NEWS

Toyota C-HR GR Sport: per un pizzico di grinta in più

Pubblicato 09 novembre 2020

La versione GR Sport della Toyota C-HR, in arrivo all'inizio del 2021, si riconosce per le parti esterne nere e i cerchi specifici. Nuove le regolazioni di sterzo e sospensioni.

Toyota C-HR GR Sport: per un pizzico di grinta in più

SI ISPIRA ALLE GR - La Toyota C-HR è una crossover dalle forme alquanto grintose, che contrastano con la sua natura da tranquilla vettura ibrida. Per enfatizzarne intormentente il dinamismo, la casa giapponese annuncia la versione GR Sport, dal look ispirato alle esuberanti Toyota messe a punto dal reparto sportivo Gazoo Racing. 

IL NERO TI FA GRINTOSA - Offerta soltanto con il tetto nero, la Toyota C-HR GR Sport ha tante parti esterne del medesimo colore: sono il logo anteriore e la mascherina che lo ospita, l’interno dei fari, la parte bassa del fascione e l’alloggiamento dei fari fendinebbia, oltre alla parte centrale degli specifici cerchi di 19” e all’inserto nel fascione posteriore. Sono neri anche i retrovisori e lo spoiler posteriore. 

A CONTRASTO - La Toyota C-HR GR Sport è stata personalizzata anche all’interno, perché offre i sedili in pelle e Alcatara, impreziositi dalle cuciture rosse e grigie presenti nelle altre GR. In più, sono di serie il volante e il pomello del cambio in pelle traforata, ma anche le soglie d’accesso con il logo della Gazoo Racing; il medesimo logo è presente nel tasto per l’avviamento e lo spegnimento del sistema ibrido. All’avvio del motore, il cruscotto mostra l’emblema della Gazoo. 

ASSETTO RIVISTO - Oltre alle novità stilistiche, la Toyota C-HR GR Sport ha ricevuto migliorie al comportamento su strada: oltre ai nuovi pneumatici Continental Premium Contact 6, meno votati all’efficienza di quelli che adottano le C-HR standard, la casa ha introdotto nuove regolazioni per sospensioni e sterzo. 

DA GENNAIO - La versione GR Sport della Toyota C-HR sarà nelle concessionarie da gennaio 2021 e avrà una dotazione di serie piuttosto ricca, con inclusi i fari a led, i sedili anteriori elettrici e riscaldabili, i vetri oscurati, il navigatore satellitare e l’ultima evoluzione del sistema di assistenza alla guida Toyota Safety Sense, con frenata automatica, mantenimento della corsia e regolatore di velocità adattativo. La versione GR Sport verrà offerta in abbinamento a entrambi i motori della C-HR: il 2.0 ibrido da 184 CV e il 1.8 ibrido da 122 CV.

Toyota C-HR
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
165
74
61
46
80
VOTO MEDIO
3,5
3.46479
426




Aggiungi un commento
Ritratto di desmo3
9 novembre 2020 - 15:14
6
ennesimo esempio di pseudo ALLESTIMENTO sportivo, per intenderci quelli spesso accompagnati dalla denominazione "Line" e che la maggior parte delle persone confonde con le VERSIONI sportive vere
Ritratto di ELAN
9 novembre 2020 - 15:16
1
e di cui i tedeschi sono campioni imbattuti.
Ritratto di desmo3
9 novembre 2020 - 15:23
6
assolutamente! ho guidato per tanto tempo una sportivissima Mercedes A160 con finiture AMG!! 90 cv diesel di pura emozione
Ritratto di Flavio8484
9 novembre 2020 - 17:40
:):):)
Ritratto di Claus90
9 novembre 2020 - 15:31
Per ma non ha nulla di sportivo o sportiveggiante, solita minestra riscaldata di fine carriera.
Ritratto di NITRO75
9 novembre 2020 - 15:36
Ma poi perchè dovrebbe voler avere una indole sportiva? Non dovrebbe essere solo campionessa sul risparmio di carburante? In ogni caso oggi ho visto una nuova Yaris. Che tristezza sia dentro che fuori, denota tutta la povertà dei materiali con la quale è fatta. E poi bassa, bassa, bassa da fare paura nemmeno un go-kart è così basso. 20000 euro non li vale proprio.
Ritratto di desmo3
9 novembre 2020 - 15:41
6
tendenza purtroppo comune ormai a quasi tutte le auto di segmento B... ormai trovare un'auto comoda ed "abitabile" (tipo Citroën C3) è diventata un'impresa...
Ritratto di alex_rm
9 novembre 2020 - 15:59
Certo una versione sportiva di un auto ibrida fatta per risparmiare carburante con cambio cvt
Ritratto di ziobell0
9 novembre 2020 - 16:28
auto senza senso. Per i miei gusti pure orribile
Ritratto di Francesco Pinzi
9 novembre 2020 - 17:17
1
Può essere bella o brutta, ma non indifferente. L'unica auto che riconosci nel traffico usuale di compatte europee. Un azzardo forse, ma non sta andando così male. A livello di design per me rimane una delle poche che sanno di 21° secolo.
Pagine