 5? 6?
Ritratto di Giulk
5 giugno 2018 - 14:11
Basta che googli in giro, ci hanno fatto vari articoli sopra, anche quattroruote e alvolante tempo fa, su studi e ricerche di enti diversi, per questo metteranno i fap anche sui benzina, i confronti li hanno fatti con gli ultimi euro 6 diesel se ricordo bene
Ritratto di Mark R
5 giugno 2018 - 23:36
Il fap serve solo per peggiorare la qualità dell'aria... Altra cosa sicuro che i benzina emetta più particolato di un diesel? Io dico di no per il semplice motivo che si fermano a misurare i PM2.5 e i 10... Ma quelli che ci sono in mezzo è sotto ai 2.5? Ricordo che il fap diminuisce la dimensione del particolato... Se prima senza fap il diesel produceva più particolato rispetto al benzina lo produce tutt'ora... È sempre quella la legge... Lavoisier; il filtro non elimina la materia... Trattiene.... E per rigenerarsi diminuisce la dimensione del particolato. PS: specifichiamo che metteranno il fap sui benzina ad iniezione diretta... Ma come dimostra Mazda il benzina ha ancora margini di sviluppo quindi posticipare ancora, per chi riesce, le doppie egr, fap, adblue etc
Ritratto di riotwinturbo
5 giugno 2018 - 00:11
Il giorno che uscirà l'Alfa GTV lo standard delle emissioni sarà già arrivato ad Euro 8 e la 911 avrà già avuto 2 o 3 eredi. Per l'altro ciaparat qua sopra, il nuovo regolamento entrerà in vigore il 1 settembre, ma capisco che per alcuni mio malgrado connazionali sia troppo difficile leggere un articolo.
Ritratto di gjgg
5 giugno 2018 - 08:13
1
A me l'importante è che questa sfida si faccia, per vedere chi sta davanti. Già non riesco a capire il perché non ancora portano la Urus al Ring a insidiare il tempo della Stelvio
Ritratto di riotwinturbo
5 giugno 2018 - 10:08
E che sfida vuoi fare? Porsche vs Alfa invisibile? (Cosa c'entra l'Urus con la Porsche poi lo sai solo tu)
Pagine