Toyota

Toyota
C-HR

da 24.850

Lungh./Largh./Alt.

436/180/157 cm

Numero posti

5

Bagagliaio

377/n.d. litri

Garanzia (anni/km)

3/100.000
In sintesi

Crossover di dimensioni medie (è lunga 436 cm), la Toyota C-HR è un modello dalle caratteristiche praticamente uniche, a partire dalla linea spigolosa ed elaborata; i passaruota molto sporgenti e vistosi si abbinano ai finestrini piccoli e al taglio di tetto e lunotto che ricordano quelli di una coupé. Al di là delle maniglie delle porte posteriori (poste molto in alto e scomode da azionare), l'auto è adatta a una famiglia: accessibilità e spazio sono abbastanza buoni, sia nel bagagliaio sia nell'abitacolo (ma chi siede dietro non apprezzerà la scarsa visuale verso l'esterno). Molto personale è la plancia, con l'ampio schermo (8") del sistema multimediale che svetta sopra la consolle orientata verso il conducente; proporzionalmente tradizionale il cruscotto, con due strumenti a lancetta. La dotazione può includere accessori interessanti per il comfort e la sicurezza, quali il regolatore di velocità adattativo, la ripetizione dei cartelli stradali nel cruscotto, il sistema che mantiene l’auto nella corsia e la frenata automatica d'emergenza. La Toyota C-HR si può avere con un 1.2 turbo a benzina da 116 CV (con cambio manuale o trasmissione CVT) e nella versione ibrida (la meccanica è quella della berlina Prius, con un 1.8 a benzina e un motore elettrico alimentato da batterie al nichel-idruro, in grado di erogare complessivamente 122 CV). Le 1.2 turbo ci sono anche con la trazione 4x4.

Versione consigliata

Una 1.2 turbo solo se fate pochissima strada, preferite il cambio manuale o vi muovete spesso su strade innevate e preferite disporre della mobilità supplementare garantita dalla trazione integrale. Altrimenti, una ben più economa Hybrid: nel giro di qualche decina di migliaia di chilometri, il risparmio sulla spesa per il carburante compensa il maggior esborso iniziale. Senza contare che, in molte città, le ibride fanno risparmiare (i parcheggi o l'accesso alle ztl sono gratuiti). 

Perché sì

Facilità di guida Il cambio automatico, di serie in tutte le C-HR tranne la 1.2 a due ruote motrici, riduce di molto stress e fatica nel traffico.

Personalità Difficile trovare un'auto dalle linee più innovative e originali.

Sistema ibrido La 1.8 vanta consumi ed emissioni particolarmente ridotti, a fronte di prestazioni più che adeguate.

 

Perché no

Maniglie d'accesso posteriori Sono molto in alto e l'azionamento è scomodo.

Posti sul divano Lo spazio non è male, ma si viaggia quasi "alla cieca": i vetri sono piccoli e i sedili anteriori imponenti.

Trasmissione CVT Quando serve un po' di spunto, fa salire molto di regime il motore: è un comportamento che può essere fastidioso.

 

Toyota C-HR
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
113
48
36
23
35
VOTO MEDIO
3,7
3.709805
255
Photogallery