NEWS

La Seat ha chiuso “in rosso”, ma il fatturato cresce

4 aprile 2011

Nel 2010 ha fatturato di 4.663 milioni di euro (+14%) e ha ridotto le perdite del 44,4%, passate da -187 a -104 milioni di euro. Nel 2010 ha venduto circa 340.000 auto e nel 2012 sbarcherà in Cina.

CONTI ANCORA DA SISTEMARE - La Seat esce da un anno difficile come il 2010, ma si dice rafforzata. Stando ai dati presentati nel bilancio per l'esercizio 2010 (nella foto il consiglio di amministrazione durante la conferenza stampa), il costruttore spagnolo ha visto crescere il fatturato a 4.663 milioni di euro, il 14% in più rispetto al 2009, e incrementato gli utili del 44,4%. Una crescita che non ha permesso di portare in pareggio i conti della Seat, ma secondo la casa, è un incoraggiante progresso: l'utile, al netto delle imposte è passato da -187 a -104 milioni di euro.   

CIRCA 340.000 AUTO - Complessivamente, la Seat nel 2010 ha consegnato circa 340.000 auto, l'1% in più del 2009 e, soprattutto, dopo 31 anni si è classificata come primo costruttore per vendite in Spagna, dove anche l'anno scorso ci sono stati gli incentivi: 2.000 euro per chi rottamava un'auto di 10 anni di vita o 250.000 km. Un risultato, annuncia la Seat, dovuto in gran parte al successo commerciale della Ibiza ST, versione famigliare dell'utilitaria spagnola e della nuova monovolume Alhambra. Oltre all'introduzione dei turbodiesel common-rail al posto dei "vecchi" iniettore-pompa e delle versioni Ecomotive dai consumi ed emissioni di CO2 ridotte.

NEL 2012 IN CINA - Ricordiamo che la Seat è parte del gruppo Volkswagen, ha 13.000 dipendenti e quattro siti produttivi: Zona Franca, El Prat de Llobregat e Martorell. Inoltre, condivide con la Volkswagen lo stabilimento portoghese di Palmela dove viene assemblata la Alhambra. Di tutte le auto prodotte dalla Seat, oltre 335.000 vetture sono uscite dallo stabilimento di Martorell (che ha visto la produzione incrementarsi dell'11% rispetto al 2009) dove verrà costruita la nuova crossover Audi Q3 (leggi qui per saperne di più). Nel 2010 la Seat ha esportato  il 75% della sua produzione in 72 Paesi nel mondo. Una percentuale che per il 2012 dovrebbe crescere ulteriormente con il debutto in Cina, uno dei mercati emergenti più promettenti.



Aggiungi un commento
Ritratto di wiliams
4 aprile 2011 - 18:14
Allora anche nel GRUPPO VW non sono tutte rose e fiori............................
Ritratto di armyfolly
4 aprile 2011 - 18:38
CHE E' IN MANO ALLA VW...
Ritratto di wiliams
4 aprile 2011 - 18:52
HAHAHAHAHAHAHAHA...............!!!!!!!!
Ritratto di tomkranick
4 aprile 2011 - 19:41
Stanno sbavando per avere l'Alfa (che non avranno mai) e intanto non si accorgono che di rosso non c'è solo quello Alfa, ma anche quello del conto Seat!
Ritratto di mustang54
4 aprile 2011 - 20:24
2
si dice che la Seat è orgoglio spagnolo, poiché il 90% della produzione è Made in Spain, un'auto spagnola per gli spagnoli, e non come Fiat che comprese Alfa, Abarth e Lancia produce in Italia solo 15 auto su 23 viene prodotta in Italia (e direi 15 modelli "bestemmiati" dagli operai viste le odierne condizioni economici) praticamente, approssimativo, il 30% delle Vetture Fiat Group sul mercato europeo è produzione straniera. Fa eccezione il Brasile che produce e vende in Sud America ben 19 modelli su 20 (solo la 500 rimane prodotta in Polonia). La Seat ha solo bisogno di una gamma più ampia (mancano delle cabriolet, dei Suv medi, delle piccole monovolume) anche se la scelta dei motori accontenta tutti. Forza Seat
Ritratto di giangio1987
5 aprile 2011 - 15:48
la seat sarà pure orgoglio spagnolo, ma sei fai macchine usando pianali e componentistiche di altri marchi, in spagna solamente assemblano pezzi non costruiscono macchine come succede ad esempio in francia (in parte), germania (in parte), ed italia (in parte) o le altre case automobilistiche in europa
Ritratto di mustang54
6 aprile 2011 - 10:08
2
lavorano e usano la loro manodopera a prescindere dei pianali globalizzati... fino ad adesso non si sono mai lamentati...
Ritratto di Sergino81
4 aprile 2011 - 20:58
A questo punto prima di ridere di Seat mi guarderei in casa...Meglio Seat di Fiat,dalla linea ai motori alla dotazione di bordo e per finire al prezzo. Tra l Ibiza e la Grande Punto prenderei ancora la prima,senza dubbio.
Ritratto di tomkranick
4 aprile 2011 - 21:04
Bhè la Grande Punto è del 2005, mentre l'Ibiza è del 2008.Logico che la spagnola sia migliore!
Ritratto di wiliams
4 aprile 2011 - 21:55
Hai un bel coraggio a dire che la linea delle SEAT e meglio di quella FIAT,basta guardare la EXEO,altro non è che la vecchia AUDI A4 con frontale SEAT,veramente orribile e i risultati di vendita si vedono,anche l attuale IBIZA non è un granchè,la versione ST poi è inguardabile,se la SEAT è in perdita ci sarà pure un motivo,non credi?Comunque la GRANDE PUNTO anche se più anziana rispetto all IBIZA è sicuramente migliore rispetto alla SEAT.
Pagine