Seat Ibiza: un modello speciale per i 30 anni

1 ottobre 2014

Al Salone di Parigi la Seat spagnola festeggia i 30 anni dell'Ibiza, che ha toccato quota 5 milioni di esemplari con un modello celebrativo.

Seat Ibiza: un modello speciale per i 30 anni
INCROCIO PARIGINO - Doppia ricorrenza per la Seat Ibiza: al Salone di Parigi una versione specifica celebrerà il 30° anniversario (nelle foto) della nascita, proprio mentre nello stabilimento di Martorell, in Spagna, è stato tagliato il traguardo dei 5 milioni di esemplari costruiti. Affascinante l'incrocio di traiettorie, per rimanere nel gergo automobilistico, tra due periodi storici profondamente differenti: la Seat del 1984 si stava affrancando dallo storico partner Fiat, e l'Ibiza era uno dei primi tasselli verso l'indipendenza.
 
 
TRENT'ANNI DA PROTAGONISTA - Recava orgogliosa per il motore la dicitura “System Porsche”, a testimonianza di una delle prime collaborazioni extra-Lingotto; le sue compagne d'avventura si chiamavano Fura e Ronda da noi, con poche modifiche, erano la 127 e la Ritmo. La Seat Ibiza non aveva un corrispondente: la Uno (rispetto alla quale l'Ibiza, che nasceva dal pianale Ronda, era più grande) era rivale, non sorella. La Seat del 2014, per contro, è da anni parte del Gruppo Volkswagen: la Fiat è un lontano ricordo, e l'Ibiza è giunta alla quarta serie, e gode di ottima salute.
 
 
IL 70% CIRCOLA ANCORA - Era il 1984 quando proprio il Salone di Parigi salutava la nascita della Seat Ibiza: dei 5 milioni di esemplari prodotti, 3 e mezzo sono finiti all'estero. Numeri da best-seller per l'auto spagnola più venduta nel mondo: il 70% delle Ibiza destinate all'esportazione è ancora circolante. Alla soglia dei 30 anni, l'Ibiza non vuole abdicare: l'ultima generazione, che risale al 2008, è a quota 925.000 esemplari prodotti. Difficile che possa scalzare il risultato della seconda serie (1993-2002), la più venduta - e la prima costruita sul pianale della Polo - con un milione e mezzo di pezzi, ma l'indice di gradimento, numeri alla mano, è ancora soddisfacente.
Seat Ibiza
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
42
61
41
25
41
VOTO MEDIO
3,2
3.18095
210
Aggiungi un commento
Ritratto di Luca_93
1 ottobre 2014 - 10:54
1
Possiedo un'Ibiza Cupra e devo dire che mi trovo benissimo. Non avrà le finiture della sorella Polo ma è un'ottima auto che però non viene del tutto apprezzata x via del marchio, cosa che trovo ingiustificata.
Ritratto di M93
1 ottobre 2014 - 13:17
Un'ottima auto, che ha meritato il successo ottenuto.
Ritratto di cris25
1 ottobre 2014 - 13:36
1
il suo insuccesso deriva dal fatto che la Seat è sempre stata considerata da molti il marchio scadente della VW, cosa assolutamente non vera!
Ritratto di mecner
1 ottobre 2014 - 14:33
Il problema a mio avviso è un altro. Il prezzo. Troppo compatibile con altri modelli più blasonati di altre Case automobilistiche. La linea e la migliore attenzione costruttiva hanno migliorato i vari modelli (Ibiza, Leon, ecc.), ma il 'forte deprezzamento' scoraggia l'acquisto. Questo NON si può negare. Magari con una 'limatura' ai prezzi si potrà rendere questi modelli 'più appetibili' al pubblico. Soprattutto giovanile. Chissà..............?????
Ritratto di dadska
1 ottobre 2014 - 16:20
Io posseggo una fr del 2007, quindi fine 3 serie, pensavo di essere a posto per quanto riguarda i guasti invece...tante noie di elettronica e una cinghia cambiata a 85000 km...
Ritratto di MatteFonta92
1 ottobre 2014 - 16:45
3
Non è brutta, però il nuovo corso stilistico Seat ha perso molta personalità rispetto al precedente. Ora è eccessivamente "teutonica", specialmente negli interni, davvero tristi. La León per fortuna è riuscita meglio, anche se neanche lei eccelle in originalità, anzi...!
Ritratto di zero
1 ottobre 2014 - 22:47
11
La Seat manca essenzialmente di personalità e di mission all'interno del gruppo: può sembrare brutale, ma... ancora non si capisce a che serva questo marchio. Per quanto riguarda la Ibiza, personalmente il modello ha subito un lento e graduale degrado. Se dico Ibiza, io penso subito e solo alla prima serie di cui ancora conservo il depliant di concessionaria: bella ancora oggi, con una personalità ben definita e stile unico. La seconda serie era invece bruttissima e con interni abbastanza discutibili. La terza, poi, viene da molti identificata con l'auto dei tamarri... Palesemente ispirata allo stile delle due volumi Alfa del tempo (145 e 147), in realtà mi è sempre sembrata goffa e sproporzionata. Infine, la quarta serie, quella attuale: semplicemente insipida. Non bastano quattro nervature disegnate su e giù per le fiancate per costruire uno stile proprio. Per me, l'Ibiza sarà sempre e solo la prima Ibiza. Le altre non so neanche perché siano state create.
Ritratto di akira5555
1 ottobre 2014 - 22:59
e" bruttina e triste tutto qui ..con un prezzo non invitante .luc donckerwolke e" un pessimo disegnatore di automobili.
Ritratto di simopente
2 ottobre 2014 - 02:21
3
in giro ne vedo poche...anche a me sinceramente non mi fa impazzire, ma i prezzi mi sembrano abbastanza buoni e ha buone dotazioni. Andrebbe aggiornata seguendo la linea della Leon soprattutto il posteriore che è quello che meno mi piace della Ibiza...
Ritratto di aquilale77
18 ottobre 2014 - 10:28
Bellina con sto colore e sti cerchi.Peccato pero' che gli interni dell'Ibiza sono proprio brutti.
Pagine