Personalità spiccata per la Renault Captur

6 marzo 2013

A Ginevra la Renault presenta la crossover Captur: tanto stile, un po' di praticità, ma finiture così così.

Personalità spiccata per la Renault Captur

HA UN'ANIMA SFIZIOSA - La crossover compatta francese, lunga solo 412 cm, è deriva dalla Clio. Le forme della Renault Captur, sinuose e accattivanti, sono da suv, con la carrozzeria rialzata da terra (l'altezza minima è di 20 cm), i grandi cerchi e le protezioni in plastica. La carrozzeria è caratterizzata da alcuni dettagli ricercati, come la carrozzeria bicolore (col tetto e i montanti in contrasto) e gli inserti scuri nella parte bassa dei paraurti e delle fiancate.

DENTRO C'È ARIA DI CLIO - All'interno della Renault Captur la parentela con la Clio è più evidente: la plancia ha la stessa forma, con il cruscotto misto (contagiri analogico e tachimetro digitale) a foggia di binocolo, lo schermo del sistema multimediale R-Link al centro e le bocchette di ventilazione tonde agli estremi. È nuovo, invece, il cassetto portaoggetti davanti al sedile destro, che scorre avanti e indietro invece di scendere verso il basso (si apre bene dal sedile del guidatore se il posto del passeggero è vuoto, altrimenti lo scorrimento è limitato dalla presenza delle ginocchia). L'interno del vano, in plastica chiara, è davvero ampio e profondo (ha una capacità di 11 litri), ma non esiste alcuna divisione in scompartimenti. A deludere sono le plastiche, rigide e di aspetto non proprio ricercato, comprese quella della plancia. 
 
 
IL DIVANO SCORRE - La praticità e lo spazio a bordo della Renault Captur non mancano, sia davanti sia dietro, dove c'è il divano scorrevole (si sposta di 16 cm per lasciare più spazio al baule o ai passeggeri). L'accesso al bagagliaio è abbastanza agevole: la bocca è regolare nella forma e il portellone ha un ampio angolo d'apertura; è alta, invece, la soglia, a 77 cm da terra. Il vano è ampio (la capacità minima varia da 377 a 455 litri) e il pavimento amovibile nasconde un doppio fondo. Altri vani sono al centro della plancia, nel tunnel centrale tra i due sedili (ha una capacità di 1,6 litri ed è asportabile) e nei pannelli delle porte. 
 
 
SEDILI SFODERABILI - Per personalizzare la Renault Captur, è possibile scegliere tinte bicolori per la carrozzeria, decorazioni per il cofano, il tetto e il portellone, finiture colorate per gli interni e sedili sfoderabili e lavabili in lavatrice in otto colori. Due i motori a benzina (1.2 da 90 e 120 CV), e uno a gasolio (1.5 dCi da 90 CV). Il 1.2 TCe turbo da 120 CV e il 1.5 a gasolio possono essere abbinati anche al cambio robotizzato a doppia frizione EDC. Dovrebbe arrivare a maggio, a partire da circa 17.000 euro.

 

Renault Captur
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
105
98
105
50
102
VOTO MEDIO
3,1
3.11739
460
Aggiungi un commento
Ritratto di mustang54
6 marzo 2013 - 17:24
2
con un colore classico, magari nera con tetto grigio satinato...
Ritratto di morellino75
6 marzo 2013 - 18:33
A me piace tanto questa Renault..e penso che sia valida anche per una famiglia di 4 persone come la mia! Sicuramente andro' a vederla quando esce in concessionaria, sperando che fra un pò posso diventare la mia nuova auto!
Ritratto di juvefc87
6 marzo 2013 - 19:56
meglio 2008, gli interni molto belli e secondo me sarebbero dovuti essere cosi anche sulla clio, specie il volante stupendo!
Ritratto di Giuss
6 marzo 2013 - 22:29
...ovvero gli interni di plasticaccia della nuova Clio. Peccato perchè entrambe hanno una bella carrozzeria ma già in concessionaria era insopportabile e allarmante quanto scricchioli la plasticaccia del volante (quella lucisa per intendersi)uguale a quella della miniglia interna delle portiere...Solo a stringerle facevano rumore... peccato, davvero un peccato
Ritratto di Giuss
6 marzo 2013 - 22:31
luciDa e non lucisa. e mAniglia , non miniglia. scusate!
Ritratto di Giuss
6 marzo 2013 - 22:32
luciDa e non lucisa. e mAniglia , non miniglia. scusate!
Ritratto di pippoc73
6 marzo 2013 - 22:55
3
tra le suv del segmento B! Il percorso stilistico Renault sta andando nella direzione giusta, ma si devono decidere a fare il salto di qualità migliorando la qualità delle finiture. Sulla scarsa qualità delle plastiche lucide do conferma da possessore di una Megane Sportour gt line, scricchiolano da morire soprattutto d'estate. E' un vero peccato visto la bellezza degli ultimi tre modelli che per me è indiscutibile, saluti
Ritratto di MatteFonta92
6 marzo 2013 - 23:27
3
Esteticamente mi convince, sia dentro che fuori, con le sue linee morbide e arrotondate. Peccato che, come la Clio, abbia le plastiche interne un po' troppo rigide ed economiche. Ma perché la Renault ha preso questa brutta piega?
Ritratto di prinz4ever
7 marzo 2013 - 07:30
3
fiat degli anni 80 dei francesi, e come gli italiani compravano per la maggior parte fiat, i francesi lo fanno ancora ora con la renault, che ha le spalle coperte dal governo francese. Anticipo chi voglia dire che fuori francia vende bene, ricordo che in mercati quali la russia (che fa grandi numeri) la renault vende col proprio marchio anche le dacia ..... si potrebbe quindi dire che sta livellando le sue vetture (dacia e renault) verso il basso. Riguardo l' auto, la trovo alquanto bruttina, meglio, tanto per restare in francia la 2008.
Ritratto di mich88
7 marzo 2013 - 00:13
2
molto bella esteticamente, riuscitissima a mio parere,però le plastiche sembrano tante troppo economiche. Io ho provato la nuova clio e le plastiche sono proprio il suo punto debole. Si vede che alla renault hanno finito i soldi quando si era arrivati ai materiali degli interni ;-)
Pagine