NEWS

Rinnovata (ancora) la Renault Scénic

04 febbraio 2013

Piccole novità per la monovolume francese che si adegua al nuovo corso stilistico Renault. La X-Mod strizza l’occhio alle fuoristrada.

Rinnovata (ancora) la Renault Scénic

LA LOSANGA AL CENTRO - Appena un anno dopo l’ultimo restyling, datato gennaio 2012, la Renault aggiorna la gamma Scénic adeguandola ai canoni stilistici introdotti con la Clio. Il facelift riguarda soprattutto la zona frontale: come sulle Twingo, Clio e Captur, il logo Renault è protagonista. Integrato in una griglia nero lucido con due listelli cromati, il marchio è più grande e visibile dando al frontale una personalità più forte e distintiva.


In alto la Scénic X-Mod, qui sopra la Scénic.

C'È UN NUOVO MOTORE - Non cambia l’impostazione della plancia: la tipica strumentazione centrale con schermo TFT e schermate personalizzabili include un’area dedicata alla navigazione e all’intrattenimento, quest’ultimo affidato al sistema R-link touchscreen è gestibile anche attraverso un joystick. Quanto ai motori, viene introdotto il nuovo Energy 1.4 TCe a benzina da 130 CV, la cui versione precedente non era disponibile in Italia, che vanta secondo la casa una riduzione dei consumi del 15% rispetto al vecchio motore per un risparmio di un litro di carburante ogni 100 km.
 

Qui sopra la Grand Scénic.
 
NIENTE INTEGRALE - Identico il trattamento riservato alla Renault Scénic X-Mod, che assume un aspetto (e solo quello) più “fuoristradistico”. La monovolume francese ha una maggior altezza da terra, un diverso disegno dei cerchi in lega, protezioni sottoporta, paraurti ridisegnati e barre portatutto cromate. Nuove le luci diurne a led.
 
 
CONTROLLA LA TRAZIONE - L’abitacolo della Renault Scénic X-Mod si distingue per una serie di elementi esclusivi: il volante con fondo piatto, la pedaliera in alluminio, gli interni in pelle e alcantara e soprattutto per la presenza della manopola di controllo del sistema Extended Grip. Il conducente può intervenire sulla trazione attraverso tre modalità: Expert, Road e Loose Ground che agiscono sull’impianto frenante e sulla coppia erogata per migliorare l’aderenza della vettura. La Scénic, la Grand Scénic e la Scénic X-Mod saranno presentate al Salone di Ginevra.

 

Renault Scénic
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
21
21
21
21
21
VOTO MEDIO
3,0
3
105


Aggiungi un commento
Ritratto di alfista1996
4 febbraio 2013 - 16:05
1
E pensare che il modello precedente è durato 1 anno e mezzo..........
Ritratto di maxmaisa
5 febbraio 2013 - 12:58
sono un fortunato possessore dello scenic x-mod e questa sorta di evoluzione mi piace! peccato che non è prevista la 4x4 ?! la comprerei subito ! quello che non va x me sono due cose : il navigatore troppo piccolo e la palpebra della strumentazione,quando cè il sole di lato da fastido ,dovrebbro chiuderla o fare in modo che non prendi luce.. ah forse gli appoggiatesta posteriori un pò scomodi ... per il resto è gia la seconda e continuo sono molto soddisfatto saluti
Ritratto di mecner
4 febbraio 2013 - 16:15
Non riesco proprio a capire la strategia commerciale e stilistica che segue questa Casa. Ogni modello è diverso dall'altro. Come anche le versioni. Sembra sempre di vedere un'auto diversa sulla strada. Non la riconosci se non vedi prima, davanti o dietro, la grande losanga. Boh..................
Ritratto di romeo64
4 febbraio 2013 - 16:20
Secondo me una di quelle marche con meno identità LINEE GUIDA CHIARE, esce con delle auto (spesso brutte) e appena vede le vendite in calo subito restyling!!!!! Poi punta forte sull'elettrico (che anche quello non vende) e adesso che fa??? SI ACCETTANO SCOMMESSE!
Ritratto di IloveDR
4 febbraio 2013 - 16:40
4
buon lavoro Renault
Ritratto di miscone
4 febbraio 2013 - 16:46
1
terribile ..... oscena ... inguardabile .... RENAULT NON NE AZZECCA UNA !!!
Ritratto di gilrabbit
4 febbraio 2013 - 16:55
il monovolume è un'invenzione renault e nessuno le fa come loro. Basta guardare in giro quanet scenic 1^ serie ancora girano e molte sono come nuove ancora valide sul piano stilistico. Le renault o piacciono o non piacciono però quanto a robustezza ed economicità di esercizio vanno lasciate in pace.
Ritratto di Fr4ncesco
4 febbraio 2013 - 20:33
2
No, il primo movolume è stato realizzato prima della grende guerra da una carrozzeria italiana su base alfa, ma è stata la 600 multipla la prima monovulme di serie, seguita poi da minivan giapponesi per poi arrivare ai modelli attuali.
Ritratto di richard 94
5 febbraio 2013 - 11:22
Quoto , finalmente qualcuno che parla sapendo cio' che dice ! Cmq per la cronaca quasi tutte la varie categorie di auto le hanno inventate le case automobilistiche italiane ... E vi diro' di piu' anche se sembra assurdo il concetto di suv di lusso in stile cayenne , touran, range rover ecc l'abbiamo inventato noi ( prima il fuoristrada serviva per fare del fuoristrada vero) Ma poi siamo arrivati quelli della reyton fissore ( ex carrozzeria fissore ) Con la magnum / la forza ... Erano gli anni 80 e noi abbiamo anticipato una moda di quasi 20 anni!!
Ritratto di Fr4ncesco
5 febbraio 2013 - 12:03
2
Esatto, il primo SUV di lusso è stato proprio il Magnum, che è stato poi preso d'esempio da tutti gli altri produttori di SUV, Range Rover in primis. Considerando che è stato proprio negli USA, ovvero la patria dei SUV, che questo "nostro" modello ha avuto successo, si può dire che abbiamo aperto la strada anche a questa tipologia di vetture.
Pagine