NEWS

Renault Scénic: arriva la versione "mild hybrid"

11 luglio 2017

Inizia in Italia la vendita della Scénic Hybrid Assist, con impianto elettrico a 48 volt e motore elettrico in abbinamento al turbodiesel 1.5.

Renault Scénic: arriva la versione "mild hybrid"

ELETTRICITÀ DI SOSTEGNO - Arriva nelle concessionarie italiane l’innovativa proposta della Renault in materia di auto ibride. Sulle nuove Renault Scénic e Renault Grand Scénic è infatti possibile avere il propulsore turbodiesel 1.5 dCi 110 abbinato al sistema SED-Hybrid Assist, cioè a un motore elettrico che coadiuva il 4 cilindri a gasolio. È una soluzione intermedia tra il normale propulsore termico e quello ibrido così come conosciuto fino a oggi. La differenza pratica rispetto alle auto ibride è che con la Scénic e Grand Scénic dCi 110 Hybrid Assist non si viaggia mai con la sola trazione elettrica, come avviene sulle auto ibride, ma il motore elettrico aggiuntivo dà manforte al turbodiesel migliorando potenza e coppia disponibile senza far aumentare i consumi di carburante e le emissioni.

UN PO’ PIÙ DI POTENZA - Assieme al 4 cilindri di dCi 110 di 1.461 cc (da 110 CV con coppia massima di 260 Nm) sulle nuove proposte Scénic e Grand Scénic SED Hybrid Assist è presente anche un motore elettrico da 10 kW (13,6 CV, per un apporto di coppia fino a 15 Nm). Il bilancio complessivo per la vettura è un incremento di potenza pari a 4 kW (5,4 CV) e di 15 Nm in certe condizioni. Il motore elettrico interviene nelle fasi di spunto, cioè quando maggiore è la richiesta del conducente. Nelle altre fasi di guida il sistema provvede a ricaricare le batterie, sia quella agli ioni di litio che alimenta il motore elettrico che quella tradizionale impiegata per le varie funzioni di bordo funzionanti a elettricità. L’azione di ricarica avviene nella marcia regolare, come in autostrada, mentre in frenata e decelerazione avviene il recupero di energia cinetica. 

LO SCHEMA TECNICO - Il motore elettrico è collocato davanti, dove si trova il turbodiesel dCi. La batteria agli ioni di litio, da 48 volt, è sistemata trasversalmente all’altezza dell’asse posteriore. Il convertitore (da 48 a 12 volt) è collocato nel vano motore, davanti. Da sottolineare che il sistema non richiede dispositivi di ricarica, in quanto è totalmente “indipendente”.  Il risultato di questo sistema è un sensibile miglioramento dei consumi e delle emissioni di CO2. La riduzione possibile con il motore SEP Hybrid Assist è calcolata nell’ordine dell’8-10% rispetto a quelli del motore Energy dCi 110 standard. Il consumo medio omologato passa da 25,6 a 27,7 km/l mentre le emissioni di CO2 calano da 100 a 94 g/km. Ciò nonostante il sistema SED Hybrid Assist comporti un aumento di peso di 78 kg.

I PREZZI - L’offerta delle Renault Scénic e Grand Scénic dCi 110 Hybrid Assist prevede gli allestimenti Intens, Bose e Initiale Paris. Il prezzo di listino della Scénic dCi 110 Hybrid Assist in versione Intens è di 29.100 euro, vale a dire 1.000 euro più della versione con il solo motore dCi 110. La Scénic dCi 110 Hybrid Assist Bose costa 30.800 euro e la Initiale Paris 35.100 euro. La Renault Grand Scénic dCi 110 Hybrid Assist Intens costa 30.600 euro; la versione Bose 32.300 euro e quella Initiale Paris 36.600 euro.

Renault Scénic
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
48
50
25
18
20
VOTO MEDIO
3,5
3.546585
161


Aggiungi un commento
Ritratto di otttoz
11 luglio 2017 - 20:03
ottimo!
Ritratto di Zot27
11 luglio 2017 - 23:26
ottimo sarebbe insieme al motore a benzina invece del diesel
Ritratto di v8sound
11 luglio 2017 - 23:51
A metano meglio ancora
Ritratto di Gianni.ark
12 luglio 2017 - 00:40
Non ne capisco il motivo, la benzina fa spendere di più ed emette più CO2...
Ritratto di MAXTONE
12 luglio 2017 - 05:33
1
Benzina è più affidabile (l'Atkinson Toyota/Lexus di sicuro), più semplice, più economico nella manutenzione, non necessita di filtri e filtrini vari per bloccare Nox e polveri sottili (ben più cancerogeni della CO2) senza contare che si integra molto meglio con un powertrain elettrico, in modo molto più fluido perché in caso di unità Ibride devono essere solo i motori elettrici a dare il surplus di coppia motrice negli stop and go o nelle richieste di potenza in generale, il termico invece, se a ciclo Atkinson garantisce fluidità e silenziosita' oltre ad una Affidabilità totale e a bassi costi di gestione. Ma i francesi non hanno ancora capito che con l'attuale amministrazione di Parigi e di certo quelle future non saranno da meno, tra pochi anni i diesel saranno per loro solo un ricordo.
Ritratto di lucios
19 novembre 2017 - 21:48
4
Io col mio diesel sto a quote 300.000 km. Mai problemi. Solo qualche piccolo intoppo al FAP.
Ritratto di MAXTONE
12 luglio 2017 - 05:37
1
Ma certo che i francesi sono proprio scienziati: Io compro ibrido proprio per non dovermi infliggersi un diesel e loro che fanno? Continuano a proporre diesel ibridi. Il flop di quelli di PSA (mai vista una loro ibrida diesel in giro) non gli ha insegnato nulla? Neanche i tedeschi propongono più questo assai improbabile binomio.
Ritratto di delfinod72
12 luglio 2017 - 10:11
10
Un marchio tedeco mi risulta che ha in listino una C 300 CDi Hybrida Diesel elettrico.
Ritratto di MAXTONE
12 luglio 2017 - 12:36
1
D'accordo ma siamo al solito discorso: Non ne vendono mezza.
Ritratto di delfinod72
12 luglio 2017 - 13:03
10
Non penso proprio, ne ho viste molte in giro, inoltre in una concessionaria Merdeces vicino a me ne avevo 2 km0 vendute in poche settimane.
Pagine